Noi expat vi raccontiamo com’è stato il nostro Capodanno in Piazza Rossa

Reuters
Se anche voi state pensando di trascorrere le festività invernali a Mosca e di aspettare l’arrivo del nuovo anno in centro, tenete a mente i racconti di questi expat, che hanno fatto questa esperienza negli anni scorsi…

Ogni anno milioni di turisti, soprattutto dall'Europa e dagli Stati Uniti, si recano a Mosca per le vacanze di Capodanno. Restano affascinati dal cibo locale, dalla pulizia della città e dalle incredibili illuminazioni natalizie. Ovviamente il fulcro per eccellenza dei festeggiamenti di Capodanno è la Piazza Rossa, dove la folla festante si raduna in attesa dei rintocchi della torre dell’orologio.

Se anche voi sognate di trascorrere le ultime ore dell’anno in centro a Mosca, all’ombra del Cremlino, tenete a mente i racconti di questi expat, che hanno fatto questa esperienza negli anni scorsi...

Le code all’ingresso

Tanto per cominciare, non crediate che entrare in Piazza Rossa la notte di capodanno sia un gioco da ragazzi: non tutti ci riescono! Bisogna arrivare presto, altrimenti si rischia di rimanere intrappolati nel "traffico" di persone in coda ai metal detector.

Luciana, dall'Italia, racconta di averci provato qualche anno fa: insieme a un’amica che viveva in Piazza Pushkinskaya è scesa in strada un’ora prima della mezzanotte per ammirare lo spettacolo dei fuochi d’artificio vicino alle mura del Cremlino, poco lontane da lì. “Ma una parte della via Tverskaya, che porta da Piazza Pushkinskaya al Cremlino, era chiusa e non ci hanno lasciato passare”.

Così Luciana e la sua amica hanno atteso l’anno nuovo in Piazza Pushkinskaya, dove lo spettacolo è stato altrettanto emozionante. "Ricordo ancora quel momento di euforia! Il nuovo anno è una grande festa in Russia, e non importa dove lo si trascorre".

L’hotel? Prenotate con anticipo!

Per via del grande afflusso di turisti, durante le vacanze di Capodanno gli hotel sono affollatissimi. Ma Erwann, dalla Francia, se ne è accorto solo troppo tardi. Così come racconta il giovane, nel 2014 ha deciso di raggiungere Mosca da Nizhny Novgorod, (dove stava frequentando un periodo di studio) per trascorrere il Capodanno sulla Piazza Rossa. "Ingenuamente ho creduto di poter trovare facilmente un alloggio e così non ho prenotato in anticipo una stanza o un letto in un ostello".

Erwann è arrivato a Mosca nel pomeriggio del 31 dicembre. Zaino in spalla e tanta voglia di avventura.

Dopo aver fatto una passeggiata per il centro, ha iniziato a cercare un posto per la notte... ma gli hotel e gli ostelli erano tutti pieni! La situazione ovviamente è stata complicata dal fatto che Erwann non conosceva bene la città. E così ha vagato sotto la neve per ore, fino a quando, disperato e con piedi e mani congelati, ha trovato finalmente una camera libera. 

"Alla fine, ero così stanco e stressato per aver vagato così tante ore per strada, che mi sono buttato a letto e mi sono subito addormentato… perdendomi tutti i festeggiamenti!”,  ricorda Erwann con un sorriso.  

Date un’occhiata alla nostra guida sui migliori hotel dove alloggiare a Mosca

Il count down in Piazza Rossa 

Koen, dai Paesi Bassi, è riuscito a dare il benvenuto all’anno nuovo sulla Piazza Rossa… ma ammette che non lo avrebbe mai fatto, se non fosse stato trascinato dai suoi amici. Una volta giunto sul posto, ha visto la folla enorme che faceva la fila per attraversare i controlli di sicurezza all’ingresso della piazza, circondata da un numero impressionante di poliziotti. Nonostante i controlli e le restrizioni, Koen e i suoi amici sono riusciti a entrare con un paio di bottiglie di vino. “Ma allo scoccare della mezzanotte ci siamo accorti che non eravamo gli unici: al termine dei festeggiamenti la piazza era piena di cocci e bottiglie di vetro vuote. L'atmosfera era fantastica, eravamo sotto una pioggia di coriandoli, fuochi d’artificio e stelle filanti. Tutti ballavano e la gente saltava di gioia”, ha raccontato Koen a Russia Beyond.

Godersi la festa in un luogo alternativo 

Per godersi l'atmosfera, non è necessario andare direttamente sulla Piazza Rossa. Potete ammirare i fuochi d’artificio dal ponte Bolshoj Moskvoretskij, o concedervi una piacevole passeggiata per le vie del centro. È questo quello che hanno fatto Nicholas e la sua famiglia britannica. Essendo venuti con un bimbo piccolo, hanno preferito evitare la confusione della folla. E così hanno raggiunto in metro il quartiere Tretyakovskaya/Novokuznetskaya e da lì hanno camminato lungo la pittoresca via Pyatnitskaya, addobbata con decorazioni e piena di bar e ristoranti. 

Hanno festeggiato l’arrivo del 1° gennaio sul ponte Bolshoj Moskvoretskij, dal quale si gode di un'ottima vista sulla Piazza Rossa e sui festosi fuochi d'artificio. 

"L'atmosfera era semplicemente incredibile! È stato molto più divertente festeggiare il nuovo anno qui che in Gran Bretagna perché in Russia il Capodanno è la festa numero 1". L’intero paese non va a letto fino a tardi, la gente esce a divertirsi e ad aspettare i rintocchi della mezzanotte. E il giorno dopo? Il 1° gennaio, con le strade deserte e un inusuale silenzio, è il momento ideale per visitare una Mosca magica, completamente diversa! Ve lo abbiamo raccontato qui

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie