Scendete insieme a noi nella metro di Mosca: il video a 360º

Garrett Ziegler/flickr.com/BY-NC-ND
Ammirate i dettagli della sotterranea più bella del mondo: gli affreschi, i mosaici, le statue, i treni e i passeggeri. Un viaggio virtuale che vi farà venire voglia di salire subito a bordo

Se ancora non avete avuto la possibilità di osservare la metro di Mosca, non perdetevi l’occasione di ammirarla a 360º! Spostando il cursore del mouse nelle varie direzioni di questo video, potrete osservare gli affreschi, gli stucchi, i mosaici, le statue, le colonne, ma anche i passeggeri e i treni della sotterranea.

Scendete insieme a noi nel labirinto di linee che attraversa il ventre della città: l’ingresso dalla fermata Piazza Piazza della Rivoluzione, vicino al Cremlino e a pochi passi dal Teatro Bolshoj, vi condurrà in una delle stazioni più affascinanti, dove ogni giorno migliaia di passeggeri ammirano le statue che abbelliscono i binari. Secondo la leggenda, toccare il naso del monumento a forma di cane porta fortuna, soprattutto agli studenti.

Un fascino senza tempo

Considerata una delle più bella al mondo, la metro di Mosca batte ogni record per quanto riguarda la puntualità: la puntualità nella circolazione è pari al 99,99%, mentre il tempo di attesa medio fra un treno e l’altro, nell’ora di punta, è di 90 secondi. Nel 2014 ha trasportato circa 2,4 miliardi di passeggeri. Oltre 145 miliardi di persone hanno viaggiato al suo interno in 80 anni di vita della metro. 

I lavori di costruzione iniziarono negli anni Trenta del Novecento, mentre le prime tredici stazioni vennero aperte il 15 maggio 1935. Oggi, delle oltre duecento stazioni che compongono la metro, 44 sono considerate patrimonio culturale. 

Secondo una leggenda, la linea circolare venne disegnata dopo che Stalin, durante una riunione, posò una tazza di caffè sopra la piantina della metro. Su questa cartina rimase la macchia del caffè che circondava il centro della città. Stalin la indicò e ordinò di realizzare su quel tracciato una linea di trasporto. Per questo, dice la leggenda, la linea circolare porta il colore marrone.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta