La Torta di Kiev: il più popolare dessert sovietico in una nuova forma moderna

Viktoria Drej
La ricetta originale è complessa e molto dolce. L’abbiamo rivisitata e vi offriamo una deliziosa variante al bicchiere

La “Kievskij Tort”, ossia la “Torta di Kiev”, ha un significato molto importante per chi è nato in epoca sovietica. Mia nonna dice sempre che in Urss era la torta numero uno. Tuttavia, non era facile trovarla nei negozi: “Era una rarità persino in Ucraina, dove vivevamo. E ogni volta che si riusciva a comprarne una, immaginate che gran festa era per tutta la famiglia”.

Ciò che rende questa torta così speciale sono i suoi strati unici: al posto del comune pan di Spagna ha una deliziosa meringa alla nocciola che le conferisce una consistenza croccante e ariosa. Questa tecnica fu inventata nel 1956 dai pasticceri sovietici dalla fabbrica di dolci “Karl Marx” di Kiev. Inizialmente usarono le noci, ma visto che nel dopoguerra l’Urss aveva ottimi rapporti politico-commerciali con l’India iniziò a scambiare armi con anacardi, che divennero la frutta secca ufficiale nella ricetta della torta di Kiev. Anni dopo, però, gli anacardi diventarono troppo costosi, e i pasticceri li sostituirono con le nocciole. La torta con strati di nocciola di meringa e dolce vaniglia e burro al cioccolato si è rivelò un tale successo da diventare immediatamente popolare in tutta l’Unione Sovietica. Ed è in realtà ancora uno dei simboli riconoscibili di Kiev e della pasticceria sovietica in generale.

Credo che la torta di Kiev sia una delle ricette sovietiche più complicate che abbia mai incontrato e, onestamente, probabilmente non avrei mai osato cucinarla nella sua forma autentica. Mia nonna è davvero brava a cucinare e adora assolutamente questa torta, ma non ne ha mai fatta una a casa a causa della sua complicata tecnologia. Un altro fatto da tenere in considerazione è che la vera torta di Kiev è un dolce solo per super golosi: è così zuccherosa e burrosa che potreste persino non farcela a mangiarne più di un pezzo. Quindi, se non siete appassionati di cose super dolci ma volete assaporare l’atmosfera unica di uno dei più famosi dessert sovietici, la torta di Kiev al bicchiere è quello che fa per voi. Basta aggiungere meno zucchero, rimpiazzare tonnellate di burro con panna da montare, e mescolare tutti gli strati in un bicchiere invece di sprecare tempo a modellare una torta.

Ingredienti per le meringhe:

  • 100 g. di albumi
  • 100 g. di zucchero a velo
  • 100 g. di nocciole
  • 20 g. di amido di mais
  • un pizzico di sale

Ingredienti per la panna montata:

  • 300 ml. di panna
  • 1 cucchiaino colmo di cacao in polvere
  • zucchero a velo; opzionale

Preparazione:

1. Prima di tutto, preparate le nocciole, che utilizzerete più avanti. Per rimuovere le loro bucce mettetele su una teglia asciutta e arrostitele per 10-15 minuti (a 180 °C), lasciatele raffreddare e disponetele tra due asciugamani. Quindi, strofinate delicatamente: noterete come le pelli si sfaldino e se ne vadano facilmente. Infine, tritate le nocciole con un coltello o un robot da cucina, mescolatele con l’amido di mais e mettetele da parte.

2. Il prossimo passo è fare la meringa di base: in una ciotola chiara sbattete i bianchi d’uovo con un pizzico di sale ad alta velocità. Non dimenticate di strofinare la ciotola e una frusta con dell’aceto per rimuovere l’eventuale grasso che impedisce alla meringa di espandersi. Quando gli albumi sono abbastanza spumosi, iniziate ad aggiungere lo zucchero a velo con un cucchiaio. Montate il composto fino a quando non sarà molto rigido.

3. È ora di aggiungere un po’ della frutta secca: mescolate le nocciole e la miscela di amido di mais con la meringa con molta attenzione, usando una spatola.

4. Ora foderate una teglia con un pezzo di carta da forno. Realizzate tante meringhe rotonde e piuttosto piccole in modo che entrino facilmente nei bicchieri.

5. Cuocete a 140 °C per 30 minuti, quindi abbassate a 90 °C e lasciate le meringhe nel forno per altri 30 minuti e quindi raffreddatele completamente.

6. Nel frattempo preparate la panna: frullate la panna fino a ottenere le classica panna montata molto ferma.

7. Si può aggiungere facoltativamente un po’ di zucchero o dell’estratto di vaniglia. Io di solito uso panna pura perché c’è già abbastanza dolcezza nelle meringhe. Separate 1/3 della panna montata e combinatela con la polvere di cacao.

8. Tutto quello che dovete fare ora è costruire torte nei bicchieri: iniziate con un cucchiaio di panna bianca, poi mettete un paio di meringhe, di nuovo un po’ di panna bianca e così via. Quando i bicchieri sono quasi pieni, aggiungete un ultimo strato di meringhe e copritele con la panna al cacao.

9. Cospargete il tutto di nocciole tritate e lasciate in frigo per alcune ore in modo che la crema abbia una consistenza setosa e da mousse. Ora potete godervi questa versione moderna della torta di Kiev al bicchiere. Prijatnogo appetita!

Biscottini di maionese passati nel tritacarne: la bontà che non ti aspetti 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie