Dieci cibi e bevande da provare in un mercato russo

Vladimir Pesnya/Sputnik
Il “rynok” in Russia è un paradiso di sapori e colori, e qui potrete trovare prodotti contadini più freschi e genuini rispetto ai negozi. E anche se all’inizio certe pietanze vi sembreranno esotiche, presto inizierete a non poterne fare a meno!

1. Kolbasà/ Salo

I salumi russi di maiale hanno varie gradazioni di estremismo per il palato straniero. I salami (kolbasà) sono solitamente affumicati e hanno una consistenza rigida. Sono presenti nelle loro forme più diverse nei mercati, dove vengono spesso trasportati direttamente dalle fattorie.

Se siete un po’ più coraggiosi, provate il salo, il lardo russo, salato e speziato (spesso è più aglioso del corrispettivo italiano). Va benissimo con la vodka o il borshch, è un alimento base della cucina russa e ucraina, ed è di solito servito ghiacciato e tagliato sottilissimo.

2. Lavash

Questo pane caucasico è unico nel suo genere, anche se ricorda alla lontana una piadina. Leggero, croccante e secco, può andare d’accordo con qualsiasi cosa: verdure, hummus, carne alla brace… Quando è caldo, ha un ottimo sapore anche se mangiato da solo. Provatelo in un mercato coperto, dove viene spesso cotto in forno a legna. E per farvi un’esperienza nel campo del pane russo, leggete qui

3. Caviale

Uno degli alimenti simbolo del Paese è conosciuto all’estero come piatto di lusso. Il caviale nero (di storione) è ora costoso anche in Russia, ma può essere una sorpresa per gli stranieri vedere la gente del posto sgranocchiare molto spesso roba rossa a merenda, spalmata su pane e burro. È il caviale rosso (di salmone). Le uova di caviale provenienti dai mercati sono più grandi e solitamente leggermente meno salate. Ecco come scegliere il caviale migliore. 

4. Churchkhela

Questa caramella georgiana a forma di candela è un dessert naturale: può essere riempita con qualsiasi cosa, dalle noci ai frutti e ai cioccolatini, mentre lo splendido rivestimento è semplicemente formato da succo d’uva essiccato. Meglio provata fresca e fatta in casa, questa squisitezza colorata è imperdibile in un mercato, dove di solito potete vederne diverse appese ad asciugare.

5. Halvà

Si ritiene che questo dolcetto sia originario del Medio Oriente e potrete acquistarlo in quasi tutti i negozi in Russia: questa pasta di sesamo è nota per la sua consistenza assolutamente unica, ed è alla base di tantissimi dessert russi.

L’halvà acquistata al mercato è una storia diversa: i commercianti si sfidano per differenziare questo impasto tradizionalmente uniforme, e propongono variazioni dall’aspetto marmorizzato con cioccolato, lampone e tutti i tipi di infusi di frutta. Conquistatevi il venditore, e vi farà provare tutti i tipi uno dopo l’altro.

6. Bacche

I frutti di bosco a Mosca non sono esattamente il meglio: arrivano dalle province, di solito non sono ben mantenuti nei negozi, eppure possono costare fino a 7 euro per un piccolo cestino. Ecco perché è necessario acquistarli in un mercato, dove le consegne arrivano ogni mattino. Anche se sono ancora innegabilmente costose, le bacche del mercato sono tra le più grandi e più succose che avrete mai assaggiato. Per soddisfare una voglia occasionale, vale la pena spendere.

7. Tvorog

Questa prelibatezza rientra nella stessa categoria della panna acida, ovvero quella dei “prodotti caseari per noi strani di cui i russi vanno pazzi”. Per essere onesti, i russi in questo hanno ragione: questa specie di ricotta è paradisiaca quando viene servita con marmellata e bacche, ed è il cibo perfetto post-allenamento. Sfortunatamente, ci sono molti tvorog di bassa qualità nei negozi; per provare quelli più morbidi e più cremosi, dovete trovare banchi di mercato dove arriva direttamente dagli agricoltori.
Consultate la nostra guida completa ai prodotti caseari russi. 

8. Frutta secca

Forse la prima cosa che noterete entrando in un mercato è l’onnipresente parete colorata di frutta secca. Hanno letteralmente tutto qui, da albicocche e mandarini a prodotti più interessanti come fichi e datteri. Con la combinazione dei sapori e la capacità di persuasione dei venditori, tornerete a casa con chili di frutta secca (non c’è niente che possiate fare per opporvi).

9. Kvas

È una bevanda ottenuta dalla fermentazione del pane nero. Non è poi così male (giurin giurello).
Probabilmente si potrebbe descrivere il suo sapore come una via di mezzo tra birra e coca cola, ma va provato per capire. Il kvas è la bevanda estiva sorprendentemente rinfrescante che si beve da queste parti, ed è russa come il kalashnikov. Provatelo in un mercato per una assaggio liquido di vita alla dacia
E se questo ha aumentato la vostra sete di sapere, ecco altre bibite slave tradizionali. 

10. Birra locale

Se avete provato il kvas e non è il vostro genere di bibita, non preoccupatevi. Alcuni (ma non tutti) i mercati hanno concessioni da parte dei birrai locali e servono alla spina la loro produzione, quindi quando avrete terminato i vostri acquisti di generi alimentari, potrete dissetarvi con una birretta russa artigianale.

Dove trovare deliziosi formaggi e la pizza buona: sette ottimi mercati di Mosca 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie