Dodici posti di Mosca che dovete assolutamente visitare (secondo gli expat)

Getty Images
Sono tanti gli stranieri che vivono e lavorano nella capitale russa. Una comunità che ha i suoi gusti e le sue preferenze, quanto a mercati, parchi e zone dove andare la sera. Ecco i loro consigli

Mercati

1. Mercato Danilovskij

Mosca è una città dai molti magnifici mercati. Il paradiso gastronomico del mercato Danilovskij, situato appena a sud del centro città, gode di grande successo tra gli stranieri per i suoi ristoranti spettacolari e gli ambienti da circo.

“Questo posto è un santuario dell’arte del cibo”, afferma l’assistente finanziario britannico David Walker. “Lì puoi trovare letteralmente ogni tipo di cibo, quindi è perfetto se siete degli indecisi cronici come me. Mi ricorda Spitalfields a Londra, ma come esperienza è ancora meglio, grazie alla strabiliante architettura sovietica”.

2. Gastroferma

Questo rifugio per hipster con 32 ristoranti, situato a pochi passi dalla stazione della metropolitana Baumanskaja, vanta la più ampia selezione di cucine internazionali della città. Per Lucia Bellinello, ha anche alcune delle pizze più buone della città. Grande elogio, soprattutto se viene da un italiano!

Se siete in cerca di altri mercati splendidi, leggete qui

Quartieri

3. Chistye Prudy

Per il francese Erwann Pensec, l’area di Chistye Prudy nel centro di Mosca ha tutto: “È centrale, tranquilla, pittoresca, e offre numerosi bar, ristoranti e negozi. È probabilmente il quartiere più dinamico di Mosca e qui puoi vedere tantissimi artisti di strada.”

Secondo l’americano Michael Lee Lewis, l’area è il luogo perfetto per iniziare una serata fuori. “C’è un anfiteatro vicino a Chistiye Prudy, dove tutti bevono vino in estate, e una passeggiata vicino al laghetto è davvero bella. C’è così tanta atmosfera lì.”

4. Stagni del Patriarca

Dall’altro lato del centro città, rispetto a Chistye Prudy si trovano gli Stagni del Patriarca (Patriarshie Prudy), location della scena d’apertura del “Maestro e Margarita” di Bulgakov. Da allora è diventato terreno di dimora per i gatti più cool della città, e attira molti stranieri alla ricerca di deliziosi cocktail e bei momenti.

“Lo stagno e l’area circostante sono così belli, è assolutamente il posto più carino di Mosca”, ci dice Michelle Petite, una traduttrice francese. “Anche solo andare a fare una passeggiata da queste parti è un piacere, ma ci sono poi tanti ottimi caffè e bar, quindi vale la pena andarci anche in inverno.”

L’appeal del quartiere in tutte le stagioni è confermato anche dalla studentessa irlandese Alice Gallanagh: “È così accogliente la zona degli Stagni del Patriarca! Il laghetto si ghiaccia in inverno, e la gente va a pattinarci, sotto quelle splendide luci. E in estate, è il posto perfetto per una passeggiata nel centro città”.

5. Lungofiume Luzhnikì

Con la Coppa del Mondo ormai alle spalle, l’area che circonda lo Stadio Luzhnikì e le Colline dei Passeri sta tornando ad essere un luogo popolare per gli sportivi e per i fanatici del fitness. “C’è una grande area per il tempo libero lì, dove amo correre”, dice Lucia Bellinello. Dopo tutto, la vista sul fiume Moscova è piuttosto spettacolare.

Se siete in cerca di altri posti dove fare attività fisica a Mosca, leggete qui

6. Kuznetskij Most

A due passi dal Teatro Bolshoj e dalla Piazza Rossa, questa zona centrale di Mosca è l’epicentro della vita della capitale. Naturalmente, l’atmosfera vibrante e l’appeal di alto livello rendono una passeggiata qui pittoresca. “Adoro percorrere la strada dal Telegrafo Centrale alla stazione della metropolitana Kuznetskij Most”, afferma l’americano Tim Kirby. “Faccio felicemente quel viaggio dopo molti incontri a tarda notte.”

Parchi

7. VdnKh

Questo parco colossale dell’era di Stalin fu originariamente costruito per ospitare un’esposizione agricola e ora funge da museo dell’architettura sovietica all’aperto. Dopo colossali lavori di restauro impressiona molti stranieri per la sua capacità di soddisfare tutte le esigenze giornaliere in un unico luogo.

“Adoro andare in bicicletta lì, puoi starci tutto il giorno senza annoiarti”, ci dice Alice Gallanagh. “Stiamo parlando di fontane, musei, caffè e persino di una teleferica. Non appena è arrivata l’estate, ho subito scelto il VdnKh per un picnic.”
Per saperne di più sull’architettura del Parco VdnKh, leggete qui

8. Tsaritsyno

L’ex residenza estiva di Caterina la Grande è ora un’isola di verde in mezzo alla periferia sud di Mosca. In contrasto con i raccapriccianti palazzoni sovietici che la circondano, la riserva di Tsaritsyno è un’enorme insieme di alcune delle più meravigliose costruzioni della Russia imperiale.

Anche la vegetazione avvolgente del parco ha attirato l’attenzione di Erwann Pensec: “Mi sono innamorato di questa enorme foresta; gli alberi sono così grandi, in più c’è tranquillità, aria pulita, animali (scoiattoli!), e che bellezza genuina si trova nei viottoli e nelle statue!”

9. Giardini botanici dell’Università

Il Giardino degli speziali risale al regno di Pietro il Grande, e questa giungla piena di serre è forse la più colorata opzione di fuga dal caos del centro di Mosca. “Anche se è situato accanto a un viale rumoroso, ti senti come se fossi completamente immerso nella natura”, dice Erwann, (che sta rapidamente diventando il nostro esperto di parchi). “È completamente silenzioso; c”è solo verde e aria fresca”

Cercate altri parchi moscoviti dove passeggiare? Ecco i dieci migliori. 

Arte e letteratura

10. Casa Melnikov

Una delle grandi strutture architettoniche del XX secolo e forse il più curioso edificio di Mosca dell’avanguardia sovietica degli anni Venti, questo studio d’arte cilindrico è diventato qualcosa di assolutamente straordinario per gli stranieri che vi si recano.

“La sua creatività funzionale e gli elementi da panopticon racchiudono perfettamente un’era della storia dell’architettura che c’è stata solo qui”, afferma David Walker. “È un pellegrinaggio per chiunque sia interessato al costruttivismo: è un approccio davvero strabiliante”.

Siete interessati a un tour tra gli edifici dell’avanguardia sovietica? Eccone dieci da non perdere. 

11. Museo di arte moderna di Mosca (Mmoma)

“Visito le gallerie Mmoma su Gogolevskij Boulevard praticamente ogni sabato mattina”, ci dice Michael Lee Lewis. “Le gallerie classiche, come il Museo Pushkin o la Tretjakov, sono luoghi da non perdere, ma le loro mostre non cambiano frequentemente. Il Mmoma, invece, offre costantemente nuove collezioni di arte moderna innovativa, principalmente di artisti russi. Le installazioni e le sculture sono pazzesche, e sono tutte ospitate in questa spettacolare casa imperiale russa con enormi finestre e pareti. La cosa migliore è che di solito è abbastanza tranquillo qui, quindi non dovrete fare la fila e potrete passeggiare in pace.”

12. Biblioteca Dostoevskij

Situata nel già citato paradiso intellettuale di Chistiye Prudy, questa fondazione dell’era sovietica è il testimonial della tendenza in continua crescita delle biblioteche hipster in Russia. Ora punteggiata di scrittori che bevono il tè e con eleganti pavimenti in parquet, la Biblioteca Dostoevskij riscuote successo tra gli stranieri che trovano le tradizionali biblioteche russe un po’ troppo austere.

“I bibliotecari russi possono essere un po’ intimidatori, ad essere onesti”, dice Alice Gallanagh. “Quelli della Biblioteca Dostoevskij si rendono invece molto utili, anche se il mio russo non è perfetto. È di gran lunga il posto più amichevole per gli stranieri che abbia mai visitato.”

È ormai sera e volete spassarvela? Ecco come tracannare l’impossibile in 5 rjumochnaja di Mosca e spendere appena 20 euro 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie