I dieci migliori parchi di Mosca dove trovare riparo dalla calura estiva

Sergej Bobylev/TASS
La capitale russa è meravigliosa, ma anche caotica, trafficatissima e frenetica, e arriverà il momento in cui vorrete staccare da tutto questo e rilassarvi nel verde. Ecco dove andare e cosa fare

1 / Muzeon, Gorky Park e Neskuchnij Sad: ore e ore di passeggiate all’aria aperta

Se avete mezza giornata libera, prendete in considerazione questo itinerario verde. Iniziate con il Muzeon Park, vicino alla Nuova Galleria Tretjakov, che funge anche da sede per la Casa centrale degli artisti. Il Muzeon è un “cimitero” di monumenti dell’era sovietica. Nei primi anni Novanta, le statue delle autorità sovietiche furono smantellate e portate qui: troverete Stalin e Feliks Dzerzhinskij, il primo capo della polizia segreta. Non dimenticatevi di passeggiare sul Lungofiume Krymskaja (in russo: Krymskaja Naberezhnaja), rinnovato di recente.

Attraversate via Krymskij Val usando il sottopassaggio pedonale e vi troverete nel celebre Gorky Park, la zona verde più famosa e favolosa della città, con molti caffè, attività sportive e intrattenimenti (incluso il Cinema Pioner all’aperto). Passeggiate nel parco, visitate il Garage Museum per vedere l’arte contemporanea, giocate a bocce a La Boule e sorseggiate una limonata.

Se volete una disintossicazione totale dalla metropoli, proseguite verso il Neskuchnij Sad, che, tradotto alla lettera significa ‘Giardino non noioso”. Ha scarse infrastrutture moderne e sembra più una foresta. Si potrebbe dire che è una sorta di contrappeso al trafficatissimo Corso Leninskij.

2 / Zaryadye Park: viste incredibili nel nuovo polmone verde in pieno centro

Questa nuova zona verde vicino al Cremlino è un po’ sovraffollata, ma nelle ore del mattino si può trovare un po’ di pace e solitudine rimanendo sul bordo del ponte sospeso sulla Moscova. Godetevi un gelato e camminate tra gli alberi e le piante, fingendo di essere da qualche parte in campagna.

3 / Giardini dell’Hermitage: balli serali con un cocktail

Centro della della musica pop, qui potete godervi uno Spritz nella caffetteria bohémien “32.05”, con la sua bella veranda estiva, e allo stesso tempo, ascoltare musica dal vivo, ballare e godervi una bella folla di moscoviti. Sorge qui anche il Nuovo Teatro dell’Opera, quindi potete prendere due piccioni con una fava e dedicarvi un po’ alla cultura.

4 / Giardini Bauman: attività sportive, ricreative ed educative

Questo piccolo e accogliente parco ospita spesso eventi interessanti: studi d’arte, corsi di danza, yoga e un club di lingua inglese. Precedentemente proprietà del conte Golitsyn, in epoca sovietica era il popolare spazio verde del centro cittadino, ed è stato anche immortalato nel famoso film sovietico del 1982 “Pokrovskie Vorota”.

5 / Parco Taganskij: ideale per portarci i bambini

Lasciate che i bambini corrano in giro, esplorino il parco giochi, giochino a calcio sul grande prato, mettano una mano sul getto di una fontana e ascoltino musica dal vivo. Di sicuro qualcuno si esibirà sul palcoscenico all’aperto. Poi mangiatevi un dolcetto all’Anderson Café, sedetevi sull’erba e rilassatevi. Nelle vicinanze si trova il magnifico Monastero Pokrovskij: entrate nella sua cattedrale principale per vedere le reliquie di Santa Matrona di Mosca, che sono ampiamente venerate.

6 / Aptekarskij ogorod: il giardino degli speziali, un paradiso per chi ama le piante

L’Aptekarskij ogorod è il più antico giardino botanico russo, fondato da Pietro il Grande nel 1706. Le prime erbe mediche furono piantate qui. Oggi è il giardino botanico ufficiale dell’Università statale di Mosca e potete godervi qui una vasta gamma di piante e fiori. Sulla sua pagina Instagram vengono pubblicate spesso immagini colorate di ciò che sta sbocciando al momento; controllate prima di visitarlo.

7 / Parco Ekaterininskij: il posto ideale per noleggiare una barca

Mettetevi nei panni di una nobile ragazza del XIX secolo che passeggiava qui quando questo parco apparteneva alla Scuola di Mosca dell’Ordine di Santa Caterina. C’è una biblioteca, un vecchio planetario, tre bei laghetti con un punto per noleggiare barche. Il bellissimo edificio scolastico blu è stato conservato ed è ora la sede centrale dell’esercito russo. Dopo esservi rilassati, visitate la vicina mostra militare all’aperto del Museo Centrale delle Forze Armate

8 / Giardino Morozovskij: dove godersi il ​​silenzio

Se vi capita di girovagare per le infinite strade tortuose di Kitaj-Gorod, potreste raggiungere questo piccolo giardino per caso. Provate la torta del monastero alle bancarelle del vicino Convento Ivanovskij e sedetevi su una panchina per godervi il silenzio. La costruzione verde era la villa di una famiglia importante dell’élite industriale dell’era imperiale: i Morozov.

9 / Stagni di Novodevichij: rilassatevi dando da mangiare alle anatre

Questo parco è situato in una zona molto pittoresca di Mosca. Da un lato c’è il bellissimo Convento di Novodevichij (non perdete l’occasione di entrare e godervi le chiese e le icone ortodosse). Dall’altra parte c’è il fiume Moscova con il suo ampio argine, perfetto per il pattinaggio a rotelle o per andare in bicicletta. Fate un picnic nel parco, portando con voi amici e giochi da tavolo, e poi passeggiate sulle rive del bel laghetto, dando da mangiare alle anatre e vedendo un monumento eretto proprio a loro.

10 / Tenuta Trubetskie

Uno dei più antichi parchi di proprietà вш Mosca è in realtà l’ex residenza di campagna dei Conti Trubetskie. Oggi è situato in posizione centrale nel distretto di Khamovniki, a pochi minuti a piedi dalla stazione della metropolitana Frunzenskaja. Prendete un hamburger nel ristorante di Arkadij Novikov, Farsch, e mangiatelo con una vista sul laghetto della tenuta. In epoca sovietica, qui si tenevano esercitazioni militari e sportive per bambini, ma oggi ci sono campi da gioco e percorsi ecologici.

Volete esplorare Mosca in bicicletta? Ecco cinque itinerari su due ruote 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie