Qual è il momento migliore per visitare le più popolari mete turistiche russe?

Legion Media
Come scegliere il periodo perfetto per andare in Russia e godersi le principali bellezze del Paese? Ve lo diciamo noi quando partire!

Mosca 

Si può dire che la stagione turistica a Mosca non termini mai: i viaggiatori arrivano nella capitale russa in ogni periodo dell’anno. Ma il momento considerato più piacevole per una visita è sicuramente l’estate: con il caldo ci si possono godere in pieno le passeggiate nei parchi verdeggianti e nei giardini del centro storico, si può fare una bella gita panoramica su un barcone sulla Moscova e partecipare a un numero infinito di iniziative organizzate all’aria aperta.

D’inverno, i moscoviti raccomandano agli stranieri di visitare la loro città quando è super addobbata e in pieno fermento per le Feste: il centro brilla ovunque di luci come nessun’altra capitale mondiale. E se avrete la fortuna di trovare anche la neve, beh, allora l’effetto “atmosfera natalizia” sarà doppio. 

Nelle “mezze stagioni”, in primavera e in autunno, il meteo può invece giocarvi brutte sorprese e guastarvi l’impressione della città. Il tempo piovoso e il freddo umido per molti sono uggiosi.

San Pietroburgo 

Il meteo estremamente variabile di San Pietroburgo può scoraggiare i potenziali turisti. Ma ci sono dei periodi dell’anno in cui il tempo si mette un po’ a posto e la città diventa ancor più attraente per chi è in viaggio.

Il momento migliore per visitare San Pietroburgo è, a giudizio della gente del posto, il periodo delle “notti bianche”, che inizia alla fine di maggio e va avanti praticamente fino all’inizio di luglio. Il picco si ha a giugno, quando il sole praticamente non tramonta mai e anche di notte per le strade c’è luce quasi come di giorno. 

A San Pietroburgo, si sta bene anche tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno: a settembre il clima è spesso piacevole. E si può apprezzare lo spettacolo dei parchi cittadini, con le mille sfumature dorate delle foglie che ingialliscono.

Ma la regola principale qui è: non dimenticate l’ombrello! La pioggia è un evento comune in tutte le stagioni e può iniziare del tutto all’improvviso. 

Anello d’Oro  

Questo itinerario fu pensato per i turisti nel 1967 dal giornalista sovietico Jurij Bychkov, che vi inserì otto città della Russia centrale, nelle regioni di Mosca, Vladimir, Ivanovo, Kostromà e Jaroslavl. Il momento migliore per andarci è tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno. Il principale vantaggio di questo periodo dell’anno sono le condizioni meteo piacevoli. Non è più così caldo e polveroso come d’estate, ma sono ancora aperti tutti i principali percorsi turistici pedonali. E ancora, nel periodo autunnale si possono visitare i monasteri ortodossi e assistere alle funzioni religiose.

Ma l’autentica bellezza di queste cittadine si apprezza in pieno durante l’inverno russo, con la neve che scricchiola sotto i piedi e il gelo che realizza disegni sui vetri delle finestre. In occasione del Capodanno e del Natale ortodosso (7 gennaio) e per Maslenitsa, la festa che precede la Quaresima, nelle città dell’Anello d’Oro vengono organizzate feste popolari in gran numero. 

Territorio di Krasnodar e Crimea 

Il Territorio di Krasnodar e la Crimea sono meravigliosi in ogni periodo dell’anno. Dipende quindi dalle preferenze e dagli obiettivi del turista la scelta del momento della visita. Per rilassarsi al mare, meglio andare a inizio luglio o a settembre. Il tempo a luglio non è più così pazzo come a maggio e giugno, ma i turisti non devono patire il caldo torrido di agosto. E poi in altissima stagione ci sono talmente tanti turisti, che la permanenza può non essere piacevole.

L’inverno è invece un periodo meraviglioso per chi vuole fare la settimana bianca in una delle stazioni sciistiche del Territorio di Krasnodar, tra cui la celebre Sochi

Vladivostok 

Secondo gli abitanti del Territorio del Litorale, il momento migliore per visitare Vladivostok va dalla fine d’agosto a tutto l’autunno. È in questo periodo che il clima è più piacevole. A inizio settembre l’acqua nel Mare del Giappone è calda, e sulle spiagge ci sono molti meno turisti che nei due mesi precedenti.

Chi ama la natura e sogna passeggiate nella taiga o lungo mare dovrebbe scegliere come periodo della visita l’inizio di ottobre. Ci sono giornate incredibilmente serene, nelle quali da Vladivostok si riesce a vedere la Penisola Peschanyj e le isole dell’Arcipelago dell’imperatrice Eugenia, che di solito sono nascoste dalla foschia.

Regione di Irkutsk 

Nella Regione di Irkutsk i turisti arrivano soprattutto per visitare una perla della natura: il Lago Bajkàl, il più antico e profondo, e la più grande riserva di acqua dolce del pianeta. La stagione turistica qui dura tutto l’anno, ma i momenti migliori sono l’estate e l’inverno. E bisogna sottolineare che qui l’estate è molto breve, e davvero caldo qui lo fa solo a luglio e all’inizio di agosto. 

L’inverno sul Bajkal è meraviglioso. L’acqua gelata assume dei colori atipici: da celeste chiaro a blu. Il ghiaccio è liscio e si può usare il lago come un’enorme pista di pattinaggio. Proprio per questo, in vari punti, non lontano da riva, vengono ripuliti dalla neve dei rettangoli di superficie e si solito è possibile anche noleggiare l’attrezzatura.

 

Arrivano i visti elettronici gratuiti per Kaliningrad: nella lista c’èanche lItalia 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie