I piatti più popolari serviti nelle mense sovietiche

Legion Media
Il menu era praticamente uguale in tutte le mense del paese, e veniva preparato secondo gli standard ufficiali dello Stato. Ecco cosa mangiavano i cittadini dell’URSS

1 / Cotolette di carne con purè di patate

Il pranzo tipico in una mensa sovietica consisteva in una cotoletta con purè di patate, accompagnata da un'insalata di cavoli e carote chiamata “Vitaminnij” (insalata di vitamine). Sembra semplice, vero? Ma a casa non era così facile preparare questo piatto, perché richiedeva un ingrediente segreto. Le cotolette, infatti, risultavano così gustose... grazie al pane di segale. 

La ricetta prevedeva una proporzione di 60/40 di carne e pane. Il pane di segale, infatti, è sempre stato molto utilizzato in Russia e lo si aggiungeva anche alla carne macinata. 

Se volete sperimentare anche voi le cotolette russe, provate con questa ricetta. 

2 / Gulasch con pasta

Il manzo a pezzettini con la pasta (perlopiù “conchiglie”) era la variante sovietica del famoso gulasch ungherese. La specialità di questa versione era la salsa, preparata con brodo e passata di pomodoro, chiamata “podlivka”. Alcuni clienti chiedevano addirittura una doppia porzione di “podlivka”.

“Penso che aggiungessero un po’ di farina nella salsa - dice la moscovita Daria Sokolova, ricordando la sua infanzia -. La ‘podlivka’ sulla pasta era semplicemente deliziosa!”. 

3 / Frittatona al forno 

Come facevano a realizzare delle frittate così alte? Innanzitutto nelle mense sovietiche si usava abbondante burro (ad alta percentuale di grasso) al posto dell’olio vegetale; in secondo luogo, si cucinava in speciali teglie dai bordi alti.  

Durante la cottura in forno, la frittata si gonfia. Se volete provarla a casa vostra, mescolate 5 uova, 1 tazza di latte, sale q.b. e ungete la teglia con un po’ di burro. Cuocete in forno per 30-35 minuti.

4 / Pesce bianco marinato

Nelle mense sovietiche, il giovedì era il “giorno del pesce”. Venivano serviti pesce persico, baccalà, carpa o merluzzo.

I cuochi impanavano il pesce nella farina e lo cucinavano nella cosiddetta “marinata”, una salsa di carote, cipolle e concentrato di pomodoro. Questo piatto era buono anche il giorno dopo, servito freddo. 

5 / “Ricci” di riso

Queste polpettine vengono chiamate “ricci” perché il riso crea una forma che ricorda gli aculei.

Si cucinano in una salsa di pomodoro o bianca (una specie di besciamella). Originariamente, questi “ricci” venivano serviti sia come piatto principale, sia come contorno, ma molte persone li mangiavano con una porzione a parte di riso, purè di patate o grano saraceno

6 / Zuppa solyanka

Questa zuppa può essere preparata con diversi “avanzi”, ed è per questo che si trovava spesso nel menu del giorno delle mense sovietiche. La ricetta tradizionale includeva carne e cetrioli sottaceto, ma poteva essere cucinata anche con pesce o salsicce. La zuppa veniva solitamente servita con panna acida (smetana). 

Qui trovate la ricetta completa.  

7 / Zapekanka di ricotta

Le mense sovietiche di solito non offrivano una gran varietà di dolci. Ma c’erano due dessert pressochè immancabili: i syrniki con latte condensato e la zapekanka.   

La cosa migliore della zapekanka è che la si può preparare praticamente con qualsiasi combinazione di ingredienti. C’è qualche verdura rimasta ad avvizzire nel frigo? Fate la zapekanka! Avete cotto troppa pasta per cena? Non importa, usatela per una deliziosa zapekanka al formaggio! Qui trovate qualche interessante suggerimento. 

8 / Soffici oladyi con marmellata

Fra i vari tipi di frittelle, gli oladyi erano quelli che più facilmente si trovavano nelle mense scolastiche in epoca sovietica.  

Sono talmente tanto radicati nella cultura russa che esistono addirittura delle curiose leggende: si dice che, se appaiono in sogno degli oladyi, significa che si avrà presto una conversazione allegra e spensierata con qualche parente o amico.

Visto che la loro preparazione richiede solo pochi minuti, gli oladyi si cucinano spesso a colazione e si abbinano a vari condimenti: sciroppi, marmellate, panna acida ma anche salmone salato.

Ecco a voi la ricetta completa. 

9 / Pljushki di Mosca

Fondamentalmente, ogni prodotto da forno di pasta lievitata può essere chiamato pljushka. Questi panini dolci sono conosciuti in Russia fin dalla notte dei tempi e hanno preso forme diverse: fiori, uccelli, fiocchi e così via. La leggendaria pljushka di Mosca a forma di cuore è stata creata dagli specialisti sovietici ed è ancora molto amata dai russi.

La variante internazionale più vicina alla pljushka di Mosca è il Franzbrötchen tedesco: i due dolcetti contengono quasi gli stessi ingredienti e sono abbastanza simili nella preparazione e nella forma. Ciò che rende i pljushki così speciali è la loro consistenza, ben lievitata e deliziosamente soffice. Non c’è davvero nulla di complicato nella ricetta, quindi potete facilmente ricreare questo epico prodotto da forno russo-sovietico nella vostra cucina: ecco la ricetta

10 / Kompot

Il kompot è una deliziosa bevanda a base di frutta e bacche e in passato veniva servito prevalentemente durante le feste. Preparato usando mele, pere o prugne secche, può essere conservato per diversi mesi in un contenitore ben chiuso. Se volete provarlo anche voi, prendete della frutta secca, immergetela in acqua, aggiungete lo zucchero e fate bollire il liquido; lasciatelo sedimentare per 20 minuti e poi raffreddatelo.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie