La guida definitiva all’Anello d’Oro, il più importante itinerario turistico russo

Legion Media
Volete vedere la vera Russia? Allora lasciate Mosca e San Pietroburgo e dirigetevi qui. Ecco quello che non dovete perdervi in queste città e cittadine dalla ricca storia

Il celeberrimo itinerario turistico russo dell’“Anello d’Oro” fu tracciato per la prima volta su una mappa dal giornalista sovietico Jurij Bychkov nel 1967. Immaginò un tour che da Mosca raggiungesse Jaroslavl e Kostroma passando per Vladimir e Suzdal, e tornando nella capitale via Rostov e Pereslavl-Zalesskij.

Tutti questi punti sulla carta sono luoghi che brillano per le dorate cupole delle antiche chiese. Bychkov, dopo aver fatto questo viaggio, scrisse una serie di saggi sul giornale “Sovetskaja kultura” e inventò un nome per riunire queste città, quell’“Anello d’Oro” che sarebbe poi diventato un vero brand.

Facciamo anche noi questo interessante viaggio tra le più interessanti città dell’Anello, che conservano i segreti della storia plurisecolare della Rus’, dalle discordie tra i principi al giogo tataro-mongolo seguito alla conquista da parte dell’Orda d’Oro, dall’invasione polacca durante il Periodo dei Torbidi alle campagne antireligiose di epoca sovietica. 

Mosca 

V

V 75 km

Sèrgiev Posàd 

Quanto tempo serve per la visita? Un giorno intero

Il monumento principale da visitare in questa città di 102 mila abitanti della Regione di Mosca è il Monastero della Trinità di San Sergio, un enorme convento dall’incredibile bellezza. È stato fondato da uno dei più importanti santi “prepodobnyj”, “venerabile”, di Russia, Sergio di Radonezh. Qui si sono conservate chiese risalenti al XIV secolo!

Entrate nella chiesa principale del complesso, la Cattedrale della Trinità, e ammirate gli affreschi del leggendario pittore di icone medievale Andrej Rublev

V

V 70 km

Pereslàvl-Zalèsskij 

Quanto tempo serve per la visita? Mezza giornata

La città, che oggi ha 38.600 abitanti, venne fondata per diventate capitale dell’Antica Rus’, ma poi la storia ha voluto altrimenti, e ora è una vera “attrazione turistica”, grazie alle sue dimensioni ridotte e all’architettura in legno. Con oltre venti musei e un sacco di chiese e monasteri, meglio non cercare di correre per vedere tutto. Più saggio scegliere quello che vi interessa di più: se un’esposizione di vecchie suppellettili russe o l’antica architettura ortodossa, o forse il lago dove Pietro I dette vita alla flotta russa e il piccolo museo dove si è addirittura conservata la prima imbarcazione che lui stesso volle costruire. O forse avete voglia di fare un giro su una draisina al Museo ferroviario?

Per saperne di più sulla città, leggete il nostro articolo

V

V 65 km

V

Rostòv Velìkij 

Quanto tempo serve per la visita? Alcune ore 

Sulle rive del grande Lago Nero si innalza un enorme cremlino del XVII secolo che in realtà è… la ex residenza del metropolita di Rostov Velikij.

A proposito, non confondete questa Rostov (31 mila residenti) con la più grande Rostov sul Don (1,1 milioni di abitanti), che è 1.300 chilometri più a sud! Qui a Rostov Velikij c’è una grande e bellissima Cattedrale della Dormizione (Uspenskij sobor), all’interno della quale si è conservata un’iconostasi barocca del XVIII secolo. E poi ci sono palazzi antichi che conservano tesori ecclesiastici e icone. E inoltre ci sono giardini paradisiaci nei quali si può tirare il fiato, bevendo uno sbiten

Per saperne di più sulla città, leggete il nostro articolo 

V

V 90 km

V

Ùglich 

Quanto tempo serve per la visita? Alcune ore 

Un po’ fuori dal percorso dell’Anello d’Oro (di cui è ufficialmente entrata a far parte solo nel 2018), Uglich (32 mila abitanti) è una piccola e accogliente cittadina che sorge su un’ansa del Volga, e il cui nome è legato indissolubilmente al famigerato assassinio, all’età di otto anni, dell’erede di Ivan il Terribile, lo zarevich Dmitrij

Più dettagli su questo fatto storico e su molte altre tappe fondamentali della storia russa potrete conoscerli visitando il cremlino cittadino. Tutti i principali monumenti si concentrano proprio là. Ma non perdete l’occasione di farvi una passeggiata lungo il Volga, guardando le navi da crociera e la grandissima Diga di Uglich, che forma un grande invaso da cui emerge il celebre campanile di Kaljazin, cittadina rimasta sommersa.

Per saperne di più sulla città, leggete il nostro articolo 

V

V 110 km

V

Jaroslàvl

Quanto tempo serve per la visita?  Un giorno intero 

È la “capitale” dell’Anello d’Oro, la città più grande tra quelle che l’itinerario comprende (610 mila abitanti). Venne fondata dal principe Jaroslav I di Kiev, detto il Saggio, nella pittoresca lingua di terra alla confluenza del fiume Kotorosl nel Volga (fu di fatto la prima città dell’Antica Rus’ sul Volga).

Eccezionali chiese e monasteri, musei ricchi di tesori antichi, parchi e teatri. Di sicuro troverete come passare il tempo a Jaroslavl. Iniziate dall’ex Monastero Spaso-Preobrazhenskij (della Trasfigurazione del Salvatore) o dal Museo-riserva di Jaroslavl.  

V

V 85 km

V

Kostromà

Quanto tempo serve per la visita? Un giorno intero

Questa città è famosa per la sua storica produzione di lino, nonché per il luogo in cui fu proclamato zar il primo monarca della dinastia Romanov, Mikhail. Non perdetevi il Monastero Ipatjev e la bella Torre di guardia dei pompieri in piazza Susanin. Passeggiate sotto i portici di uno dei mercati coperti più antichi e grandi del Paese. E, naturalmente, fermatevi ad ammirare il maestoso Volga. 

V

V 75 + 65 km

V

Pljòs e Ivànovo

Quanto tempo serve per la visita? Un giorno intero

Da Kostroma si raggiunge facilmente Pljos, che dista appena 75 chilometri. Non appena arrivati in questa deliziosa località (1.800 abitanti), salite subito sulla collina da cui il pittore Isaak Levitan dipingeva i suoi celebri paesaggi. Qui potrete di nuovo godervi belle viste sul Volga, comprare un quadro di qualche artista locale o qualche souvenir in stile Palekh.  

Ma lasciatevi qualche ora anche per visitare Ivanovo (a 65 chilometri di distanza). È una città industriale di 405 mila abitanti, piuttosto recente rispetto alle altre mete dell’Anello d’Oro. Ma qui, nella località che ha goduto del soprannome di “Città delle spose”, potrete farvi una cultura sul costruttivismo sovietico.

V

V 80 km

Sùzdal

Quanto tempo serve per la visita? Un giorno intero

Questa è la città (9.600 abitanti) più bella e di conseguenza più turistica dell’Anello d’Oro. Qui ovunque è presente lo spirito dell’antica Rus’: potrete assistere a qualche evento folcloristico o sapere tutto della vera cucina russa in uno dei numerosissimi ristoranti. Tappe obbligate sono poi il cremlino di Suzdal, i tanti monasteri e il Museo dell’Architettura lignea. Vi consigliamo di prenotare il pernottamento con un buon anticipo 

V

V 35 km

V

Vladìmir

Quanto tempo serve per la visita? Mezza giornata

Sulla strada da Suzdal, ormai nei pressi di Vladimir, fermatevi a Bogoljubovo. Qui, su un grande prato, c’è una delle chiese più belle della Russia: la Chiesa dell’Intercessione sul Nerl, e l’interessante Monastero Bogoljubskij. 

Vladimir era una volta la capitale della Russia nord-orientale e del ricco e potente principato di Vladimir-Suzdal. Si sono conservati diversi monumenti del XII secolo: la piccola Cattedrale Dmitrievskij, famosa per i suoi bassorilievi che rappresentano animali, santi e personaggi fiabeschi; la Cattedrale della Dormizione che colpisce per la sua magnificenza, e la Porta d’oro, l’ingresso principale della città e l’unico elemento rimasto delle antiche mura della fortezza.

 

Tredici foto vintage dellAnello doro. Non volete giàpartire? 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie