Cinque consigli per un'avventura indimenticabile a Velikij Novgorod

Legion Media
Lungo la strada tra Mosca e San Pietroburgo ci sono diverse antiche cittadine che custodiscono ancora oggi l’architettura, le tradizioni e lo spirito russo più autentico. Scoprite cosa vedere e dove mangiare a Velikij Novgorod

1 / Un insolito tour della città

Bene, siete arrivati in città, avete fatto il check-in in albergo e siete pronti per iniziare la vostra avventura. Se desiderate fare un giro turistico alternativo, affidatevi a Barskie zabavy ("Il divertimento dei signori"), un servizio che vi accompagnerà in giro per la città con soste nei bar più interessanti dove sarà possibile fare una pausa con interessanti degustazioni di prodotti locali. Durante il tour, la guida vi racconterà cosa bevevano i cittadini di Novgorod 500 anni fa, quali abiti indossavano, come erano i bar e le taverne dell'epoca.

Avete mai girovagato di notte nel cimitero di un'antica città? Ebbene, noi l'abbiamo fatto per scrivere questo articolo. Munitevi di torcia e stivali di gomma, e di un bel gruppo di amici. La vostra guida vi racconterà come venivano sepolte le persone nella Novgorod medievale, vi spiegherà le origini dei simboli del cimitero e come è cambiata l'industria dei servizi funebri in epoca sovietica.

Per altre visite particolari, dedicate ad esempio alla comunità locale dei Vecchi Credenti, alle antiche icone russe, alla storia del Cremlino di Velikij Novgorod e ai luoghi più importanti della città, potete visitare il sito web del centro turistico Rus Novgorodskaya

2 / Ammirate il cuore della città: il Cremlino di Velikij Novgorod

Come vi avevamo già raccontato in questo articolo, il cremlino è il cuore di molte antiche città russe, non solo di Mosca.

Situato sulla riva del fiume Volkhov, con i suoi bastioni e le cupole dorate, il cremlino di Velikij Novgorod sembra un'isola galleggiante pronta ad andare alla deriva.

Eretta nell'XI secolo, questa antica fortezza è stata costruita in pietra e mattoni con lo scopo di proteggere il centro della città. È uno dei luoghi di maggior interesse da visitare a Velikij Novgorod.

La perla principale del Cremlino è la cattedrale di Santa Sofia, risalente all’XI secolo e decorata con gli affreschi originali di San Costantino ed Elena, accuratamente conservati fino ai giorni nostri; al suo interno potrete ammirare anche l'icona del Segno della Madre di Dio (XII secolo), che, secondo la leggenda, avrebbe aiutato la città di Novgorod nella sua battaglia contro Suzdal. Nella cattedrale si trovano anche le reliquie di alcuni santi e principi russi.

3 / Una passeggiata per la corte di Yaroslav e nell'antico mercato

La zona sul lato opposto del fiume, rispetto al Cremlino, prende il nome dall'antica residenza del principe Yaroslav il Saggio. Il complesso architettonico custodisce molte opere architettoniche di inestimabile valore, con chiese risalenti al XII-XVII secolo; la più antica è la cattedrale di San Nicola, costruita in stile bizantino. 

Essendo stata la città tra i membri della Lega Anseatica (un'alleanza di città che nel tardo medioevo e fino all'inizio dell'era moderna mantenne il monopolio dei commerci su gran parte dell'Europa settentrionale e del mar Baltico, ndr), il suo mercato era uno dei più grandi lungo la via commerciale tra i variaghi e i greci, con una grande varietà di merci. Il vecchio muro, che assomiglia molto a un antico acquedotto, è una parte dell'edificio del Mercato di Novgorod, e si trova ancora oggi sulle rive del fiume. 

Sul lungofiume, di fronte al Cremlino, troverete un grazioso monumento dedicato a una viaggiatrice stanca. Non dimenticate di scattare una foto e di lasciare una moneta nella scarpa della ragazza: dicono che porti fortuna!

4 / La cucina locale  

Godetevi un pranzo con vista panoramica: sulla riva del fiume è ormeggiata una nave che ospita il ristorante Flagship Frigate. 

In alternativa, provate Zavod Bar, che offre piatti cucinati in un vero forno russo e liquori di produzione locale.

La Berg House invece serve cucina tradizionale mercantile e si trova all’interno di un originale palazzo del XIX secolo.

Tra le specialità della cucina locale ci sono la zuppa di cavolo, vari piatti a base di pesce, come le cotolette di luccio, e la medovukha, una bevanda tradizionale russa.

5 / Acquistare souvenir e specialità locali

Se volete portare a casa qualche souvenir, potete visitare uno dei tanti negozi di souvenir e acquistare dolci e dessert locali, come il pan di zenzero, le caramelle “Dunkina radost” e il miele di abete rosso. 

Per acquistare qualcosa di veramente speciale, non esitate a comprare vestiti, biancheria da letto, eleganti tovaglioli e tovaglie prodotti nella fabbrica Krestetsij: conservano ancora oggi le tradizioni del ricamo popolare russo risalente al XIX secolo.

Anche il liquore locale e la medovukha saranno un regalo speciale da infilare in valigia.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie