Dalla caffettiera per auto alla pistola spara-pelmeni: dieci strani arnesi della cucina sovietica

Legion Media
Alcuni di questi aggeggi si possono trovare ancora oggi; altri, invece, sono spariti con il crollo dell’URSS

1 - Taglia-cavoli

Molti di voi sapranno che i russi sono grandi appassionati di cavoli, e ancora oggi li cucinano in mille modi diversi, seguendo spesso le ricette delle nonne. Qui, ad esempio, abbiamo raccolto dieci interessanti ricette a base di cavolo.

Quello che vedete in foto è uno strumento eccezionale: permette di tagliare il cavolo velocemente, ricavando fette sottili e dalla forma precisa. Si chiama “sechka” (o “tyapka”) e non è altro che una lama affilata a forma di semicerchio con un manico in legno per la presa. 

Questo gingillo si trova raramente nelle cucine russe di oggi, ma viene ancora prodotto per i cuochi e le cuoche più affezionati al “vecchio stile”. 

2 - Pistola per pelmeni

Chi si cimenta nella preparazione dei tradizionali pelmeni (i ravioli russi), sa che dovrà trascorrere in cucina diverse ore. In epoca sovietica si sono inventati un curioso aggeggio per facilitare il compito a molti cuochi: la “pistola” per ravioli. 

Una volta tirato l’impasto, si delinea la forma dei pelmeni appoggiando delicatamente la bocca della “pistola” sull’impasto; si sistema un cucchiaio di carne macinata, si copre con l’altra metà dell’impasto e si ritagliano i pelmeni “sparando” con la pistola. 

Potete seguire il procedimento in questo video:  

3 - Una forma per i pelmeni 

Al giorno d’oggi forme come questa sono molto più diffuse rispetto alle antiche “pistole” e permettono di ricavare moltissimi pelmeni in una volta sola. 

Ne esistono di vari tipi, non solo per produrre i pelmeni, ma anche i manty.  

4 - Caffettiera per auto

Questo straordinario dispositivo, che potrebbe piacere a molti italiani “coffee-addicted”, veniva prodotto negli anni ‘70 e ‘80 per coloro che potevano rinunciare a tutto… ma non al caffè! 

Questa piccola caffettiera veniva alimentata con la presa dell’accendisigari della macchina, e di solito era dotata di due tazzine. Secondo il libretto delle istruzioni, si poteva fare il caffè… mentre si guidava! 

5 - Griglia elettrica per gli shashlik

Ogni primavera i russi inaugurano la stagione degli shashlyk (il barbecue): si riuniscono in dacia con amici e parenti e grigliano quintali di spiedini. Ma che fare se non si può uscire? In epoca sovietica si erano inventati una piccola griglia elettrica, ideale per cucinare gli shashlik in casa!

6 - Samovar elettrico

Prodotto in massa dalla fine del XVIII secolo, il samovar conserva ancora oggi un fascino senza tempo che richiama il calore domestico e familiare. In URSS erano piuttosto diffusi in versione elettrica, che funzionavano come dei moderni bollitori. 

7 - Caraffa per il kvas

C’è una bevanda, in Russia, popolare quasi più della vodka: il kvas. Fatta con pane fermentato, è popolare fin dai tempi antichi e viene consumata soprattutto in estate per combattere il caldo. 

In passato, il kvas veniva servito in insoliti recipienti chiamati “kvassniks”. Il foro al centro serviva per il ghiaccio, per mantenere la bevanda fresca. Queste brocche vengono prodotte ancora oggi, anche se come souvenir, dato che tutti ormai hanno il frigorifero.

8 - Forma per biscotti 

Questa padella, chiamata “oreshnitsa” (un termine che deriva dalla parola орех, orekh, “noce”), è uno dei gadget più popolari in ogni cucina sovietica. Lo si può trovare ancora oggi in molte cucine russe e serve per cuocere dei biscotti a forma di noce, ripieni di latte condensato

Esiste un’altra versione di questa padella, molto più rara da trovare, a forma di funghi.

9 - Vaporiera per cuocere i manty

La ricetta dei manty affonda le proprie radici nella cucina turca ed è diffusa anche in Asia centrale e nel Caucaso. Veniva preparata anche nella cucina sovietica. 

Per facilitare il processo di cottura, i sovietici hanno progettato una pentola multilivello e l'hanno chiamata “mantovarka”. Funziona in modo simile a una vaporiera, ma ha più livelli e, nel mezzo c'è un grande foro per consentire una migliore circolazione del vapore.

10 - Separatore di uova

Questo insolito gadget veniva usato in epoca sovietica per separare l’albume dal tuorlo. Il tuorlo rimaneva in cima, mentre l'albume scorreva nei piatti. Pratico, no?

Leggi anche: Come fare in casa il tipico gelato sovietico al gusto crème brûlée tra due wafer croccanti

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie