Come sono le undici principali destinazioni turistiche russe in diverse stagioni? Le foto

Kirill Zykov/«Moskva agency»
Volete decidere quando programmare un viaggio a Mosca, a San Pietroburgo, in Carelia, sul Lago Bajkal o nella remota Jacuzia? Qui potrete farvi un’idea migliore su come appaiano in primavera, in estate, in autunno e in inverno

Piazza Rossa, Mosca

Sì, sì, sembrerà un po’ un cliché, ma la Piazza Rossa, nel cuore di Mosca, è ancora la destinazione più popolare della Russia. Ed è davvero bella in ogni stagione! In primavera, di solito vi si possono trovare mostre di fiori e parate, in estate festival librari e concerti, in autunno, mercati con cibi deliziosi, e in inverno, la Piazza Rossa si trasforma in un’accogliente pista di pattinaggio e diventa il posto migliore per celebrare il Capodanno! 

Cremlino, Mosca

Nella sua lunga storia, il Cremlino di Mosca è stato di legno, di pietra bianca, quindi di pietra dipinta di rosso; è bruciato più volte, è stato attaccato, ricostruito ed è sempre risorto. All’interno delle mura del Cremlino, vedrete molti edifici e monumenti interessanti, tra cui il cannone più grande del mondo, lo Zar-pushka e la campana più grande del mondo, nonché il palazzo dove lavora il presidente russo. Vi consigliamo anche di dare un’occhiata al Cremlino dal fiume Moscova, magari a bordo di una crociera fluviale: non è meraviglioso?

Peterhof, San Pietroburgo

Questa splendida residenza imperiale fuori San Pietroburgo è spesso paragonata a Versailles. Per inciso, Peterhof ha il più grande sistema di fontane e cascate al mondo! Le più sorprendenti sono la cascata della montagna degli scacchi, la fontana di Sansone e la grande cascata del palazzo principale. La stagione delle fontane dura da metà maggio a metà settembre con grandi eventi di gala di apertura e chiusura.

Piazza del Palazzo, San Pietroburgo

Questo è il punto di partenza di ogni avventura a San Pietroburgo: date un’occhiata al Palazzo d’Inverno (che ora è il Museo dell’Ermitage), alla Colonna di Alessandro e all’Arco di Trionfo. A solo un minuto a piedi dalla piazza, vi ritroverete sull’argine del fiume Neva con una vista pittoresca sull’isola Vasilevskij. Il periodo migliore per visitare San Pietroburgo è all’inizio dell’estate, nella stagione delle “Notti Bianche”, ma, a dire il vero, è affascinante in qualsiasi momento dell’anno.

Lago Bajkal, Regione di Irkutsk e Buriazia

Di solito, le persone trascorrono le loro vacanze estive sul lago, ma sarebbe un peccato perdere la bellezza del ghiaccio invernale blu del Bajkàl, il lago più profondo del pianeta! Il ghiaccio del Bajkal è famoso per le sue forme incredibili: immaginate, cerchi bianchi si formano sulla superficie trasparente blu dell’acqua congelata. E questo ghiaccio è così forte che in inverno vi si svolgono sopra anche gare di velocità!

Isola di Kizhi, Carelia

In questo museo etnografico all’aperto sul Lago Onega, sono stati riassemblati molti edifici in legno del XVII-XIX secolo del Nord russo. L’insieme architettonico di Kizhi Pogost, che comprende la Chiesa della Trasfigurazione, la Chiesa dell’Intercessione della Santa Vergine e il suo campanile, è stato inserito nella lista del patrimonio mondiale dell’Unesco. Sebbene il museo sia aperto tutto l’anno, la maggior parte dei turisti di solito arriva in estate. Gli inverni sono piuttosto rigidi in Carelia e potrebbero esserci problemi di navigazione in autunno e in primavera.

Pilastri della Lena, Jakuzia

Le guide turistiche dicono che i Pilastri della Lena sono un luogo che tutti dovrebbero visitare almeno una volta nella vita. Bene, è difficile non essere d’accordo con gli esperti di viaggio! In questo parco nazionale, incluso anche lui nella lista del patrimonio mondiale dell’Unesco, godrete di una spettacolare vista su delle scogliere formatasi 400 mila anni fa. Il periodo migliore per la visita è tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo percorrendo il fiume Lena ghiacciato in auto, o in estate in barca.

Chiesa dell’Intercessione sul Nerl, Regione di Vladimir

Per raggiungere questo singolare edificio sacro in pietra bianca costruito a metà del XII secolo, dovete attraversare circa 1,5 km su prato alluvionale dal villaggio di Bogoljubovo (un tempo residenza del duca Andrej Bogoljubskij), nella Regione di Vladimir. La chiesa sorge su una collina artificiale alla confluenza dei fiumi Kljazma e Nerl. Le leggende dicono che questa chiesa sia stata fondata in onore di Izjaslav, morto nella battaglia di Volga, in Bulgaria. La chiesa è molto luminosa ed elegante. Ed è straordinariamente antica!

Solovki, Regione di Arkhangelsk 

Quello delle Solovki è un arcipelago di sei isole del Mar Bianco, nel Nord Russo. Questo luogo è noto per essere stato sede di uno dei più famigerati gulag, lo Slon, nonché per essere stato un antico monastero ortodosso. Inoltre, i turisti visitano le Solovki per la bellissima natura nordica e i misteriosi labirinti di pietra.

Krasnaja Poljana, Sochi

La località che ha ospitato le Olimpiadi invernali del 2014 è la meta preferita da tutti gli appassionati di sport invernali! La stagione sciistica dura da inizio dicembre a fine marzo. Tuttavia, a Sochi troverete cose interessanti da fare tutto l’anno: questo è un ottimo posto per escursioni, mountain bike e altri sport estremi.

Penisola di Neringa, Regione di Kaliningrad

Ciò che sorprende in questo parco, è che su una stretta striscia di terra (larga meno di 4 km), con un istmo largo appena 380 metri nei pressi della località di Lesnoe, ci sono una grande varietà di aree naturali. Dune lunghe e sabbiose, pinete misteriose, prati soleggiati, e una varietà di animali selvatici, tra cui volpi e lepri. La natura pacifica rende la Penisola di Neringa uno dei parchi nazionali più attraenti della Russia. Quando pianificate il vostro viaggio, tenete presente che gli autunni e gli inverni baltici sono generalmente piuttosto piovosi.

Turismo Russia-Italia e coronavirus: quando si potrà tornare a viaggiare? 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie