Dal manzo alla Stroganoff alla Torta Gagarin: 7 piatti che hanno il nome di un russo

Legion Media
Alcune di queste ricette sono nate all’estero, altre sono tradizionali in Russia, ma tutte sono deliziose e potete prepararle da soli a casa

1 / Torta Pavlova

La ballerina pietroburghese Anna Pavlova (1881-1931) si recò in tournée in Oceania nel 1926 e, secondo la leggenda, ispirò un pasticcere australiano o neozelandese , che creò in suo onore questo dolce succulento. Alcuni sostengono addirittura che la base di meringa della Pavlova assomigli a un tutù. La Pavlova può essere sotto forma di una grande torta rotonda o di piccoli “cestini” con frutta. Il dessert è fatto con meringa e crema e servito con fragole, lamponi o frutti della passione.

Oggi questo dolce è diffuso in mezzo mondo e potete provarlo ovunque, dall’Australia agli Stati Uniti. In Russia, invece, non è molto conosciuto. Volete cucinarlo da soli? Ecco la ricetta. 

2 / Torta Gagarin

All’alba del 12 aprile 1961, un razzo vettore portava l’astronave Vostok nell’orbita terrestre. A bordo c’era il primo uomo nello spazio, il cittadino sovietico Jurij Gagarin. Dopo il ritorno fu trattato come un dio e quando viaggiava all’estero tutti volevano incontrarlo. In Polonia lo accolsero con un dessert al cioccolato, di cui lui era grande amante. Da allora la torta Gagarin è diventata tra le più amate in Polonia.

La torta ha diversi strati: impasto da biscotti, pasta di cioccolato, frutta e briciole di biscotti. Ma l’ingrediente principale – non ci crederete – è il kissel molto denso. Era una bevanda piuttosto popolare in epoca sovietica, e questo modo di utilizzarlo per i russi era davvero inaspettato. Tuttavia, vale davvero la pena di provare questa torta.

3 / Manzo alla Stroganoff

Insieme a bliny, kasha e shchi, il manzo alla Stroganoff è il simbolo internazionale della cucina russa. Il nome del piatto viene da Aleksandr Stroganov, della famiglia Stroganov, una dinastia di imprenditori degli Urali. Come molti nobili dell’epoca, Aleksandr Stroganov era un uomo di considerevole ricchezza, e organizzava cene a ingresso libero a cui poteva partecipare qualsiasi ragazzo educato e ben vestito.

Questo piatto fu inventato dai suoi cuochi appositamente per questi eventi: in primo luogo, per comodità di preparazione, e, in secondo luogo, perché era facilmente divisibile in porzioni, per non dire di quanto fosse delizioso. Uno degli chef di Stroganoff combinò con successo un segno distintivo della cucina francese (la carne alla griglia con salsa a parte) con una tradizione russa (la salsa è servita non separatamente, ma sopra la carne, come fosse un sugo). Durante la metà del XIX secolo la ricetta fu pubblicata in un classico libro di cucina russa e divenne presto il piatto simbolo del Paese all’estero.

Volete provare a cucinarvelo da soli? Ecco la ricetta. 

4 / Porridge Gurjev

I russi adorano il porridge: grano saraceno, farina d’avena o miglio, ma la varietà di semola non ha rivali. È la colazione più popolare non solo a casa, ma anche negli asili, nelle scuole e nelle mense. Il porridge Gurjev è un classico piatto russo. Il semolino è combinato con frutti di bosco e frutta secca e ha un gusto ricco e dolce che trasforma il piatto in un dessert.

Questo porridge fu inventato all’inizio del XIX secolo da Zakhar Kuzmin, un contadino che lavorava come cuoco nella casa del ministro delle Finanze russo Dmitrij Gurjev. Il funzionario restò ammirato da questo squisito porridge, tanto che alla fine il piatto prese il suo nome.

La “Gurjevskaja kasha”, come si chiama in russo, era tenuta in grande considerazione dalla corte dell’Imperatore Alessandro III, che lo elesse a suo piatto preferito. E la sua ricetta è rimasta invariata dai tempi zaristi.

Voglia di prepararlo? Ecco la ricetta. 

5 / Torta Cvetaeva

Questa torta di mele porta il nome della grande poetessa russa del XX secolo Marina Cvetaeva (1892-1941). La torta cremosa è citata nel diario di sua sorella, che ha ricordato come si godevano questa delizia durante l’infanzia, mentre trascorrevano l’estate nella loro dacia a Tarusa (Regione di Mosca). Non è noto se le sorelle cucinassero questa torta da sole, ma oggi è una tradizione prepararla ogni anno prima del compleanno della poetessa.

6 / Insalata Bagration

Dopo la guerra con Napoleone, la popolarità del comandante russo Petr Bagration era alle stelle. Il generale fu ferito mortalmente durante la Battaglia di Borodino, ma il suo coraggio fu lodato anche dal nemico. In suo onore, gli chef francesi crearono due piatti: una crema di vitello e un’insalata di pollo con sedano. Molti dicono che l’insalata sia come l’Olivier, il principale piatto russo del Capodanno, più nota all’estero come “insalata russa”, solo con la pasta al posto delle patate.

7 / Cotolette alla Pozharskij

Le tenere cotolette di pollo alla Pozharskij coperte di briciole di pane bianco sono familiari a tutti i russi. Secondo la leggenda, furono inventate nella taverna di Ivan Pozharskij nella regione di Tver all’inizio del XIX secolo, quando fu necessario nutrire l’imperatore che era di passaggio. Dopo di che, questo piatto venne incluso nel menù reale.

Voglia di gustarle? Ecco la ricetta. 

Dall’insalata alle montagne: sette cose che in tutto il mondo chiamano “russe”, tranne che in Russia 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie