Come andare a fare i turisti in Russia durante il Mondiale, anche senza gli Azzurri

Reuters
L’Italia non si è qualificata, e quindi, oltre a vedere qualche partita di cartello delle altre nazionali, possiamo dedicarci a visitare le bellezze storiche, architettoniche e naturalistiche delle undici città che ospitano le gare

Mosca

I russi dicono che Mosca è costruita su sette colli, proprio come Roma. La capitale russa è un insieme di antico e moderno che la rende la città perfetta sia per gli amanti della cultura che per i festaioli che pensano solo a saltare da un club all’altro.

Iniziate la vostra giornata sorseggiando un caffè in uno dei tanti locali che si affacciano sulla Piazza Rossa o sulla Cattedrale di San Basilio. Dopo aver fatto un giro attorno al Cremlino, potrete andare a Piazza del Teatro, pranzando con vista sul Bolshoj. Alla sera, tirate un po’ il fiato in uno dei bar e club del complesso “Krasnij Oktjabr” (“Ottobre rosso”), molti dei quali sono in vecchi edifici industriali. Per altri ristoranti, potreste seguire i consigli dei critici gastronomici. 

Le estati di Mosca sono calde e ideali per vagare senza meta. Passeggiate lungo la Moscova o perdetevi nei vicoli del Kitaj-Gorod. La metropolitana della capitale russa è forse la più bella del mondo, ma la città su in superficie è fantastica, e ora potete girarla anche in bicicletta. Molti russi si lamentano del clima (in effetti, non c’è troppo sole da ottobre ad aprile), ma i mesi in cui si svolge la Coppa del Mondo (qui la nostra guida all’evento) sono i più caldi dell’anno. Potrete persino abbronzarvi in vere e proprie spiagge! 

San Pietroburgo

La grandezza imperiale della città fondata da Pietro il Grande si giustappone allo spirito rivoluzionario (qui fu preso il potere dai bolscevichi, cento anni fa), in quella che è la capitale culturale del Paese. Godetevi alcune delle architetture più raffinate della Russia lungo la Prospettiva Nevskij, con le sue perle, prima di entrare in Piazza del Palazzo, che sicuramente vi toglierà il fiato. Qui troverete il Palazzo d’Inverno e il Museo dell’Ermitage.

Anche chi desidera sperimentare la vita notturna di San Pietroburgo, non rimarrà deluso. Bolshaja Konjushennaja e Rubinshteina sono due vie piene di bar e ristoranti, mentre via Dumskaja offre un'atmosfera più hardcore.

Visto che il mondiale è d’estate, non perdetevi lo spettacolo delle notti bianche e del sollevamento dei ponti sul fiume Neva.

Distanza da Mosca: 720 chilometri

Sochi

La “Riviera russa” è un ottimo posto da visitare tutto l’anno. Ha ospitato le Olimpiadi invernali nel 2014 e ha una pista di Formula Uno, quindi gli appassionati di sport saranno a loro agio qui. Durante l'estate è possibile sedersi sul lungomare e ammirare il tramonto sul Mar Nero. Anche le montagne vicine vantano una natura incredibile, per non parlare dello sci in inverno.

Non esitate a chiacchierare con la gente del posto nel mercato di Adler o su un autobus per Krasnaja Poljana, dove si trova la maggior parte delle stazioni sciistiche: a differenza di molte altre città russe, un sorriso amichevole da uno sconosciuto non sarà disapprovato. 

Distanza da Mosca: 1.620 chilometri

Kazan

Dimenticate Istanbul. È Kazan il posto dove l’Europa incontra l’Asia. La capitale della Repubblica del Tatarstan è stata fondata nel 1005, ed è quindi più antica di Mosca.

Ricchissima di monumenti, qui le cattedrali cristiane svettano accanto alle moschee islamiche e le mura del Cremlino sono sopravvissute all’assedio di Ivan il Terribile. All'interno del bianco Cremlino di Kazan, patrimonio mondiale dell’Unesco, ci sono sia la moschea Qolşärif, la seconda più grande d’Europa, che la Cattedrale ortodossa dell'Annunciazione.

La città è anche conosciuta per la sua cucina. In nessun altro posto in Russia sarà offerta al viaggiatore una tale varietà di prelibatezze, tra cui carne di cavallo, pilaf di Kazan, chak-chak e altri dolci elaborati. Camminate lungo il fiume Volga dopo una partita, trovate un ristorante e infilatevici. In città c’è anche un interessante Museo dello stile di vita sovietico, e potrete seguire le orme di Lev Tolstoj, che qui studiò.

Distanza da Mosca: 815 chilometri

Kaliningrad

Questo avamposto russo nel cuore dell'Europa incanta i visitatori con un insolito mix di architettura gotica e sovietica. I vecchi quartieri della città sono sopravvissuti a due bombardamenti della Seconda guerra mondiale: sono incredibilmente pittoreschi con ciottoli e case di mattoni rossi.

Le attrazioni principali per gli appassionati di storia sono l'antica porta della città, i bastioni e le fortificazioni risalenti al XVII secolo. Quello, insomma, che è rimasto della prussiana Königsberg. Le spiagge sabbiose del Mar Baltico, una delle quali ha ottenuto la prima bandiera blu per la Russia, offriranno ai tifosi di calcio un luogo di riposo dopo i match.

Distanza da Mosca: 1.260 chilometri

Ekaterinburg

Ekaterinburg è la destinazione perfetta per chi ama la natura. Sebbene questo enorme centro industriale sia la quarta città più grande della Russia, i parchi nazionali che la circondano sono davvero fantastici.

Gli Urali offrono innumerevoli percorsi escursionistici per chi è in cerca di una breve pausa dalla città e dalla confusione della Coppa del Mondo.

Ekaterinburg è dove ebbe fine la storia della dinastia dei Romanov. La famiglia imperiale venne infatti fucilata qui, nel 1918. Quindi si tratta di un luogo importante per la storia russa. Mentre se siete appassionati di architettura, troverete qui molte perle del costruttivismo. Qualunque cosa stiate cercando, la città è un'alternativa degna a Mosca e San Pietroburgo.

Distanza da Mosca: 1.760 chilometri

Nizhnij Novgorod

Nizhnij Novgorod è una buona città per gli appassionati di calcio, soprattutto vista la relativa vicinanza a Mosca: meno di cinquecento chilometri. È possibile arrivare in auto dalla capitale russa, attraversando le sterminate campagne.

La principale attrazione turistica è il Cremlino della città, una costruzione imponente con una vista fantastica sui fiumi Volga e Oka, che si incontrano nel cuore della città.

Chiusa agli stranieri durante gli anni sovietici, Nizhnij Novgorod (che allora si chiamava Gorkij) è ora un luogo accogliente in cui le persone in crociera lungo il fiume Volga fanno sempre sosta.

Distanza da Mosca: 425 chilometri

Rostov sul Don

Il Sud della Russia è sempre una festa di sole. Rostov dissiperà tutte quelle voci sul fatto che la Russia sia un Paese spoglio, sterile e freddo. Chi è qui per le partite del Mondiale potrà fare una breve gita (50 chilometri) sul Mar d’Azov e rilassarsi sulla spiaggia. Sarà difficile credere di essere ancora in Russia. Una buona scelta per l’escursione potrebbe essere Taganrog (75 chilometri), patria di Chekhov

Distanza da Mosca: 1.109 chilometri

Samara

Avendo poco da offrire in termini di attrazioni culturali e storiche (ad eccezione di un museo e un bunker della seconda guerra mondiale), Samara si concentra sulla valorizzazione del fiume Volga: lungo le sue rive si può prendere il sole e passare il tempo in accoglienti ristoranti e caffè. E, a quanto pare, è un’ottima città per fare shopping

Fuori città, le montagne Zhiguli offrono lo sfondo perfetto per qualche passeggiata.

Distanza da Mosca: 1.075 chilometri

Saransk

Ancora un'altra città sul fiume Volga, Saransk, è la capitale della Repubblica di Mordovia e un centro relativamente piccolo, con i suoi 305 mila abitanti, rispetto alle altre città che ospitano la Coppa del Mondo.

Ma allo stesso tempo è un crogiolo di gruppi etnici di origine ugro-finnica. Oltre alle partite della Coppa del Mondo, cercate i festival folcloristici che sono costantemente organizzati in città.

Distanza da Mosca: 625 chilometri

Volgograd

Questa è probabilmente la città che incita maggiormente al patriottismo in Russia. Precedentemente nota come Stalingrado, fu testimone di una delle più sanguinose battaglie della Seconda Guerra Mondiale, che si rivelò la svolta del conflitto e che ha ispirato grandi film. L’eroica eredità è incarnata dal magnifico complesso memoriale noto come Mamaev Kurgan. È un omaggio ai sacrifici dei soldati sovietici morti per fermare l'avanzata nazista: una statua della madre Russia alta 72 metri con in mano una spada gigante.

La città è nota per le sue pratiche di ecoturismo: le sue valli lungo il fiume Volga sono il paradiso degli appassionati di bird-watching.

Distanza da Mosca: 970 chilometri

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie