Undici bibite russe che dovete assolutamente provare

Legion Media
I russi hanno un tipo diverso di bevanda per ogni occasione: per quando vogliono rilassarsi o svegliarsi, rinfrescarsi o riscaldarsi, bere da soli o in compagnia

11 / Kvas

Se vi sembra strana l’idea di preparare una bibita usando del pane, dovreste ricredervi e provare il kvas russo. È la bevanda più antica del Paese, se si esclude l’acqua, ovviamente, ed è incredibilmente rinfrescante durante l’estate. Il kvas è fatto con acqua e pane di segale. Si possono anche aggiungere erbe e frutta per insaporirlo, e può essere lievemente alcolico.

10 / Kompot

Chiedete a qualsiasi russo quale bevanda va bevuta a pranzo e vi risponderà il kompot. Questa bevanda dolce è a base di frutta e può essere servita calda o fredda.

9 / Мors

Il mors è una bevanda a base di bacche leggermente aspre, da servire fredda. La sua consistenza è molto simile al kompot, anche se qui le bacche bollite sono schiacciate, mentre nel kompot i frutti sono lasciati interi. Molto spesso, il mors è fatto con ossicocco, mirtilli, mirtilli rossi, o con un mix di frutti di bosco.

8 / Sbiten

Fino a quando il tè non è apparso in Russia, la bevanda più popolare per riscaldarsi era sicuramente lo sbiten. È una bevanda dolce con una base di miele e spezie. Si aggiungono zenzero, cannella, chiodi di garofano, menta, margherite e persino degli agrumi. Con un po’ di vinosi ottiene il vin brulé alla russa.

7 / Medovukha

La medovukha è una delle bevande alcoliche più antiche della Russia, e ha un tasso alcolico tra il 2 e il 12 per cento. È fatta con miele, lievito, zucchero e acqua, ma la ricetta è limitata solo dalla vostra fantasia. È possibile infatti aggiungere bacche, erbe aromatiche e/o succo di frutta. Oggi è una bevanda molto popolare da acquistare nelle città dell’Anello d’Oro.

6 / Vzvar

È quasi dimenticato, ma questo non lo rende una bevanda slava meno gustosa. Lo vzvar è simile al kompot, fatto di frutta o bacche, con l’aggiunta di erbe e talvolta di vino. Può essere piuttosto denso e a volte per la sua consistenza ricorda più un budino che una bevanda.

5 / Tè

In Russia la gente ama da morire il tè. Bevono quello nero classico con il limone, il tè verde, vari infusi e tisane È un’ottima scusa per invitare gli amici: basta chiedere “Vuoi venire a berti una tazza?”

4 / Kissel

La prima domanda che vi verrà in mente quando vedrete per la prima volta il kissel è “ma va bevuto o mangiato?”. È un succo molto denso e nutriente che viene cotto con l’amido. Durante gli anni sovietici, era normale prepararlo usando delle barrette secche e gelatinose, che si scioglievano in acqua bollente, e che ai bambini piaceva anche masticare.

3 / Kefir

Conoscete i benefici delle bevande a base di latte fermentato? Il kefir potrebbe diventare la vostra nuova bevanda preferita! In Russia, ci sono molte varietà di kefir. Hanno percentuali diverse di grassi e aggiunte diverse, compresi cetrioli e aneto. Il kefir può anche essere usato come base per frittelle e torte.

2 / Rjazhenka

Anche la rjazhenka è un tipo di bevanda a base di latte fermentato, ma con un sapore morbido e caramellato. Contiene molte vitamine, che aiutano a rafforzare il sistema immunitario e la digestione. Inoltre, è molto facile da cucinare a casa.

1 / Vodka

La vodka è spesso il primo drink che le persone associano automaticamente alla Russia. Qui, di solito, ha un tasso alcolico di 40 gradi ed è buttata giù tutta d’un fiato da piccoli bicchieri. I russi hanno molte tradizioni legate alla vodka. Si crede che tra il primo e il secondo bicchiere, non sia permesso fare uno spuntino, e se siete in ritardo al tavolo mentre tutti bevono, dovrete tirar giù un bicchierino “di punizione” in più. È poi fondamentale accompagnare la bevuta con dei buoni spuntini. Fortunatamente, la cucina russa offre molte opzioni come sottaceti, carne in gelatina, borsch caldo, ecc.

I dieci cibi di cui sentono di più la nostalgia i russi all’estero 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie