Dove andare a correre a Mosca? I sette percorsi migliori

Vladimir Astapkovich/Sputnik
Preferite restare in centro su una bella pista morbida e con piazzole attrezzate per far ginnastica o andare in un bosco metropolitano fitto come una foresta? Cercate la solitudine o nuove amicizie tra gli altri appassionati di jogging? Qui troverete il vostro posto ideale per rimanere in forma nella metropoli russa

Luzhniki

Per chi: Per chi ama le corse in gruppo con altri appassionati di jogging
Lunghezza del percorso: 5 chilometri
Dov’è lo start: Fermata della metro Vorobjovy gory

Ecco a voi il più popolare tra gli itinerari battuti dagli amanti della corsa a Mosca, che gira intorno allo Stadio Luzhniki lungo Passaggio Novoluzhnetskij e Lungofiume Luzhnetskij. Qui la pista è in asfalto gommato (ottimo ammortizzatore per i piedi e le articolazioni), la vista sui grattacieli della City di Mosca e sul grattacielo dell’Università Statale (una delle Sette sorelle di Stalin) è ottima, ci sono poche macchine e ci sono sempre molti appassionati di jogging, visto che questo percorso è considerato il migliore della capitale (preparatevi a un certo affollamento in pista). Di certo, non è il posto adatto per chi cerca di isolarsi dalla folla metropolitana, ma in compenso potrete fare nuove conoscenze, esercitarvi nelle piazzole attrezzate e lasciare le vostre cose alla Adidas Runbase

Lungofiume Frunzenskij e Prechistenskij

Per chi: Per chi ama le corse serali o notturne
Lunghezza del percorso: 10 chilometri
Dov’è lo start: Fermata della metro Vorobjovy gory

La particolarità di questo percorso sta nel numero di edifici e monumenti splendidamente illuminati durante la notte. Per cui il momento migliore per scegliere di fare una corsetta qui è dopo il tramonto. Iniziate dallo Stadio Luzhniki e muovetevi sul lungofiume. Vedrete l’edificio dell’Accademia russa delle scienze, soprannominata “cervelli d’oro” per la decorazione in metallo sul tetto; la sede del Centro direttivo nazionale delle Forze di Difesa russe; la Cattedrale del Cristo Salvatore, vari ponti e l’isola con l’edificio dell’ex fabbrica di cioccolata “Ottobre Rosso”, oggi uno dei posti preferiti della nightlife moscovita. 

Parco Pokrovskoe-Streshnevo

Per chi: Per chi è in cerca delle tenute storiche russe
Lunghezza del percorso: 5 chilometri
Dov’è lo start: Dalla stazione della metro Vojkovskaja servono 15 minuti per arrivare al parco

Pokrovskoe-Sreshnevo è un’antica tenuta nobiliare di campagna del XVII secolo, il cui proprietario servì i primi quattro zar della dinastia Romanov e fu il precettore di Pietro il Grande.
Il monumento principale è la casa padronale, e intorno ad essa c’è un esteso territorio con un laghetto e un vecchio parco di tigli, betulle e querce. Nel parco ci sono stradine sia asfaltate che sterrate, aria pulita e un sacco di scoiattoli abituati ai visitatori. Nei giorni feriali la tenuta è praticamente deserta e potrete trovarvi un po’ di agognata solitudine, ma nei fine settimana ci sono sempre molte persone attorno al laghetto.

Kitaj-gorod – Chistye prudy

Per chi: Per chi vuole vedere tutto il centro città in un colpo solo
Lunghezza del percorso: 10 chilometri
Dov’è lo start: Dalla stazione della metro Taganskaja bisogna correre in direzione del lungofiume

Questo è il tragitto migliore per una corsa che sia anche una visita panoramica di Mosca. Il percorso passa accanto a uno dei più famosi edifici classici di Mosca, la Casa Pashkov, così come alla Biblioteca Lenin, al Museo Storico, al Cremlino, al Teatro Bolshoj e a tanti altri dei principali monumenti del centro della capitale. Ma c’è un particolare: il vostro tracciatore GPS smetterà di funzionare per via dell’area protetta attorno al Cremlino. Siate pronti.

Circonvallazione dei giardini

Per chi: Per chi non cerca scorciatoie
Lunghezza del percorso: 16 chilometri
Dov’è lo start: Dalla stazione della metro Park Kultury in senso orario o antiorario.

In passato, tra il XVI e il XVIII secolo, al posto di questa grande arteria circolare c’era il Baluardo di terra, che proteggeva Mosca da rovinose incursioni nemiche. Oggi la capitale russa è cresciuta ben oltre questo limite e il Sadovoe koltsò, la Circonvallazione dei giardini, racchiude solo il centro storico.
Siamo onesti: questo è il percorso più inadatto per la corsa, ma forse proprio per questo attira centinaia di persone. Non c’è nessuna struttura pensata per chi corre, ci sono migliaia di automobili, semafori infiniti e pedoni che vi guarderanno con perplessità. Ma Circonvallazione dei giardini significa anche ampi marciapiedi, tanta luce, bellissime viste e le famose Sorelle di Stalin. E ancora: teatri, filarmoniche, monumenti architettonici e la Moscova vista dal Krimskij Most, il Ponte di Crimea. Scegliete la mattina presto, prima che lo smog la faccia da padrone. Portatevi l’acqua e qualche spuntino e andate in compagnia delle persone giuste: quelle cioè che non cercheranno di convincervi a tornare al punto di partenza in metro o in taxi invece di completare il giro.

VDNKh

Per chi: Per chi ama l’architettura sovietica
Lunghezza del percorso: 3 chilometri
Dov’è lo start: Dalla metro VDNKh percorrete 300 metri per raggiungere l’ingresso principale

L’Esposizione delle conquiste dell’economia popolare (VDNKh) è uno degli elementi principali dell’eredità architettonica sovietica e da sempre è un posto popolare tra chi ama correre. Ai larghi viali si aggiungono da qualche tempo anche le fontane e i padiglioni tirati a lucido dopo il restauro, per cui ora fare jogging qui è davvero un piacere.
Iniziate dall’arco dell’ingresso principale e muovetevi lungo il viale centrale. Se tre chilometri per voi sono pochi, proseguite sul territorio del confinante Giardino Botanico. È enorme.

Parco Timirjazevskij

Per chi: Per chi cerca un terreno accidentato
Lunghezza del percorso: dai 3 chilometri in su
Dov’è lo start: Dalla stazione della metro Timirjazevskaja girate su via Akademik Litsitsin e arrivate fino a via Timirjazevskaja. Vedrete un folto bosco: è la vostra meta

Questo posto non è certo per chi ama terreni lisci come un tavolo da biliardo. È uno dei più grandi parchi boschivi della capitale e qui si può perdersi, e più che viali ci sono percorsi sterrati proprio come in mezzo a una foresta. Con un navigatore GPS non avrete problemi. Nel Parco Timirjazevskij c’è sempre aria pulita e potrete scegliere tra tanti percorsi alternativi. Tenete conto che è pieno di gente che porta a spasso il cane.

Preferite qualche passatempo più strano? Ecco cinque cose strane che potete imparare a fare a Mosca in un giorno

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

This website uses cookies. Click here to find out more.

Accept cookies