Zuppe e insalate di maionese: sette piatti bizzarri che i russi mangiano a colazione

Getty Images
Potranno sembrare strani soprattutto agli occhi di chi è abituato a svegliarsi con cappuccino e brioche… ma per i russi si tratta di qualcosa di assolutamente normale! E spesso iniziano la giornata con una succosa salsiccia con piselli in scatola o con una zuppa di cavolo avanzata dalla sera prima…

1 / Salsiccia con piselli in scatola

“Il libro del cibo sano e buono”, considerato la “bibbia” della cucina ai tempi dell’URSS, definisce questo piatto “la colazione dell’ingegnere sovietico”: è incredibilmente facile e veloce da preparare, e da qui la convinzione che si tratti di una ricetta addirittura alla portata... di un uomo! 

Basta far bollire le salsicce, aggiungere piselli in scatola (gustosi e nutrienti) e condire con senape. Facile, non è vero? Ma voi mangereste una colazione del genere? Per i palati un po’ più raffinati, potrebbe sembrare un mix fra una colazione inglese e una cena tedesca… (e con ben pochi ingredienti!). Ma il popolo sovietico serviva davvero questo piatto la mattina! E ancora oggi molti russi ne vanno ghiotti!

2 / Insalate di maionese: la colazione del dopo-festa

In epoca di Feste - soprattutto a cavallo di Capodanno - nelle cucine russe si registra un grosso fermento di cuochi e cuoche al lavoro. Si cucina tantissimo e sulle tavole imbandite avanza sempre qualcosa, che viene messo in frigo e consumato il giorno dopo… a colazione!

Il tipico primo pasto del 1° gennaio è sempre l’insalata russa (conosciuta come Olivier), o l’aringa in pelliccia (con cipolle e abbondante maionese). Trovate le ricette qui e qui.

E sapete una cosa? I russi credono che il giorno dopo siano ancora più buone, perché durante la notte la maionese riesce a impregnare ben bene tutti gli strati. 

3 / Zuppa per i postumi di una sbornia

Come vi avevamo raccontato qui, i russi sono fissati con le zuppe. Non riescono proprio a immaginare un pranzo o una cena senza una buona minestrina! Ci sono anche dei momenti in cui servono il brodo caldo… a colazione! Ovvero quando si svegliano con i postumi di una sbornia. Si crede infatti che una zuppa bella grassa, come la soljanka, aiuti a dissipare i postumi di una notte di baldoria. Ma se non si ha in frigo un piatto di soljanka già pronto, i russi dicono che funzioni benissimo anche un brodo di pollo con noodles, o un piatto di borsch, o una zuppa di cavolo… Per non parlare delle nutrienti zuppe caucasiche, come la shorba e la khash, a base di brodo di agnello.

4 / Pelmeni

Gli “gnocchi” e i “ravioli” esistono in molte culture: i russi hanno i pelmeni, che ricordano i tortelloni italiani, ripieni di carne macinata. 

Le casalinghe sovietiche spesso li preparavano in grandi quantità e poi li congelavano, pronti per essere bolliti velocemente per una sostanziosa cena invernale.

Nella Russia moderna i pelmeni si possono acquistare surgelati in tutti i supermercati del paese, e sono la salvezza di molti scapoli e studenti che non hanno né tempo né voglia di mettersi ai fornelli. Molti di loro li mangiano a colazione… così saranno sazi per più di metà giornata.

Un soldato russo ha persino condiviso una foto della sua colazione nell'esercito: pelmeni serviti con mais in scatola... una combinazione davvero audace!

È bene precisare, però, che i pelmeni normalmente non sono un piatto da colazione! Potete farli anche voi a casa, seguendo questa ricetta

5 / Grano saraceno con carne

Questo è un piatto abbastanza comune nel menu della colazione degli hotel russi di provincia: una vera e propria reliquia dell'era sovietica!

Come vi abbiamo raccontato qui, i russi sono ossessionati dalla grechka (grano saraceno), che può essere cucinata in molti modi (potete scegliere fra 12 ricette che trovate qui). 

Spesso i bambini mangiavano la grechka con zucchero e latte... ma l'aggiunta di un uovo fritto rende il grano saraceno un ottimo pasto, ricco di carboidrati e proteine. E ancora: avete mai provato la grechka stufata con ragù di carne? Di certo non sarà la prima cosa che vi può venire in mente per accompagnare una tazza di caffè la mattina, ma vi assicuriamo che ci sono alcuni russi che la mangiano con piacere in qualsiasi momento della giornata… anche appena svegli! 

6 / Makaroni po-flotskij

Non chiamatela pasta! Sono i “makaroni alla marinara” (po-flotskij, in russo), un curioso piatto che troverete spesso sulle tavole russe insieme al borsch. Penserete: cosa c’entra il borsch con un piatto di pasta? C’entra eccome, almeno nel modo di cucinare dei russi, che spesso preparano il brodo per il borsch facendo bollire molta carne, una parte della quale la utilizzano poi per accompagnare i makaroni. Questo piatto di epoca sovietica (come il grano saraceno con carne) è ancora oggi presente nei menu dei centri di cura di provincia; ma anche la gente della classe operaia se lo gusta prima di una lunga e dura giornata di lavoro. 

Ecco la ricetta più diffusa per preparare i makaroni po-flotski. 

7 / Uova con maionese

Le uova sode sono una colazione tipica, ricca di proteine. Ma chi mangerebbe un solo uovo sodo? Meglio aggiungere una bella cascata di maionese, che in Russia sostituisce molti altri condimenti.

Questo piatto viene servito con le uova tagliate a metà e con un ricciolo di maionese; viene servito anche nelle mense scolastiche a colazione. Si possono aggiungere anche dei piselli in scatola o mais in scatola... per iniziare la giornata con grinta ed energia!

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie