Il caffè russo: più lo mandi giù, più ti tira su?

Mosca vista dal basso di un'italiana. I post
Credit: Niyaz Karim
Credit: Niyaz Karim

22 maggio 2013
Non sono mai stata una caffeinomane, ma mi rendo conto di quanto possa mancarmi una bella e fumante tazzina di caffè, soprattutto quando, dopo pranzo, non posso tornare a casa a riempire la mia moka da due tazze portata dall'Italia.

A quel punto la dose di caffeina assunta la mattina a colazione ha già finito il suo effetto e forte è la voglia di entrare in un bar qualsiasi di Mosca per ordinare un espresso, o, meglio, un ristretto. Almeno si può sperare di star certi nella giusta quantità di bevanda.

Dunque, cerco di resistere alla tentazione del bar, perché so a cosa potrei andare incontro, ma delle volte non posso proprio farne a meno, anche se so di poter ingerire acqua sporca, come si suol dire quando il caffè non è proprio buono, o, peggio, un potente veleno.

Un invitante cappuccino tra chicchi di caffè (Foto: Itar-Tass)

Eppure trovo divertente sfogliare le carte dei menu nei locali pubblici di Mosca. Di caffè e cappuccini si può trovare una varietà inimmaginabile anche nel più frequentato dei bar turistici di Roma o Milano, dove, appunto, i principali clienti non sono italiani, ma stranieri, e allora si assecondano in tutti i modi i loro gusti anche per quanto riguarda la nera bevanda.

Un'idea di quanto vi sto dicendo potete farvela guardando questa illustrazione che ho trovato pubblicata sullo status di Facebook di un'amica russa, grande appassionata di caffè alla russa e di lattè.

Fonte: Facebook

Lista di caffè in russo (Fonte: Facebook)

In questa lista manca però il top del top: il caffè al limone. Bevanda che mi fa ricordare le feste liceali, quando si alzava troppo il gomito e allora bisognava trovare un modo per tornare a casa senza mostrare i postumi dell'alcool. E caffè (ovviamente non zuccherato) e limone, insieme, erano proprio il rimedio giusto.

Per tranquillizzare tutti, però, nel finale di questo post, urge precisare che in alcuni ristoranti italiani di Mosca, una tazzina di caffè uguale in tutto a quello originale Made in Italy si può sorseggiare tranquillamente. Se poi riuscite a portare in valigia dall'Italia, mezzo chilo di macinato della vostra marca preferita, ancor meglio.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta