Cinque cose che infastidiscono i turisti stranieri in Russia

Getty Images
Siamo convinti che la vacanza vi piacerà un sacco, ma vi mettiamo in guardia, riportando le lamentele più frequenti dei viaggiatori

Sì, in Russia abbiamo un interessantissimo patrimonio architettonico, una cucina favolosa e persone piacevoli da frequentare. Ma per ogni elemento positivo, ci sono anche dei lati negativi… Abbiamo chiesto agli stranieri cosa non è piaciuto loro del soggiorno in Russia.

1 / La barriera linguistica 

“Sono andata all’Ermitage”, ha scritto Christa Yona, che segue Russia Beyond su Facebook. “La gente del posto non sembra in grado di stare in fila come si deve. Ho cercato di spiegare loro i grandi vantaggi del fare la coda ordinatamente, ma non parlavano inglese!”. Triste realtà. Molti russi hanno spesso problemi con le lingue straniere, anche se le studiano a scuola e nelle università. D’altra parte, anche il russo è molto difficile da imparare! C’è lo scoglio dell’alfabeto cirillico e la logica della grammatica è molto diversa dalle altre lingue. Molti segnali stradali, tra cui i nomi delle vie e le fermate dei mezzi pubblici sono in russo (anche se a Mosca, la “traduzione” inglese è ora inclusa nei nuovi segnali). “Di solito raccomando a coloro che non conoscono l’alfabeto cirillico di viaggiare in gruppo, per non perdere l’orientamento”, suggerisce Adrienne Harris su Facebook.

Cosa fare per evitare di perdersi? Utilizzate un traduttore e una mappa online per trovare il posto necessario. O imparate alcune parole di base in russo!

2 / Spazio personale? Cos’è? 

La canadese Sophie Daoust ricorda di aver preso più volte l’autobus nel centro di San Pietroburgo e di aver trovato l’esperienza “un po’ traumatica”: “Erano sempre gremiti e la gente continuava a spingere per entrare. E non sembravano preoccuparsi di fare la fila per chi doveva entrare prima. Ma ammiro molto la capacità del guidatore di cavarsela in queste condizioni”.

Ad ogni modo, siate pronti ad avere il vostro spazio personale invaso diverse volte durante la visita in Russia.

Cosa fare per evitare la situazione “scatola di sardine”? Cercate di essere educati e di prendere la cosa con filosofia. E leggete i nostri consigli su come sopravvivere in metropolitana nell’ora di punta. 

3 / WC o non WC, questo è il dilemma! 

I bagni sul trasporto pubblico sono una delle cose che deludono di più gli stranieri. Perché di solito non riescono a trovarne uno! Anche nella metropolitana di Mosca ce ne sono solo un paio in corrispondenza dei corridoi di collegamento tra le stazioni principali, e potete usarli solo se avete una carta Troika con cui pagare l’ingresso. 

La maggior parte dei treni per pendolari, gli elektrichka, non sono dotati di servizi igienici, e, quando ci sono, o sono fuori servizio, o non sono… molto puliti! Ma la cosa più deludente è che potete affrontare questi problemi anche viaggiando in Russia sui treni a lunga percorrenza, quindi fate attenzione quando acquistate i biglietti! Nei vecchi treni, il bagno di solito distrugge qualsiasi buona impressione di un viaggio.

Cosa fare per avere un vagone comodo, con l’aria condizionata e un moderno bagno chimico, non soggetto alle fastidiose chiusure per le “zone sanitarie”? Seguite i nostri consigli

4 / Clima capriccioso 

Quasi tutti i film di Hollywood, essendo pieni di kljukva (non sapete cosa vuol dire? Correte a leggerlo qui), raffigurano la Russia come un Paese sempre attanagliato da neve e gelo. Ma se pensate di dover indossare un cappotto pesante e un cappello di lana a luglio, rimarrete delusi (e sudati). Il tempo in Russia può essere molto diverso, nella stessa regione, da stagione a stagione, e anche di anno in anno. Il giugno 2019, per esempio, è stato molto caldo a Mosca – circa 30 ºC per tutto il mese, mentre il giugno 2018 era stato più fresco, solo 20 ºC in media. Gli inverni possono anche essere inaspettatamente miti. O terribilmente freddi. Non lo sappiamo. Ecco perché i russi devono sempre tenere a portata di mano gli abiti per tutte e quattro le stagioni.

Cosa fare per evitare di sembrare stupidi? Guardate le previsioni e incrociate le dita quando fate la valigia. E se no vorrà dire che dovrete fare un po’ di shopping a Mosca, seguendo i nostri consigli per non farvi spennare.

5 / Le file per la maggior parte dei monumenti 

È impossibile non visitare la tomba del più famoso rivoluzionario sovietico sulla Piazza Rossa (scommettiamo che il Mausoleo di Lenin sarà uno dei primi posti che visiterete a Mosca!). I turisti non apprezzano sempre di dover aspettare in una lunga fila, e di doversi poi muovere velocemente: è vietato fermarsi vicino al corpo imbalsamato del leader, per cui la visita dura pochi secondi (ovviamente è assolutamente proibito fotografare). Attenzione anche agli orari di apertura: il Mausoleo è chiuso il lunedì e il venerdì, e gli altri giorni può essere visitato solo dalle 10 alle 13. 

Se volete fare file ancora più lunghe, recatevi in qualsiasi museo famoso, ad esempio l’Ermitage di San Pietroburgo o il Fondo dei diamanti del Cremlino di Mosca.

Cosa fare per evitare tale pena? L’acquisto dei biglietti online dovrebbe aiutarvi a saltare le code (con la notevole eccezione del Mausoleo di Lenin. Qui è ancora tutto “alla bolscevica”: gratis sì, ma bisogna aspettare).

 

Un anno dopo i Mondiali, la Russia accoglie sempre piùturisti 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie