Verde izbà e giallo marshrutka: arriva la paletta di colori ispirata alla Russia, ed è subito furore

Studio di design Presium
È stata lanciata da uno studio di design di Mosca che si è ispirato ai colori degli oggetti quotidiani della Russia per realizzare scarpe, borse e altro ancora. E, a quanto pare, sarebbero già arrivate proposte di collaborazione da alcune aziende

Un paio di sneaker color “izbà” russa; una borsa color “fango di primavera” e un iPhone rosso come il tappeto di una babushka. È la nuova paletta di colori in stile russo lanciata da uno studio di design di Mosca, che ha preso spunto dalle tonalità degli oggetti di uso quotidiano per creare gadget alla moda. L’idea è firmata Presium, che ha ricavato otto colori accesi e brillanti ispirati alla Russia e li ha condivisi sul proprio account Instagram.

“Per la realizzazione di questo progetto ci siamo lasciati ispirare non solo dalla Russia, ma anche dalle tendenze internazionali: ad esempio gli stilisti moderni fanno spesso dei riferimenti al tricolore russo, alla pittura tradizionale “Khokhloma” o ai motivi decorativi presenti sulle ceramiche di Gzhel. Prendete, ad esempio, il marchio Vetements, che per la sua collezione 2021/2022 ha lanciato una serie di magliette con il logo tricolore. La nostra interpretazione dei colori va ben oltre le solite combinazioni: volevamo infatti mostrare non solo immagini canoniche, ma anche oggetti vicini alla vita quotidiana di ogni russo”, ha detto a Russia Beyond Daria Pavlenko, capo del dipartimento marketing dello studio.

La tavolozza è composta da otto colori, ognuno ispirato a oggetti familiari della vita russa. Vediamo in dettaglio di cosa si tratta.

  • Giallo Marshrutka: questo è il colore tipico dei pulmini tradizionali e folkloristici della Russia, oggi vietati nella capitale perché considerati pericolosi. Sono sempre stati un mezzo di trasporto molto popolare in Russia, dove, per pagare, i passeggeri si passano le monetine di mano in mano fino a farle arrivare al conducente, che conta i soldi e dà il resto… guidando nel traffico spericolato delle caotiche città russe. 
  • Verde Izbà: questo colore prende spunto dalle tinte accese delle tipiche capanne russe in legno.
  • Arancione Komunalshik: questo è il colore caratteristico dei veicoli municipali usati per il servizio di pulizia delle strade. 
  • Grigio Vesnà: “vesnà” in russo significa “primavera”; e questa tonalità è quella che tinge le strade e i marciapiedi delle città russe alla fine dell’inverno, quando la neve si scioglie ricoprendo le vie di una poltiglia grigiastra di fango e neve.
  • Blu Panèlka: questo colore simboleggia gli onnipresenti edifici a pannelli;
  • Rosso Bàbushka: questo è il colore dei tappeti  preferiti dalle babushke (nonnette). 
  • Viola Selèdka: ecco uno dei piatti più tipici di capodanno, dal colore viola acceso. Si chiama “aringa in pelliccia” e assume questa tonalità accesa grazie alla barbabietola. 
  • Bianco dèrevo: questo è il bianco usato in Russia per dipingere i tronchi degli alberi per proteggerli dalle temperature avverse e dagli insetti nocivi.

Lo studio Presium ha anche dato alcuni suggerimenti su come questi colori potrebbero essere impiegati nel design moderno. Per esempio, ecco come sarebbero le sneaker Nike con i colori delle marshrutke, delle izbà e delle betulle. I colori dei veicoli “komunalshik” e del fango di primavera potrebbero invece abbinarsi perfettamente su una borsa di Louis Vuitton.

Il colore dell'aringa in pelliccia farebbe furore su un'auto Tesla!

Mentre il famoso museo Hermitage di San Pietroburgo si avvicina già molto al colore dei tipici edifici a pannelli russi. 

Lo studio Presium suggerisce addirittura di donare parte dei ricavati delle vendite di ogni smartphone color “tappeto di babushka” ai pensionati russi. Ironia o realtà? 

Secondo Daria Pavlenko, lo studio ha già ricevuto diverse proposte di collaborazione da varie aziende. “Siamo davvero intenzionati a diffondere questa paletta di colori e a utilizzarla per creare oggetti di design”, ha concluso Pavlenko.

LEGGI ANCHE: Che aspetto avevano i costumi nazionali dei popoli dell’Urss? 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie