Un week end a Samara

Vista notturna di Samara (Foto: Igor Stepanov)

Vista notturna di Samara (Foto: Igor Stepanov)

Visitare la città seguendo gli itinerari dei tifosi di calcio e degli appassionati di festival di musica rock

Sono due le tipologie di viaggiatori che percorrono regolarmente il tragitto, lungo un migliaio di chilometri, che da Mosca porta a Samara. I primi sono tifosi di calcio che seguono la propria squadra nelle varie trasferte, gli altri sono appassionati di cantautori e di musica rock che, ogni anno in migliaia, si recano a Samara per assistere ai “Woodstock” locali, ovvero, il Festival Grushin e il Rock sul Volga.

Se volete assaporare il lato più autentico di questa città sono proprio questi ragazzoni vestiti con felpe Umbro o i viaggiatori barbuti che si trascinano dietro una custodia per la chitarra che dovete consultare. Russia Oggi li ha seguiti in giro per le strade della città.


Sabato, ore 11. Vista sul Volga
Samara sorge sulle rive del fiume Volga, o Volga-Matushka (Madre-Volga), com’è conosciuto nella tradizione folkloristica russa. Per gli abitanti della Russia centrale, si tratta del principale fiume del Paese. Il corso d’acqua costeggia la città per ben cinque chilometri, quindi chi vuole, può trascorrere tranquillamente due ore passeggiando lungo le sue rive. Per entrare ancora di più nello spirito del Festival “Rock sul Volga”, mentre passeggiate lungo il fiume e vi concedete una tazza di caffè (circa 1 euro e 50) in una delle tante caffetterie che incontrerete lungo il cammino, potreste ascoltare qualche successo della musica russa moderna.

Ore 12. Una camminata nel parco
Potete concludere la passeggiata facendo visita al Giardino Strukovskij, uno degli angoli più belli della città, amato tanto dai tifosi di calcio quanto dagli ospiti dei festival di musica rock.

Ore 12.30. Il bunker di Stalin
Nonostante a Samara sia meglio non parlare della Rivoluzione, se non sottovoce, a soli due passi dal Giardino Strukovskij, troverete il Bunker di Stalin. In passato era un luogo segretissimo, oggi, invece, è una delle maggiori attrazioni turistiche della città. Come si conviene a nascondigli simili, l’entrata al rifugio sotterraneo del leader sovietico è piuttosto discreta e difficile da scovare. Vi diamo un indizio: il bunker è situato sotto l’edificio dell’Accademia moderna dell’Arte e della Cultura, dietro a una porta appena percettibile, nel cortile del palazzo.

Costruito durante la Seconda Guerra Mondiale, rimane, ad oggi, uno dei rifugi sotterranei più profondi e inespugnabili del mondo. Il nascondiglio si trova a una profondità di 37 metri, l’equivalente di un edificio di 12 piani. Per fare un confronto: la profondità del bunker di Hitler a Berlino era pari solo a un edificio di cinque piani, mentre quella dei nascondigli di Churchill e Roosevelt solo di due piani.

Il rifugio dispone di un sistema indipendente di ricambio dell’aria e di un proprio generatore di elettricità. Il complesso è mantenuto in perfetto stato operativo e garantirebbe un’autonomia di cinque giorni. Il biglietto d’entrata costa sui due euro.

Ore 15. Birra al sapore di Urss
Dopo questo breve viaggio nella Samara sotterranea, incomincerete sicuramente ad avere fame ed è qui che vi verrà in mente uno dei simboli della città, il famoso birrificio di Samara, che, in epoca sovietica, produceva la birra più popolare del Paese, la Zhigulevskoe. Durante l’Urss, in tutto il Paese vi erano decine di stabilimenti che producevano questa marca di birra, ma gli abitanti di Samara rimangono convinti del fatto che solo quella prodotta nella loro città era un’autentica Zhigulevskoe. Potrete assaporare l’orgoglio dei mastri birrai sovietici nel ristorante del birrificio, situato in uno degli edifici più antichi del complesso, in Volzhskij prospekt, 4. L’insegna all’esterno “U Vakano” ha un aspetto peculiare e tutto fuorché sovietico. Il nome deriva dal fondatore della birreria, Alfred von Vacano, un austriaco che fu il primo a importare l’arte della birrificazione a Samara.

Il menu offre i piatti tradizionali di una classica birreria, con riferimenti alla cucina della Germania, del Mediterraneo e della Repubblica Ceca, oltre a prelibatezze russe come la zuppa alla Suvorov, spezzatino e un’ampia scelta di piatti a base di pesce, pescato direttamente nel Volga. Chi ordina il cosciotto di maiale riceve gratis un litro di birra. I prezzi vanno da 15 a 45 euro.

Ore 17. Al “Na dne”
Allo stesso indirizzo (Volzhskij prospekt, 4), troverete il “Na dne” (“Nelle profondità”), un ristorante in cui vi potrete letteralmente immergere nello spirito locale. Quando gioca la squadra di calcio del posto, i Krylja Sovetov, gli spettatori provenienti da altre città russe sono soliti fermarsi in questo straordinario ristorante prima di dirigersi allo Stadio Metallurg. Qui troverete bandiere di calcio, canti e un fiume di birra Zhigulevskoe.

E quando diciamo un fiume di birra, non stiamo scherzando. La birra che viene servita al bar, proviene direttamente dal birrificio, attraverso una serie di tubi. Quindi non preoccupatevi della sua qualità o della possibilità che possa finire da un momento all’altro. Mezzo litro di birra costa 1 euro e 50. Tuttavia, solo chi non si lascerà scoraggiare dall’aspetto piuttosto trasandato dello stabilimento potrà confermarlo di persona.

Oltre alla birra, il ristorante offre svariati piatti a base di pesce, pescato in zona: vobla, chekhon, storione, salmone, pesce bianco d’acqua dolce, abramidi, triglie e lucci. E ovviamente un classico sovietico: i gamberi di fiume.

Ore 19. Lo stadio Metallurg
In tutta Samara, non c’è posto migliore dello stadio Metallurg dove respirare l’atmosfera autentica della “capitale russa della birra”. Lasciatevi pure trascinare dall’ondata di tifosi locali e andate a tifare per i Krylja Sovetov allo stadio che si trova in ulica Stroitelej numero 1. I biglietti per un buon posto non vi costeranno più di 15 euro.

Ore 21. Un tetto sulla testa
Sono pochi i tifosi di calcio che partono alla volta di Samara con i soldi sufficienti per potersi pagare una camera d’albergo. Ma non preoccupatevi, il problema è facilmente risolvibile: a Samara il couch-surfing è sorprendentemente molto popolare. Sul sito Internet potrete trovare più di un migliaio di offerte per passare la notte in questa cittadina russa.

Chi, invece, non è disposto a sacrificare il comfort per il gusto dell’estetica, Samara offre hotel di tutto rispetto, tra cui, anche alcune importanti catene alberghiere a livello mondiale. Non lontano dal Giardino Strukovskij, troverete l’Holiday Inn (ulitsa Alekseja Tolstogo, n. 99), il Bristol Zhiguli (ulitsa Kujbysheva, n. 111) e l’Hotel Europa (ulitsa Galaktionovskaja, n. 171). Una stanza costa in media sui 100 euro a notte.

}

Domenica

Ore 11. Una gita fuori città
Il secondo giorno a Samara è meglio trascorrerlo fuori città, quindi prima di partire assicuratevi di fare un’abbondante colazione. L’orgoglio della regione di Samara è la riserva naturale di Zhiguli, situata in prossimità della Samarskaja Luka (l’Ansa di Samara). I monti Zhiguli, alti 375 metri sopra il livello del mare, occupano gran parte della riserva. Vi è anche un “distretto dell’acqua”, con dieci diverse isole da vedere.

L’elenco degli itinerari offerti dal parco è davvero impressionante, pertanto vi consigliamo di scegliere quello che più vi piace e prenotare in anticipo un’escursione. In questo modo sarete sicuri di trovare tutto pronto al vostro arrivo, soprattutto una guida e un’automobile. Il modo più comodo per esplorare le montagne, infatti, è a bordo di una vettura. L’escursione dura circa 3-4 ore è ha un costo che si aggira sui 100 euro. (Per il tour virtuale cliccare qui).

Ore 14. La pista per gli elicotteri
Se preferite organizzare da soli le vostre escursioni, allora potete ascoltare i consigli degli esperti del luogo. Uno dei luoghi favoriti dai turisti e dagli abitanti del posto è la piazzola d’atterraggio degli elicotteri, tappa obbligata di tutti i novelli sposi che vogliono scattare delle foto nel giorno delle nozze. Ma potete recarvi anche quando non c’è nessuno. Il motivo di tanta popolarità tra i novelli sposi, vi risulterà subito chiaro: da qui si può godere di una vista mozzafiato sul fiume Volga, i monti Zhiguli e l’intera città di Samara.

Potete raggiungere la pista per elicotteri a bordo di diversi autobus e minibus (l’N1 e l’N50, tra i tanti), in partenza dalla stazione ferroviaria di Samara. Il tragitto dura circa un’ora, dopodiché avrete il resto della giornata a disposizione per fare una passeggiata lungo i percorsi pavimentati, godere di una vista meravigliosa sul Volga, mangiucchiare qualcosa in una delle tante caffetterie, e scattare qualche foto ricordo.

Ore 16. L’eredità militare
Samara non è solo montagne e birra. La squadra di calcio locale non si chiama “Krylja Sovetov” (Ali sovietiche) per nulla! In epoca sovietica, Samara era un importante centro dell’industria aeronautica, specializzato nella produzione di motori aerei, così come di altre macchine per usi pacifici e non. Vi sono diversi musei in cui potrete conoscere l’“orgoglio militare” della città.

Il posto migliore per iniziare è il Museo della Cosmonautica (prospekt Lenin, 21). Molte città russe possiedono un museo simile, ma quello di Samara è particolare. L’attrazione principale è il leggendario Soyuz, un razzo vettore dell’epoca sovietica. E non stiamo parlando di un modello in scala, bensì di un razzo vero e proprio! L’intero centro espositivo sorge all’interno di una base di lancio spaziale fittizia. Il biglietto d’entrata costa 5 euro; per fare foto e video dovrete pagare una somma a parte.

Come arrivare a Samara

In treno: I treni per Samara partono dalla stazione Kazanskij di Mosca. L’opzione migliore è prendere il treno espresso Zhiguli che offre carrozze con aria condizionata e un servizio eccellente durante le 14 ore di viaggio. I treni normali ne impiegano 17, ma la differenza di prezzo è minima. I biglietti di sola andata partono dai 50 euro.

In aereo: Gli aerei diretti a Samara partono più o meno con la stessa frequenza dei treni, da tutti gli aeroporti di Mosca. Il volo dura circa un’ora e mezza e i biglietti costano approssimativamente 70-100 euro.

In autobus: potete raggiungere Samara anche in autobus, prendendolo nell’autostazione centrale di Mosca. Biglietti da 25 euro.

In auto: Samara si trova a circa mille chilometri da Mosca, quindi l’idea migliore sarebbe partire in compagnia di qualcuno e guidare a turno. Per chi invece se la sente di partire all’avventura, rimane sempre l’alternativa dell’autostop.

Souvenir
Come nel resto delle città russe, i principali souvenir di Samara sono emblemi e simboli della città. Su ogni bancarella troverete un boccale di birra a ricordarvi che Samara è la capitale russa della birra. Un altro souvenir tipico sono delle sculture in legno di cedro raffiguranti scorci di Samara. Le botteghe Zhiguli offrono una vasta scelta di souvenir: fischietti, bambole fatte a mano, souvenir in legno dipinto secondo la scuola di Syzran, portafortuna e amuleti.

Prezzi medi dei souvenir tipici di Samara:

Scatole in legno decorato - 2 euro

Piattini in terracotta, emblemi della città, fatti di argilla di Syzran - a partire da 1 euro e 50

Piatti in legno dipinto - a partire da 12 euro

Riproduzioni con panorami della città di Samara e dei monti Zhiguli - a partire da 4 euro

Bandierine da tavolo di Samara e della regione di Samara - a partire da 3 euro

Libri su Samara e sulla regione di Samara - a partire da 8 euro

Matrioshke - a partire da 1 euro

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta