Le buonissime torte sovietiche che prendono il nome da alcune città del mondo

Legion Media
Alcune di queste ricette vengono preparate ancora oggi dai pasticceri di tutto il paese, altre invece si sono perse nel tempo...

Torta Praga 

Fino a poco tempo fa la via Vecchia Arbat (Starij Arbat) di Mosca ospitava il ristorante Praga, famoso, prima di tutto, per le sue torte. Fu qui, che negli anni ‘50 e ‘60 il capo pasticciere Vladimir Guralnik inventò le ricette di quelli che divennero alcuni dei dolci più amati (e mangiati!) in tutta l’Urss: il Latte d’Uccello (Ptichje molokò), ad esempio, e la mitica torta russa al cioccolato Praga, che prende il noma dalla città ceca dove  Guralnik in gioventù aveva studiato pasticceria. 

Fu questo uno dei dolci più popolari in tutta la Russia. 

La torta Praga ricorda la Sacher viennese: entrambe si posano su vari strati di soffice pan di spagna e sono ricoperte da una cascata di cioccolato e marmellata di albicocche. L’assemblaggio di questi due dolci, però, è leggermente diverso; inoltre, a differenza della Sacher, la Praga non prevede il liquore, e propone invece l’utilizzo di una crema al cioccolato. 

Qui vi abbiamo presentato la ricetta 

La torta Kiev 

Questa soffice torta di meringa alle nocciole è stata inventata nel 1956 da Konstantin Petrenko e Nadia Chernogor in una fabbrica di dolciumi di Kiev. All’epoca Nadia aveva solo 17 anni ed era alle prime armi con i dolci. 

Quando sbagliava qualcosa, per evitare di essere rimproverata conservava i prodotti ben nascosti in frigorifero, e approfittava dei momenti di tranquillità per concedersi dei personali esperimenti in cucina. Una di queste invenzioni piacque e venne inserita nel listino di produzione. La torta prese il nome dalla capitale dell’allora Repubblica socialista sovietica ucraina.

Ecco qui la ricetta 

Torta Minsk 

Questo biscotto alla frutta prende il nome dalla capitale della Repubblica Socialista Sovietica Bielorussa, dove viene prodotto fin dagli anni ‘70. In realtà è conosciuto soprattutto con il nome di Torta ai Funghi o Torta d'Autunno: ricorda infatti un bosco in autunno con “funghetti” di crema e “foglioline” verdi. 

Al giorno d’oggi questo dolce è quasi sparito dalle pasticcerie, ma potrete trovare una versione simile, in formato mignon. 

Torta Varsavia (Varshavskoe pirozhnoe) e torta Cracovia (Krakovskoe pirozhnoe) 

A metà degli anni ‘50 sul mercato dei dolci sovietico apparvero ben due torte, il cui nome fu un omaggio alla Polonia, all’epoca uno dei membri chiave del Patto di Varsavia. 

Si tratta di due dolci praticamente identici, con l’unica differenza che la torta Varsavia aveva anche alcuni strati di marmellata. Oggi sono state immeritatamente dimenticate. 

Torta Leningrado 

Ecco una delle torte sovietiche più conosciute e servite sulle tavole del paese, anche al giorno d’oggi. La ricetta di questo dolce fu approvata all’inizio degli anni ‘60 e prese il nome dell’eroica città (oggi San Pietroburgo) che riuscì a resistere al lungo assedio della Seconda guerra mondiale

La ricetta originale prevede la preparazione di quattro strati sottili di pasta frolla che vengono ricoperti con una leggera crema al burro di cioccolato, con un po' di cognac. Il caramello al cioccolato viene utilizzato come glassa per la parte superiore, perché rimane morbido e non si rompe una volta tagliato. In cima, la torta è decorata con arachidi tostate, che aggiungono una deliziosa nota di tostatura, ed è ricoperta con briciole di pasta frolla tritata ai lati. Ogni pezzo si scioglie letteralmente in bocca!


Volete provare anche voi la ricetta? Cliccate qui

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie