Un anno dopo i Mondiali la Russia accoglie sempre più turisti

Reuters
Tra le città più visitate, Mosca e San Pietroburgo. Ma ci si aspetta un ulteriore incremento di arrivi con l’introduzione dei visti elettronici a partire dal 2021

Esattamente un anno fa la Russia dava il via ai Mondiali di calcio: un evento che ha attirato milioni di tifosi da ogni parte del mondo. Secondo i dati dell’agenzia russa per il turismo Rosturism, durante la manifestazione il paese ha accolto 3,4 milioni di visitatori, dando una forte spinta al settore turistico.

A distanza di un anno, l’Associazione dei tour operator russi conferma le migliori aspettative: secondo quanto dichiarato a Ria Novosti dalla direttrice Maya Lomidze, nel paese più grande del mondo si sta registrando una dinamica più che positiva. “Dopo i Mondiali di calcio abbiamo assistito a una considerevole crescita del settore turistico”, ha detto Lomidze, precisando che questa tendenza non riguarda solo i visitatori provenienti dall’Asia, ma anche dall’Europa. Le cifre precise, però, saranno diffuse solo alla fine dell’estate.

Una tendenza che ha apportato benefici soprattutto a Mosca e a San Pietroburgo e che con ogni probabilità segnerà nuovi traguardi con l’introduzione, a partire dal 2021, dei visti elettronici. 

Dal 1° gennaio 2021, infatti, i cittadini stranieri potranno ottenere online il visto d'ingresso nella Federazione Russa, dicendo così addio ai lunghi tempi di attesa e alle code nei centri consolari. Il decreto è stato firmato dal presidente Vladimir Putin. Secondo la responsabile dell’Agenzia federale russa per il Turismo Zarina Doguzova, “la liberalizzazione del regime dei visti potrà aumentare l'afflusso di turisti di circa il 20-40%”.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie