Cosa c’è all’interno del Cremlino di Mosca?

Valerij Sharifullin/TASS
Molto di più della sola residenza del Presidente russo: ci sono un sacco di cattedrali, musei, oggetti giganteschi (il cannone più grande, la campana più grande…), una sala spettacoli dove godersi il balletto e un giardino patrimonio mondiale dell’Unesco. Insomma, prendetevi il tempo necessario per una visita approfondita

1) Gran Palazzo del Cremlino

Questo è il complesso architettonico all’interno delle mura del Cremlino che comprende il Palazzo vero e proprio (in russo: Bolshòj Kremljòvskij Dvorèts), costruito nel 1838-49; il Palazzo Tèrem (Teremnòj Dvorèts; residenza degli zar nel XVII secolo); il Palazzo delle Faccette (Granovìtaja palàta; che è la sala delle cerimonie e risale al XV secolo); e il Palazzo dell’Armeria (Oruzhèjnaja palàta), all’interno del quale è ospitata anche la mostra permanente del Fondo dei Diamanti (Almàznyj Fond).

Il Gran Palazzo del Cremlino ospitava le incoronazioni degli imperatori russi e oggi è la residenza cerimoniale del Presidente della Federazione Russa (la sua residenza di lavoro è nel Palazzo del Senato). È possibile entrare all’interno del Gran Palazzo (così come nel Palazzo delle Faccette e nel Palazzo Terem) solo con un gruppo di turisti. Qui trovate le info necessarie. 

L’Armeria contiene il principale tesoro della Russia e tutti dovrebbero visitarla almeno una volta nella vita! Qui è custodita la famosa Corona di Monomaco, decorata con grandi pietre preziose. Inoltre ci sono troni, armi antiche, armature e abiti cerimoniali zaristi e imperiali. I biglietti sono disponibili sul sito web ufficiale dei Musei del Cremlino. Qui potete visitare anche la collezione del Fondo dei Diamanti, con capolavori di gioielleria e pietre preziose e pepite uniche. Si noti che richiede un biglietto a parte, che può essere acquistato al botteghino presso i Giardini di Alessandro (Aleksàndrovskij Sad).

2) Piazza delle Cattedrali

Ci sono diverse antiche chiese ortodosse di epoche diverse sulla Piazza delle Cattedrali (Sobòrnaja plòshchad), e tutte meritano una visita. Si può iniziare dalla Cattedrale della Dormizione (Uspènskij sobòr), del XV secolo: è il più antico edificio conservatosi a Mosca! Da vedere ci sono poi la maestosa Cattedrale dell’Arcangelo Michele (Arkhàngelskij sobòr; con le tombe degli zar), la Cattedrale dell’Annunciazione (Blagovèshchenskij sobòr; cappella della Corte reale), il Palazzo del Patriarca (Patriàrshie palàty; costruito nel XVII secolo per ordine del Patriarca Nikon che voleva una reggia “reale”), e la Chiesa dei Dodici Apostoli (Tsèrkov dvenàdtsati apòstolov). Ora tutti questi edifici sacri sono musei e si può accedere per vedere antiche icone ortodosse, foto di prima della Rivoluzione, mappe del Cremlino e molto altro.

Tutte le mostre temporanee che si svolgono all’interno del Cremlino di solito hanno luogo nella sala espositiva del Palazzo del Patriarca e nella sala espositiva della Torre campanaria della Dormizione, annessa al Campanile di Ivan il Grande.

Da non perdere la parata cerimoniale a cavallo e di fanteria del reggimento della Guardia presidenziale! Si tiene il sabato a mezzogiorno, da aprile a ottobre. I biglietti sono disponibili qui.

3) Lo Zar-pushka & la Campana dello Zar

Con il biglietto per la Piazza delle Cattedrali si possono vedere anche “lo zar dei cannoni”, Zar-pushka, e la Campana dello zar. Entrambi i reperti storici, situati sulla piazza Ivanovskaja, sono i più grandi nel loro genere. Il peso dello Zar-pushka (“pushka” in russo significa “cannone”), una gigantesca bombarda del XVI secolo, è di ben 40 tonnellate! Tuttavia, non ha mai preso parte a una sola battaglia. Le quattro palle ai suoi piedi sono anch’esse decorative.

Non lontano, su un piedistallo di pietra, si trova la Campana dello Zar, realizzata a Mosca a metà del XVIII secolo. Il suo peso è di quasi 202 tonnellate, e ha un’altezza di 6,14 metri. Venne fusa in una buca appositamente scavata su questa piazza, ma alla fine dei lavori si verificò un terribile incendio al Cremlino. Mentre si lavorava per spegnere il fuoco, il metallo della campana si surriscaldò e si crepò, tanto da far staccare un pezzo di ben 11 tonnellate. La campana dello zar, ormai irreparabilmente danneggiata, trascorse circa un secolo nel terreno, quindi fu sollevata e piazzata vicino al Campanile di Ivan il Grande.

4) Palazzo di Stato del Cremlino

Non confondetelo con il Gran Palazzo del Cremlino! Costruito nel 1961 per i congressi del Partito comunista, il Palazzo di Stato del Cremlino (in russo: Gosudàrstvennyj Kremljòvskij Dvorèts) è ora una delle sale da concerto più popolari di Mosca! Qui si svolgono spettacoli musicali, teatrali e la principale attrazione di Capodanno per i bambini. E, naturalmente, se vi piace vedere il balletto del Cremlino, sapete dove trovarlo!

Controllate gli eventi sul sito ufficiale del Palazzo di Stato del Cremlino. 

5) Arsenale

Di fronte al Palazzo di Stato del Cremlino c’è l’Arsenale, risalente all’inizio del XVIII secolo. È stato ricostruito più volte, e il suo aspetto attuale risale al 1828. In realtà, oggi è un deposito di trofei e armi. Vi si trovano anche le caserme del reggimento presidenziale e alcuni uffici amministrativi. Non vi lasceranno entrare, ma lungo la facciata dell’edificio potrete vedere le armi francesi requisite come trofeo dopo la vittoria nella guerra contro Napoleone, e alcuni cannoni russi del XVII-XVIII secolo.

6) Palazzo dei divertimenti

Il Palazzo dei divertimenti (in russo: Potèshnyj Dvorèts) è nascosto dietro le mura occidentali del Cremlino. Si tratta dell’unica residenza boiarda (cioè dell’alta aristocrazia feudale) del XVII secolo conservatasi in Russia. Oggi è la sede del quartier generale militare del Cremlino, quindi non è visitabile.

7) Giardini Tajnitskij

Questo accogliente parco si trova all’interno delle mura del Cremlino, vicino alle rive della Moscova. Nei giorni caldi, potete trascorrere del tempo qui, ammirando i fiori, gli alberi, rilassandovi accanto alla fontana col pavone. Nel corso dei secoli il parco ha perso molti monumenti (come quello ad Alessandro I) ed elementi architettonici (tra cui la Chiesa dei Santi Costantino ed Elena, demolita dai bolscevichi), ma il giardino è comunque ora incluso nella lista dei patrimoni mondiali dell’Unesco.

8) Palazzo del Senato

Il palazzo fu costruito nel 1776-1787 come sede del cosiddetto “Senato governante”, il più alto organo legislativo e giudiziario della Russia imperiale. In epoca sovietica, qui aveva sede il governo, mentre oggi è la residenza di lavoro del presidente russo. Gli interni dell’edificio sono stati ricostruiti più volte e, ora, solo la Sala rotonda e la Sala ovale hanno mantenuto il loro aspetto storico. La residenza presidenziale comprende gli uffici suoi e dei suoi assistenti, la biblioteca presidenziale e le sale per le riunioni ufficiali. Si può entrare qui solo su invito ufficiale.


Venti fatti da sapere sulle venti torri del Cremlino di Mosca 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie