Mosca e San Pietroburgo: metropolitane a confronto

Lori/Legion-Media
Dalla connessione internet al metodo di pagamento del biglietto: ecco le principali differenze tra le sotterranee delle due città più grandi della Russia

Passeggeri in metropolitana. Fonte: TASS/Nikolaj GalkinPasseggeri in metropolitana. Fonte: TASS/Nikolaj Galkin

La metropolitana di San Pietroburgo è più giovane e meno tecnologica, mentre quella di Mosca è più antica e tecnologicamente avanzata. Ma ci sono numerose altre caratteristiche che le differenziano e che le rendono attrattive per i turisti.

1. Wi-fi

Fonte: TASS/Roman BalaevFonte: TASS/Roman Balaev

I moscoviti si sono abituati ormai da un pezzo a connettersi gratis a internet anche nel sottosuolo: nei vagoni della metropolitana si può accedere al wi-fi da dicembre del 2014. Nelle stazioni della metropolitana di Mosca il wi-fi non funziona, ma in compenso ci si può connettere a internet col cellulare. 

Nei vagoni della metropolitana di Pietroburgo la connessione a internet è comparsa solo dal 30 maggio di quest’anno e unicamente su una linea, ma in compenso entro la fine dell’anno sarà attiva dappertutto.

2. Un modo old style per pagare la corsa

Fonte: Lori/Legion-MediaFonte: Lori/Legion-Media

Per circolare sui treni della metropolitana di Mosca potete acquistare un biglietto cartaceo per un solo viaggio al prezzp di 55 rubli (0,97 dollari), oppure una tessera magnetica, la “Troika”, con cui potrete viaggiare sui mezzi di superficie e pagare i biglietti di alcuni musei cittadini, “ricaricandola” con la carta di credito o integrando i pagamenti coi contanti in qualunque momento.

Nella metropolitana di Pietroburgo si possono usare per la corsa, oltre alle tessere ricaricabili, anche dei gettoni di metallo un po’ antiquati, ma per questo ancora più suggestivi. I viaggiatori spesso li raccolgono come souvenir e li conservano nel portafogli. Per la metropolitana di Mosca, invece, i gettoni non vengono più prodotti da vent’anni e l’ultimo ha superato i tornelli nel 1999.

3. Gli “ascensori orizzontali”

Fonte: TASS/Sergej KonkovFonte: TASS/Sergej Konkov

Gli “ascensori orizzontali” si trovano solo nella metropolitana di Pietroburgo: sono dette così 10 stazioni speciali con serramenti in ferro sulla piattaforma che separano il vestibolo della stazione dalla galleria. I treni si fermano in modo che i battenti delle porte dei vagoni combacino esattamente con quelli delle porte della sala come negli ascensori quando le porte scorrevoli della cabina si aprono sincronicamente con quelle del pozzo dell’ascensore sul pianerottolo di ogni piano. Da qui il nome di questo tipo di stazioni.

Dal 1935 ad oggi: come è cambiata la metro di Mosca


Queste stazioni chiuse sono comparse nella metropolitana di Pietroburgo per proteggere i passeggeri e i dipendenti da erosioni e inondazioni: il suolo di Pietroburgo è impregnato d’acqua e spesso vi si trovano delle masse di sabbia umida della larghezza di mezzo chilometro in grado di liquefarsi. Costruire la metropolitana a Pietroburgo è una vera sfida. Gli ingegneri sovietici hanno dovuto raffreddare il terreno paludoso con dell’azoto liquido e a causa di ciò i costi di costruzione sono lievitati a dismisura. Sono state pompate sottoterra oltre ottomila tonnellate di gas liquefatto. La prima stazione con l’“ascensore orizzontale” è stata quella di Park Pobedy, costruita nel 1961.

4. I servizi

Fonte: Lori/Legion-MediaFonte: Lori/Legion-Media

Nella metropolitana di Mosca si può inviare un pacco da un capo all’altro della città attraverso il servizio di posta celere. Basta raggiungere il banco informazioni con il pacco non sigillato, che non deve pesare più di 3 kg, riempire il modulo, pagare la consegna che costa da 100 a 550 rubli (2-10 dollari) e avvisare il destinatario. I pacchi spediti dalla stazione della metropolitana vengono consegnati oltre che a Mosca, in altre 33 città russe. 

È possibile guidare un treno della metropolitana di Mosca usando il simulatore interattivo, fare una corsa su un treno vintage degli anni Trenta o guardare la cronaca storica e ammirare le collezioni delle uniformi prenotando un’escursione gratuita alla stazione “Vystavochnaja”: registratevi al Centro di orientamento professionale al secondo piano nel vestibolo, dalle 10 alle 18.

Ogni giorno i moscoviti si affrettano verso le loro occupazioni sotto le splendide volte di granito della metropolitana, accompagnati dalla musica  dal vivo: musicisti e cantanti si esibiscono in appositi spazi nei sottopassaggi tra le stazioni e i vestiboli. Per ascoltare gratuitamente opere, esecuzioni di musica folk o rock nella metropolitana di Mosca consultate l’orario (in russo). 

5. Leggende urbane

Fonte: Lori/Legion-MediaFonte: Lori/Legion-Media

Ogni metropolitana ha i suoi talismani, che secondo i cittadini, portano davvero fortuna. A Mosca gli studenti prima di affrontare gli esami di ammissione all’Mgu e le sessioni d’esame strofinano il naso contro il cane di bronzo ai piedi del monumento alla guardia di confine, che si trova nella stazione “Ploshchad revolyutsii”.

Clicca qui per ammirare i dettagli
della fermata Ploshchad revolyutsii


Per propiziarsi la fortuna nelle questioni di denaro si strofina la cresta del gallo di bronzo della statua eretta alla kolkhoznitsa: a causa di tutti gli strofinamenti la scultura del gallo da marrone che era è diventata per il 60% dorata. A quanto pare i problemi finanziari devono assillare  parecchio i moscoviti. Volete conoscere altri usi bizzarri della Russia? Strofinate le bandiere di segnalazione della statua al marinaio segnalatore. Secondo una leggenda urbana, se lo farete, potrete viaggiare molto più spesso.

Nella metropolitana di Pietroburgo a fungere da talismano sono gli uccelli: se nel mosaico della stazione “Bukharestskaja”, intitolato “Autunno nel parco”, riuscirete a individuare la cinciallegra nascosta tra le foglie, i vostri desideri si avvereranno.

Ti potrebbero interessare anche:

La metro di Mosca ospita la moda

Scendete insieme a noi nella metro di Mosca: il video a 360º

Come sopravvivere nel traffico di Mosca

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale