Dieci celebri monumenti mondiali che spesso deludono i viaggiatori russi

Finché sono a casa se li aspettano fantastici, poi, una volta sul posto, ci rimangono male perché li hanno idealizzati troppo

I turisti di tutto il mondo lasciano recensioni su Internet sui luoghi famosi che visitano, condividendo non solo le buone impressioni, ma anche quelle negative. Vediamo cos’è che non è piaciuto ai viaggiatori russi in questi ultimi anni.

1 / Torre Eiffel, Parigi, Francia: “Un romanticismo da barboni”

La capitale francese è considerata una delle città più romantiche al mondo e una delle più… deludenti! Ormai viene persino riconosciuta dagli psichiatri una patologia psicosomatica chiamata “Sindrome di Parigi” (colpisce soprattutto i giapponesi): un disagio dovuto allo choc subito nel constatare la differenza fra la visione idealizzata della città maturata in patria e la realtà. Quanto alla Tour Eiffel, è uno dei monumenti che visti da vicino lascia più insoddisfatti, sembrando a molti un traliccio o poco più.

“Per tutta la vita avevo pensato che la Torre Eiffel fosse qualcosa di incredibile, e che a vederla di persona avrei subito uno choc per la sua bellezza, ma non è successo niente di simile. Nei film e in tv sembrava molto più alta… e invece è un normale traliccio di metallo arrugginito”, ha scritto Aleksej, di San Pietroburgo, dopo la sua visita a Parigi del settembre 2019.

OLGA D, di Kaliningrad, ha visto la torre con i suoi occhi nel gennaio 2019 e l’ha definita “un pezzo di ferro attorno al quale è tutto sporco e affollato”. “Un romanticismo per barboni”, ha concluso la sua recensione, senza mezzi termini.

2 / Ponte Carlo, Praga, Repubblica Ceca: “C’è più folla che a Mosca”

Questo ponte è una meta obbligata per chiunque visiti la capitale della Repubblica Ceca. Ed è proprio della presenza di tutti questi turisti la cosa di cui tutti si lamentano, soprattutto durante le vacanze di Capodanno.

“Se vedete su Internet una foto di questo ponte senza persone, deve essere stata corretta sicuramente con Photoshop”, scrive VIKTOR K, di San Pietroburgo, dopo la visita a Praga nel gennaio 2019. “Sali sul ponte, e ti ritrovi in mezzo a una folla incredibile, e il tuo movimento indipendente finisce: è la folla a trasportarti. È quasi impossibile fermarsi per vedere qualcosa e soprattutto per scattare una foto”.

EVGENY F., della città di Volzhskij (Regione di Volgograd) nell’ottobre 2013 aveva lasciato una recensione simile: “Sono rimasto colpito dalla somiglianza della situazione con le strade di Mosca: intorno avevo una fiumana rumorosa che parlava in russo e una folla impenetrabile”, scrisse.

3 / Castello di Neuschwanstein, Baviera, Germania: “Bello solo su Internet”

Il castello più “Disney” della Germania ha sempre attirato folle di turisti, ma arrivarci da soli, senza un tour organizzato, non è così facile.

“Non capisco l’ammirazione maniacale per questo castello. Una completa delusione!”, scrive Angry_CitizenRu, di Mosca, che lo ha visitato nel maggio 2016 e definisce questa attrazione “una bella fregatura”. “Il castello è bello e misterioso solo nelle fotografie professionali su Internet. I luoghi da cui sono state scattate queste foto sono chiaramente inaccessibili ai turisti”, ha detto. Osservava inoltre che i turisti vengono “spinti attraverso il castello a una velocità così vertiginosa che è difficile non solo scattare una foto ma anche solo sapere di cosa si tratta”.

Irina U., della Regione di Rostov, ha visitato questa località nel luglio 2019 ed è rimasta delusa non solo dal castello, ma anche dal percorso fatto per raggiungerlo. “I racconti della puntualità tedesca sono molto esagerati, e questo lo si capisce chiaramente dai treni, che sono spesso in ritardo o cancellati”, scrive, aggiungendo che nessuno alla stazione ferroviaria di Monaco di Baviera ha aiutato i turisti a trovare il binario di partenza. E dopo un lungo girovagare per la stazione ferroviaria alla ricerca del binario giusto, il castello da vicino si è rivelato “abbastanza impresentabile e poco interessante”, scrive.

4 / Piramidi di Giza, Egitto: “Qui farebbero scappare la pazienza a un santo”

Ogni scolaretto conosce queste piramidi, e per molti vederle è un sogno fin dall’infanzia. Inoltre, la piramide di Cheope è una delle sette meraviglie del mondo. Ma cosa vedono i turisti?

Luuunalovegood, di Mosca, dopo aver visitato le piramidi nel giugno 2015, scrive di essere rimasta “scioccata da tutto, dalla sporcizia delle strade del Cairo e dai fastidiosi imbonitori sul posto”.

“Vedere le piramidi d’Egitto con i miei occhi era il mio sogno fin dall’infanzia”, scrive Igor K, della Regione di Mosca, che finalmente lo ha realizzato nel giugno 2015. “Ma ahimè, tutte le impressioni sono rovinate dalla gente del posto. Ancora oggi ho stampato nella memoria il volto di una di queste persone che si è letteralmente attaccata al finestrino dell’autobus (che stava già partendo) per cercare di venderci la sua chincaglieria. Che insistenza!”.

5 / Statua della Libertà, New York, Usa: “Molte persone su un’isoletta minuscola”

Il simbolo degli Stati Uniti e una delle attrazioni più visitate al mondo, con circa 4 milioni di turisti ogni anno. La si raggiunge su un traghetto stracolmo di persone.

La moscovita Olga K ha fatto un’escursione qui due volte, nel 2016 e nel 2017, e non ha visto “né quella grandiosità, né quella bellezza speciale che le cartoline trasmettono così abilmente”. “Ricordo che quando avevo 7 anni, siamo andati al Mamaev Kurgan di Volgograd, e il monumento ‘La Madrepatria chiama’ mi ha scioccato mille volte di più.”

LEGGI ANCHE: I segreti della “Madrepatria chiama”: vi sveliamo cosa c’è all’interno della statua più imponente d’Europa 

Il viaggiatore di Mosca Sergey Vostroknutov è stato a New York nel marzo 2017 ed è rimasto insoddisfatto non solo delle dimensioni della Liberty Island, che ha girato in 3 minuti (mentre era servita un’ora per raggiungere l’isolotto), ma anche del clima: “C’è un vento molto forte e freddo sull’isola. È una perdita di tempo; niente di interessante”, scrive.

6 / Taj Mahal, Agra, India: “Viene voglia di scappare”

Il monumento più famoso in India è il Taj Mahal, una moschea-mausoleo del XVII secolo. Il maestoso monumento, inserito nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco, è visitato da turisti provenienti da tutto il mondo. Molti però restano insoddisfatti dall’organizzazione delle escursioni

ARRR42, residente a Surgut, è stato ad Agra nel dicembre 2013 e ha definito il Taj Mahal un “bel mausoleo con niente di speciale”. “Un piccolo edificio bianco, con intorno un parco”, scrive. “C’è pieno di gente, e dentro ti fanno entrare tipo i carcerati in cortile per l’ora d’aria. Il posto non è per nulla impressionante.”

Star19852017, di Novosibirsk, in Siberia, condivide le sue impressioni sul luogo, che ha visitato nel gennaio 2017. “Dalla città in cui si trova questa ‘meraviglia’, vien voglia di scappare in fretta. La spazzatura è ovunque! E l’impressione è che in India, più costa caro il biglietto d’ingresso, peggiore è il monumento”.

7 / Stonehenge, Salisbury, Inghilterra: “Un cupo cumulo di pietre”

Il monumento preistorico di pietre erette e tumuli è stato costruito almeno quattromila anni fa. Degno di nota? Non per tutti.

“Deve essere stato bello qui una volta… secoli fa. Ora è un insieme di pietre circondato da una rete protettiva”, scrive Prokatmotor, di Novorossijsk, che è stato qui nel settembre 2014.

Anastasia K, di Cherepovets, è stata qui con suo marito nel novembre 2018. “Pioveva, ma non ci importava, abbiamo camminato, siamo arrivati sul posto e abbiamo visto solo pietre cupe e grigie, alle quali, tra l’altro, non era permesso avvicinarsi. Solo a distanza si potevano ammirare”, ricorda. “‘Perché mai ero così attratta da questo posto?’, mi sono chiesta. Molto meglio andare alla cattedrale di Salisbury, che è alta 123 metri!”.

8 / Fontana del Bellagio, Las Vegas, Usa: “Impressiona solo chi vive nella taiga”

Uno dei pochi intrattenimenti gratuiti della città dei casinò sono le fontane luminose dinamiche, attorno alle quali si riuniscono ogni sera folle di passanti. Tuttavia, non a tutti lo spettacolo piace.

“Nel XXI secolo, questo spettacolo può impressionare solo uno che vive della taiga”, scrive il moscovita Konstantin N. nel giugno 2019.

“Negli anni Novanta a Mosca, al Gorky Park, lo spettacolo delle fontane con musica classica e illuminazione di tutti i colori era più cool”, dice Olga K di Mosca, che è stata qui nel 2016.

9 / Burj Khalifa, Dubai, Emirati Arabi Uniti: “Una salita in ascensore e vai a casa”

Questo è il grattacielo più alto del mondo: 828 metri! E forse è qui che si formano le file più lunghe del mondo, almeno secondo i turisti.

“Ho preso l’ascensore, ho fatto un giro e sono tornato a casa. Zero impressioni”, scrive Mitja, di Mosca, che è stato qui nel dicembre 2019.

“Aspettavo questo giorno, sperando in un’esperienza indimenticabile”, scrive Mila, di Krasnodar, nel maggio 2019. “Ogni dieci metri, i fotografi venivano all’attacco e iniziavano a scattare, senza chiedermi il permesso”. “Quel giorno c’era una tempesta di sabbia ed era impossibile vedere la città. Ma la prova principale doveva ancora essere superata: la discesa. Perché nessuno mi aveva avvertito che ci sarebbe stata una fila di cento chilometri anche lassù? Se l’avessi saputo in anticipo, non sarei mai salita!”

10 / Esercito di terracotta, Xi’an, Cina: “Su Wikipedia è meglio”

La più antica collezione di sculture in terracotta, realizzata nel 200 a.C., è composta da ottomila soldati e centinaia di cavalli. Per molti turisti, vedere questo miracolo è un sogno. Ma per alcuni, il sogno diventa una delusione.

“Aprite Wikipedia, leggete e basta!”, scrive FAU_vstk, di Ulan-Udé (Buriazia) nell’aprile 2015. Lui ritiene che il grande hangar con l’esercito sia il luogo più interessante. Ma “negli altri edifici non c’è niente da vedere”, secondo lui.

“I guerrieri sono così piccoli”, scrive olgaKrasnoyarsk di Krasnojarsk (Siberia) nel 2012. “Faceva freddo, pioveva… E ci è voluto un sacco di tempo per arrivare sul posto. È molto più piacevole passeggiare per la città, almeno là c’è qualcosa da vedere”.


Sette incredibili repliche di monumenti russi in giro per il mondo 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie