Dai cocktail alle zuppe: dieci ricette che sono chiamate “russe” in giro per il mondo

Legion Media
Certe volte non sono per niente diffuse in Russia e ne portano solo il nome, altre sono davvero dei classici nazionali. Esplorate la lista, e preparate quello che vi incuriosisce di più

1. Russian Imperial Stout

Nel XVII secolo, la Gran Bretagna era il principale fornitore mondiale di birra. La corte imperiale russa prediligeva le birre scure, ma consegnare birra fino in Russia era piuttosto difficile: la birra non viaggiava bene con le navi, agitate dalle onde. Così, per aumentarne la conservazione, i birrai britannici aumentarono la densità e i tasso alcolico della birra e chiamarono questa versione “Russian Imperial Stout.” La leggenda narra che Caterina la Grande (1729-1796), fosse una grande fan di questa birra.

Ma oggi in Russia è improbabile trovare questa birra. Ai nostri giorni è prodotta principalmente nel Regno Unito e negli Stati Uniti. Questa stout scura e densa è sempre sopra il 7% e spesso tra il 9 e l’11% di alcol; ha un gusto vellutato e note di frutta secca.

Maggiori informazioni sulla birra russa, in particolare quella dei tempi dell’Urss potete trovarle qui

2. Black Russian

Il “Black Russian” è un cocktail classico creato nel 1949 dal barista belga Gustave Tops. Contiene cinque parti di vodka e due parti di liquore al caffè (di solito il messicano Kahlúa, ma in Italia, spesso, il Caffè Borghetti) ed è servito in un bicchiere old-fashioned con ghiaccio. La variante “White Russian” è stato inventato negli anni Sessanta negli Stati Uniti e comprende la panna liquida appena montata. Ne va pazzo Drugo nel film “Il grande Lebowski”.

3. Russian coffee

In alcuni posti all’estero potete trovare un’interessante bevanda al caffè. Si chiama “Russian coffee”, anche se non è molto popolare in Russia. È un caffè dolce e freddo con vodka e panna. A proposito, pare che aiuti a lenire i postumi della sbornia (ma non bevetene più di una tazza!). Qui maggiori informazioni sulle originali ricette russe per il caffè.

4. Insalata russa

Riuscite a immaginare la tavola del Capodanno russo senza l’insalata Olivier, che all’estero è conosciuta come insalata russa? Il famoso antipasto è una miscela di uova sode tritate finemente, salsicce e cetrioli marinati, conditi con maionese. Ed è così popolare in Russia che questo piatto è diventato l’equivalente russo dell’indice “Big Mac”, che misura il costo del cibo ogni anno. Ecco la ricetta per imparare a farla bene. 

5. Russian eggs

Spesso troverete (e ovviamente potrete provare) uova sode sulla tavola russa imbandita per le feste. In Germania e nel Regno Unito sono chiamate “uova russe” quelle farcite. Quindi cosa c’è dentro? Tradizionalmente, maionese e spezie. Ma potete anche prepararle con vorschmack e caviale rosso.

6. Zuppa di pesce russa

La zuppa di pesce russa tradizionale è uno dei piatti più antichi del Paese. Tuttavia, non esiste una ricetta rigorosa, dipende dal gusto e da cosa si è pescato. Salmone, trota, merluzzo e storione sono tutti fantastici, ma anche sebastes e battitrice vanno bene. È popolare durante i mesi estivi, quando molti russi amano pescare in campagna. Si chiama ukhà, e se volete provare a cucinarla, qui trovate la ricetta. 

7. Caramelle russe

Un dolce simile al caramello chiamato kinushki, o “caramella russa”, è famoso in Finlandia. La parola “kinushki” deriva dalla parola russa “tjanushki” (“caramella mou”). Assomiglia al latte condensato bollito ed è usato come ripieno di caramelle, come salsa o semplicemente come dessert.

8. Crepes russe

I bliny, o crepes russi, sono uno dei più antichi piatti tradizionali della Russia e risalgono ai tempi pagani in cui simboleggiavano il sole e venivano mangiati come parte dei rituali. A tutt’oggi, i bliny sono il piatto principale della Maslenitsa, la festa che segna la fine dell’inverno.
I bliny russi sono molto diversi da qualsiasi altro pancake. Prendiamo ad esempio i pancakes americani: sono piccoli, spessi e densi (come gli oladyi russi). Le crepes russe sono invece crespelle grandi e leggere, come fossero di pizzo. 
9. Tortelli russi

I pelmeni sono considerati il ​​piatto nazionale della Russia. Di solito sono fatti di pasta ripiena di carne, ma in realtà, ci sono così tante varietà di pelmeni che il vostro palato non rischierà mai la noia. Quanto a pasta ripiena ci sono poi i manty (cotti al vapore), i vareniki (con ripieno bollito, più spesso dolce), i pozy (di carne al vapore), i beriki (con agnello)… Quasi tutte le regioni della Russia hanno le loro ricette tradizionali. Ecco alcune idee per il vostro pranzo. 

10. Russischer Zupfkuchen

La Russischer Zupfkuchen è l’antica torta dolce tedesca a base di pasta al cioccolato, formaggio quark e budino alla vaniglia. L’autore della ricetta è sconosciuto. La parola “kuchen” significa torta e “zupfen” significa “pizzicare”: la torta è infatti decorata con piccoli “pizzichi” di pasta, e al gusto è simile a un cheesecake. In realtà, i russi usano spesso il loro quark, il tvorog, in forno, ma non esiste un equivalente russo per questo dessert. Il suo parente più prossimo sono i tvorozhniki. Provateli

Dalla roulette russa alle montagne russe. Sette cose che sono russe di nome, ma non di fatto

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie