Il Bajkal non è così caro e lontano come si pensa: guida pratica a una delle meraviglie della Russia

Getty Images
I collegamenti giornalieri con Mosca e i prezzi accessibili delle strutture ricettive rendono questo luogo una meta meno irraggiungibile di quel che si crede… Con questi nostri consigli non vi resta che studiare l’itinerario e organizzare il viaggio

Quando si pensa alle principali meraviglie naturali della Russia, uno dei primi luoghi che ci vengono in mente è il lago Bajkal. E non a torto! Oltre a essere il lago più profondo e antico del mondo, è considerato dalle popolazioni locali un luogo di grande “potere”. Per gli indigeni buriati, ad esempio, è un posto sacro di pellegrinaggio: collegano le loro origini direttamente al Bajkal e riconducono la loro discendenza ad antenati naturali, come gli animali e gli alberi che crescono sulle sue rive. 

Chi visita questo luogo confessa di percepire una sensazione particolare, mai provata da nessun’altra parte.  

E come stupirsi: ogni punto del lago nasconde antiche leggende e angoli di incredibile bellezza. E pensare che potrebbe non essere sufficiente una vita intera per conoscere a fondo questo luogo!

Ma l’avventura deve pur iniziare da qualche parte! E il fatto che il Bajkal sia spesso considerato una meta costosa e inaccessibile, spinge i più a rinunciare al viaggio. Tuttavia, bisogna riconoscere che non è sempre così. A tal proposito, vogliamo condividere con voi alcuni consigli utili, sottolineando che questa guida si riferisce perlopiù a un viaggio nel periodo estivo; alcune delle informazioni riportate di seguito, infatti, potrebbero non valere durante la stagione invernale. Qui vi abbiamo raccontato l’atmosfera straordinaria che si respira sul Bajkal in pieno inverno.

Prezzi

(Al momento della stesura di questo articolo, il tasso del rublo era piuttosto altalenante, perciò assicuratevi di ricontrollare il tasso di conversione al momento della lettura)

Il volo Mosca-Irkutsk che ho prenotato una settimana prima del viaggio mi è costato circa 18.000 rubli (235 dollari). Prenotando con maggior anticipo, è possibile trovare voli a 10.000-15.000 rubli (133-200 dollari). Sto parlando di compagnie low-cost; se cercate i biglietti sul sito dell’Aeroflot, probabilmente vi costeranno un po’ di più. 

Gli alloggi, come altrove, variano per categoria, servizi offerti, prezzi e dimensioni. Una camera doppia senza troppe pretese, con doccia in comune, in una pensione a Irkutsk e nei più popolari villaggi del Bajkal, costa circa 1.500 rubli (20 dollari) a notte. Se desiderate qualche comodità in più, troverete hotel a partire da 4.000 rubli (53 dollari).

Anche gli spostamenti non sono molto costosi: se siete senza auto, raggiungere Listvyanka da Irkutsk in “marshrutka” (il tipico pulmino russo) vi costerà circa 100-150 rubli (1,30-2 dollari). Un taxi ordinato attraverso l'app YandexTaxi (chiamate i taxi esclusivamente attraverso una app per evitare fregature!) vi costerà circa 1.000 rubli (13 dollari). Il prezzo di una navetta per l'isola di Olkhon va dai 700 ai 1.000 rubli (9-13 dollari), a seconda dell'operatore.

Se invece decidete di noleggiare un’auto, sarete ben più facilitati negli spostamenti. Tuttavia, non sarà così economico come in altri posti d’Europa. Per cinque giorni interi noi abbiamo pagato 23.700 rubli (316 dollari), ma abbiamo scelto una delle maggiori compagnie di noleggio internazionale per evitare brutte sorprese. Le aziende locali potrebbero avere tariffe più economiche, ma il servizio potrebbe lasciare a desiderare. Se avete intenzione di guidare fino a Olkhon, optate per un veicolo robusto (una quattro ruote motrici, se possibile), perché le strade sull'isola sono sterrate. 

Rispetto a Mosca, anche i costi di cibo e tempo libero sono più contenuti: potrete pranzare in una gastronomia spendendo 200-400 rubli (2,50-5 dollari); se invece optate per un ristorante, il conto sarà di circa 500-700 rubli (6,50-9,50 dollari) a testa. 

Tenete conto che alcuni luoghi del Bajkal sono quasi inaccessibili per i turisti fai da te, perciò dovrete per forza prenotare un tour organizzato. Un tour di mezza giornata sull’isola di Ogoj costerà 2.000 rubli (26 dollari); un tour giornaliero alle baie di Peschanaya e Babushka, con partenza da Listvyanka, si aggira intorno ai 5.500-6.000 rubli (73-80 dollari).

Distanze 

Da Mosca ci vogliono circa 6 ore di volo per raggiungere Irkutsk. Dall’aeroporto di Irkutsk, poi, potrete raggiungere Listvyanka in un’ora (una tempistica che si allunga se decidete di prendere la “marshrutka”). Per arrivare a Olkhon, poi, preparatevi ad affrontare 5 ore di viaggio o più, perché molto dipende da quanto tempo dovrete aspettare per salire sul traghetto. I traghetti seguono un orario prestabilito e di solito la partenza è puntuale, ma spesso all’imbarco ci si trova ad affrontare una lunga coda di veicoli in attesa.

Entrambe le strade per Listvyanka e Sakhyurta (il villaggio da dove parte il traghetto per l'isola di Olkhon) sono in buono stato, quindi non preoccupatevi delle buche.

Itinerario, informazioni utili e curiosità

Allora, avete prenotato il volo, l’alloggio e il noleggio dell’auto. Ora arriva la parte più divertente: studiare il percorso e scegliere cosa visitare sul Bajkal. Se avete solo un giorno o due a disposizione, limitatevi a Listvyanka.

Se invece avete 4-5 giorni, saltate Listvyanka e andate direttamente a Olkhon. 

Listvyanka è il villaggio più popolare del Bajkal, perché è a solo un'ora di distanza da Irkutsk, il che lo rende il posto perfetto per andare a visitare il lago più antico del mondo se si arriva con la Transiberiana e si ha a disposizione un solo giorno. Da Listvyanka si possono fare alcune gite in barca intorno alla zona o lungo una parte della vecchia ferrovia del Circum-Bajkal.

Senza voler togliere nulla a Listvyanka, se avete solo 4-6 giorni di tempo, dedicateli all'isola di Olkhon, la destinazione principale del lago Bajkal: qui respirerete il vero spirito del luogo.

È un po’ più lontana da Irkutsk ma le strade sono in ottime condizioni ed è un viaggio panoramico (il paesaggio è semplicemente stupendo! Sembra di essere a bordo di un ottovolante dove la vista cambia bruscamente dalla steppa siberiana alla fitta pineta); ma per arrivare sull'isola con il traghetto (che è gratuito) a volte ci vuole un'eternità, quindi assicuratevi di partire presto per evitare di sprecare un'intera giornata in coda.

Naturalmente, se avete più di una settimana a disposizione, date un'occhiata anche a Listvyanka. Oppure dirigetevi verso la riva settentrionale del Bajkal, che - secondo alcuni abitanti del luogo - è dove inizia la parte più autentica del Bajkal.

Se arrivate a Listvyanka in estate, non potete non fare un’escursione in barca. Se avete un solo giorno a disposizione, concedetevi una passeggiata lungo il lago e godetevi un breve giro in barca di 1 ora (9-10 dollari) fino alla foce del fiume Angara, e magari andate a vedere una delle banye galleggianti che si trovano proprio sul lago.

Se avete un giorno o due, assicuratevi di prenotare un tour in barca fino a Baia Peschanaya (73-80 dollari) e/o lungo la vecchia ferrovia Circum Bajkal (44-50 dollari). Entrambi sono tour di un giorno intero e durante i periodi di punta del turismo estivo è consigliabile prenotare almeno una settimana prima.

Se il Bajkal è il cuore della Siberia, allora Olkhon è il cuore del Bajkal, dicono gli abitanti del posto. Probabilmente alloggerete a Khuzhir, il più grande insediamento dell'isola. 

Molte delle attrazioni turistiche sono accessibili soprattutto in barca. Se siete in un gruppo numeroso e potete permettervi di dividere il costo, potete noleggiare una barca privata (tra i 700 e i 1.200 dollari per 10 o 25 persone, rispettivamente) e decidere voi stessi l’itinerario. In caso contrario, ci sono moltissimi tour organizzati a prezzi davvero convenienti (a partire da 12 dollari). Molti di questi tour durano un giorno o più per via delle distanze.

Meteo e abbigliamento

Il tempo da queste parti può cambiare all’improvviso e anche se il cielo è azzurro e splende il sole, il vento può compromettere la navigazione del vostro tour in barca. Assicuratevi di mettere in valigia anche un buon libro, perché se il tempo peggiora, non avrete altra alternativa che godervi il tepore del vostro alloggio. 

In estate, le serate tendono ad essere relativamente calde per gli standard siberiani. Tuttavia, per ogni evenienza, portatevi una felpa, una giacca da mezza stagione e un impermeabile.

Un paio di scarpe comode da trekking vi sarà certamente utile; tacchi alti e abiti eleganti li potete lasciare a casa. 

Se le previsioni annunciano sole e una temperatura di +20°C, preparatevi a una sensazione termica di almeno +30°C, perché il sole estivo sul Bajkal picchia forte. Portate quindi abbigliamento da spiaggia e molta protezione solare!

Denaro e cibo

Veniamo alla questione soldi: nella maggior parte dei posti sul Bajkal accettano solo contanti, perciò assicuratevi di lasciare Irkutsk con un po’ di banconote, dato che nei villaggi vicini al lago potrete avere difficoltà a trovare un bancomat dove prelevare. 

Laddove si dice che si accettano le carte, significa che l’esercente accetta trasferimenti di denaro sul proprio conto Sberbank (una pratica molto diffusa in Russia, utilizzata per trasferire anche pochi centesimi, visto che non vi sono commissioni). Ma se voi non avete un conto Sberbank (o un conto russo in generale) non sarete in grado di effettuare l’operazione. 

Un consiglio per i vegani e i vegetariani: se seguite una dieta particolare, portate con voi del cibo a lunga scadenza, giacché la cucina siberiana prevede l’utilizzo di molta carne e si fa fatica a trovare frutta e verdura fresche. Se siete “pescetariani” (vegetariani che mangiano il pesce) vi stupirete nel rendervi conto che il pesce, qui, non è così scontato. Quindi preparatevi a grandi abbuffate di draniki e insalate russe cariche di maionese. 

Anche se ci sarebbe ancora molto altro da scrivere, queste sono probabilmente le cose essenziali da tenere a mente. Buon viaggio! 



Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie