I dieci articoli di economia più letti nel 2020

Legion Media
Ovviamente ha tenuto banco la crisi seguita alla pandemia, ma i temi che hanno destato maggiore interesse sono stati il fare business in Russia, la tassazione nel Paese (significativamente più bassa che in Italia), e le possibilità di investire o di trovare lavoro a Mosca

1 / Coronavirus, Putin telefona a Conte: la Russia invierà specialisti e attrezzature all’Italia

Nella sezione “Economia” di “Russia Beyond” l’articolo di gran lunga più letto di tutto il 2020 è stato quello che riportava la notizia, il 21 marzo scorso, di una telefonata del presidente Vladimir Putin al premier italiano Giuseppe Conte per offrire l’invio di specialisti e attrezzature di soccorso per aiutare l’Italia duramente colpita dalla prima ondata di Covid-19.

Se l’argomento vi ha interessato, potete leggere anche questi altri tre articoli dai nostri archivi:

  1. Dalla Russia con amore: già arrivati in Italia gli aiuti promessi da Putin contro il coronavirus 
  2. Coronavirus, chi sono i medici militari inviati dalla Russia in aiuto dell’Italia? 
  3. Coronavirus, il borsch per i medici russi all’ospedale di Bergamo: “Scusate, è la prima volta” 

2 / Puoi permetterti di vivere a Mosca? Ecco quanto costa

Al secondo posto si è piazzato un grande bestseller, che dal 2017, quando è uscito, è sempre nelle posizioni di testa nelle classifiche annuali: una guida a quanto costa vivere a Mosca per chi sogna di trasferirsi nella capitale russa. L’analisi è estremamente dettagliata, dai supermercati dove fare la spesa ai servizi di trasporto pubblico, dagli affitti alle bollette, fino alla tazzina di caffè.

Se l’argomento vi ha interessato, potete leggere anche questi altri tre articoli dai nostri archivi:

  1. Quanto costa un biglietto della metro di Mosca nel 2020? Il confronto con le metropoli mondiali 
  2. Quanto costa vivere a San Pietroburgo? 
  3. Quanto costa fare la spesa in Russia? 

3 / Come funzionava l’economia sovietica e perché arrivò al collasso

Terzo al traguardo è arrivato un articolo di ricostruzione storica sull’economia sovietica e il suo fallimento, che cerca di rispondere a domande come: perché l’Urss fu la seconda potenza industriale al mondo, ma vide formarsi file enormi di cittadini per acquistare la carta igienica? O perché i sovietici avevano tanti soldi, ma non sapevano come spenderli?

Se l’argomento vi ha interessato, potete leggere anche questi altri tre articoli dai nostri archivi:

  1. Perché il sistema socialista crollò in Unione Sovietica? 
  2. Così la politica dei prezzi del petrolio innescò il crollo dell’Urss 
  3. Cos’è che non andava nella vita in Unione Sovietica? 

4 / Covid: La Russia allenta la chiusura delle frontiere, annunciata la fine del lockdown a Mosca

Al quarto posto, ecco di nuovo il Covid-19 e le sue conseguenze, con un articolo di giugno su un primo allentamento della chiusura delle frontiere e la fine del lockdown a Mosca che lasciava ben sperare su un ritorno della vita normale (la seconda ondata era ancora lontana).

Se l’argomento vi ha interessato, potete leggere anche questi altri tre articoli dai nostri archivi:

  1. Come ha influito il lockdown sul business degli imprenditori stranieri in Russia? 
  2. Effetto coronavirus sulle esportazioni russe: ora il grano costa più del petrolio 
  3. Il Covid affossa il commercio italo-russo: è forse giunta l’ora di dimenticare le sanzioni? 

5 / Perché la Russia ha ridotto il suo debito a zero?

Il rapporto debito/Pil della Russia è tra i più bassi al mondo (al momento dell’uscita di questo articolo, nel settembre 2019, era del 15%). Ben lontano dai livelli dell’Italia, Paese che con il suo 134% è tra i più indebitati in assoluto. Forse anche per questo il pezzo ha destato così tanta curiosità.

6 / I cinque errori principali degli imprenditori italiani in Russia

La gran parte degli altri articoli entrati nella Top 10 di “Economia” riguarda le possibilità di business in Russia. Al sesto posto ad esempio, c’è una rassegna degli errori che compiono più spesso gli italiani che decidono di mettersi alla prova come imprenditori nel Paese più grande del mondo.

Se l’argomento vi ha interessato, potete leggere anche questi altri tre articoli dai nostri archivi:

  1. Otto consigli per avere successo in un incontro d’affari con i russi 
  2. Come non far saltare un affare con i russi per le incomprensioni culturali 
  3. Italia-Russia: come far crescere il proprio business nonostante Covid e sanzioni 

7 / Quante e quali tasse si pagano in Russia? E com’è il trattamento fiscale per gli stranieri?

Al settimo posto segue quella che è probabilmente la principale preoccupazione di chi vuole mettersi in affari: quante tasse bisogna pagare in Russia? La risposta breve è: molte meno che in Italia. Per quella più articolata, leggetevi l’articolo.

8 / Quali sono le professioni che in Russia garantiscono uno stipendio migliore?

Chi invece preferisce il lavoro dipendente cerca molto spesso di orientarsi sulle pagine di “Russia Beyond” su quali siano le professioni più richieste e ben pagate in Russia. Ci sono sorprese nelle gerarchie salariali, rispetto a quello a cui si è abituati in Italia e in Europa.

9 / Vincenzo Trani, come un italiano è diventato uno dei protagonisti della finanza russa

Vincenzo Trani, oggi presidente della Camera di commercio italo-russa, è l’uomo che, tra le altre cose, ha portato il car-sharing a Mosca, ed è uno dei volti più importanti della finanza russa. Da qualche mese tiene una rubrica su “Russia Beyond”: “Fare affari in Russia”, spesso incentrata sul concept del “Made with Italy”.

10 / Vodka, banja e donne al potere: un top manager italiano racconta com’è lavorare in Russia

E al decimo posto della classifica degli articoli più letti della sezione “Economia” nel 2020 c’è il ritratto, che avevamo realizzato nel 2018, di un altro uomo d’affari italiano venuto in Russia, Luigi Tozzi-Spadoni.


Chi avesse ancora voglia di leggere e fosse in cerca di ulteriori spunti, non deve far altro che scorrere il nostro archivio dei temi di Economia 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie