Cinque piatti che ogni russo cucina per il cenone di Capodanno

Legion Media
La preparazione della cena dell’ultimo dell’anno spesso richiede lunghi tempi di preparazione, ma i festeggiamenti non iniziano finché in tavola non ci sono caviale, insalata russa e… altre prelibatezze della cucina locale. Scoprite quali!

1 / Insalata russa

Innanzitutto, dimenticate questo nome! Quella che in Italia è comunemente conosciuta come insalata russa, in Russia si chiama Olivier. L’insalata Olivier è la regina delle feste di Capodanno, simbolo delle vacanze invernali. I russi sognano questo piatto tutto l'anno e ne preparano almeno 5 chili per poterlo mangiare per diversi giorni durante le feste. 

Ecco la ricetta dell’Olivier classica, che viene preparata fin dall’epoca sovietica: patate bollite, carote, uova, “salsiccia del dottore” (Doktorskaja kolbasà), cetrioli sott'aceto, cipolla, piselli e maionese. Tritate il tutto a cubetti e mescolate.

Ogni famiglia però ha la propria versione: c’è chi aggiunge delle mele e chi, invece, predilige un’interpretazione moderna, utilizzando come base, al posto della salsiccia, il salmone o l’aragosta. 

Prima di servirla, mescolate l’insalata con un po’ di maionese e un pizzico di sale; la maionese tradizionale può essere sostituita con della maionese fatta in casa, che ha certamente meno calorie ed è più salutare. Si può aggiungere anche un trito di erbe aromatiche a seconda dei gusti; ai russi piace arricchire l'insalata con prezzemolo o aneto. 

Qui trovate la nostra guida alla preparazione dell’insalata Olivier. 

2 / Antipasto di caviale

Se c’è una cosa che non può mancare sulle tavole russe di Capodanno, oltre all’insalata Olivier, è il caviale. E anche se molte famiglie non possono permettersi di acquistarlo in altri periodi dell’anno, faranno di tutto per averlo in vista del cenone di fine anno. Si ritiene infatti che una tavola debba essere ricca e imbandita, perché, secondo la credenza popolare, il modo in cui si trascorrerà l’ultima notte dell’anno influenzerà anche il corso dell’anno successivo.

Il tipo di caviale più diffuso è quello rosso, per via del suo prezzo più contenuto; ma chi può permetterselo, non rinuncerà di certo a un brindisi accompagnato da una cascata di caviale nero.

In Russia viene servito su un pezzo di pane con una noce di burro spalmata sopra. Un antipasto perfetto da servire con lo champagne. 

Qui trovate alcune ricette originali per servire il caviale. 

3 / Aringa in pelliccia

Eccola, una delle insalate russe più strane secondo gli stranieri: l’aringa in pelliccia. Ma non lasciatevi confondere dall’aspetto insolito o dall’inusuale combinazione di ingredienti: vi renderete conto anche voi che l’unione di pesce salato, maionese e barbabietola dolce è semplicemente sorprendente!

Il segreto del successo di questa insalata dipende dalla qualità del pesce, oltre che dalla sua salinità e consistenza. Di solito si aggiungono anche altri ingredienti, come patate, carote, barbabietole, cipolla e uova, bollite e grattugiate.  

Ogni strato dovrà essere poi coperto con della maionese. Infine lasciate riposare l’insalata in frigo per diverse ore prima di servirla. 

Qui trovate la ricetta completa.

4 / Anatra alle mele

Di solito i russi preparano questo piatto per il pranzo del 1° gennaio… dopo aver mangiato gli avanzi dell’insalata russa e dell’aringa in pelliccia a colazione! 

Ogni famiglia ha la sua ricetta: alcune farciscono l'anatra con il cavolo, mentre altre aggiungono patate, mele o mele cotogne. L’anatra si abbina molto bene ai gusti dolci, perciò spennellatela con miele o sciroppo di bacche. 

Ecco a voi la ricetta. 

5 / Kholodets

Storicamente, questa carne in gelatina non era destinata alle feste natalizie, poiché veniva cucinata con prodotti di minor qualità. Si utilizzavano stinchi di manzo o di vitello, zoccoli e teste di vitello, e si facevano bollire. Pur non essendo assolutamente una prelibatezza, è un piatto commestibile e ricco di grassi.

Al giorno d'oggi viene cucinato solo per le feste, poiché richiede molto tempo. Usate carne con le ossa, come stinchi di vitello o di manzo, e fatela bollire per 8-9 ore a fuoco lento. 

Quando il brodo si raffredda, si rapprende senza necessità di usare la gelatina. È questa in realtà la differenza principale rispetto ad altri piatti di aspic, come la lingua di manzo in aspic che vi abbiamo presentato qui. La carne ricoperta di brodo può essere decorata con verdure o erbe aromatiche per darle un tocco più chic.

Il piatto viene servito freddo ed è ancor più delizioso con un po’ di senape o cren.

La ricetta completa qui.

P.S. I russi non cucinano dolci per la tavola di Capodanno, perché c'è già troppo cibo e non c'è spazio per qualcosa di dolce. Tuttavia, un dessert tipico delle Feste (che in Russia durano 10 giorni) è la kovrizhka (pan di zenzero). Scoprite qui come prepararlo.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie