I sette posti migliori dove vedere l’Aurora boreale in Russia

Getty Images
È uno dei fenomeni naturali più spettacolari, con le luci colorate che sembrano danzare in cielo. Ma quali sono le località russe più consigliate per osservarla?

L’aurora boreale è qualcosa di simile a un miracolo, perché la sua apparizione dipende da molti fattori: meteo, attività solare e posizione geografica. Inoltre, l’aria della notte dovrebbe essere gelida e il cielo limpido, senza neanche una nuvola. La stagione dell’aurora boreale dura da fine settembre a fine marzo, e di solito il fenomeno compare tra le 21 e mezzanotte. Controllate le previsioni sull’aurora boreale prima del vostro viaggio, a questo indirizzo web.

In Russia, ci sono molti posti buoni per l’osservazione. Il Circolo polare artico attraversa gran parte del Paese e lo spettacolo dell’aurora boreale può essere visto dalla Carelia fino alla Chukotka. A volte, anche i residenti di San Pietroburgo possono assistere alla magia. Ma ecco i posti migliori per godersi questo spettacolo naturale. 

Murmansk

La regione di Murmansk, che si trova sulla penisola di Kola, è molto popolare tra i turisti russi che vanno lì per sciare, fare snowboard e visitare i tradizionali villaggi samoiedi. Con una popolazione di 300 mila persone, questa è la più grande città del mondo oltre il Circolo Polare Artico.

Si può vedere l’aurora boreale a Murmansk, ma consigliamo ai turisti di percorrere 120 chilometri fino al piccolo villaggio di Teriberka, che è stato la location del film “Leviathan” di Andrej Zvjagintsev del 2014, e che da allora è diventato meta popolare. L’opzione più conveniente è prenotare un tour, che costa circa 9.000 rubli (130 euro) a persona incluso il trasporto e l’hotel. In effetti, ci sono molte piccole città vicino a Murmansk da dove si può vedere l’aurora boreale, ma la maggior parte sono chiuse ai turisti. Buone notizie: l’inverno a Murmansk è piuttosto mite, con una temperatura media in dicembre e gennaio di circa -10 ºC.

Maria Stambler e suo marito Andrash Karpati hanno visitato Teriberka poco prima di Capodanno 2016, periodo dell’anno da fiaba, e hanno trascorso circa quattro ore in mezzo alla tundra durante la notte. Nonostante il freddo, l’hanno trovata “un’esperienza memorabile”.

“Alla fine, ci siamo fermati vicino a un grande campo e tutti hanno marciato attraverso la neve fino alla zona che serviva da punto di osservazione e luogo per scattare le fotografie. C’erano circa 30 persone quella sera, desiderose di vedere l’aurora boreale. E l’abbiamo vista, eccome!”, ha raccontato nei suoi diari polari per l’edizione inglese di Russia Beyond.

Come arrivare: il viaggio aereo per Murmansk da Mosca o San Pietroburgo è piuttosto economico (il volo andata e ritorno costa in media 6.000 rubli (86,50 euro), ma si possono trovare occasioni già da 4.000 rubli (58 euro) e ci vogliono solo due ore. È possibile raggiungere Teriberka in autobus, o in taxi (circa 5.000 rubli; 72 euro). Il sito web ufficiale del turismo della regione di Murmansk.

Kirovsk

Questa piccola città è la più vicina alle montagne Khibiny sulla penisola di Kola, e un luogo popolare per lo sci. Ci sono diverse località sciistiche qui, tra cui Kukisvumchorr, Bolshoi Vudyavr e Kolasportland.

Le montagne di Khibiny si trovano a sud di Murmansk, ma il clima è più rigido. Il cielo però è chiaro e luminoso e ci sono più possibilità di vedere l’aurora boreale.

Come arrivare: L’aeroporto di Khibiny, noto anche come Kirovsk-Apatity, ha voli regolari da Mosca e San Pietroburgo, (andata e ritorno sui 17.000 rubli da Mosca, 215 euro, e 13.500 da San Pietroburgo, 195 euro). Visitate il sito web ufficiale del turismo di Kirovsk.

Arkhangelsk

Questa città piuttosto grande del Nord (350 mila abitanti) è anche una destinazione popolare per il turismo invernale. Fondata nel XVI secolo, Arkhangelsk si trova all’altezza del Circolo Polare Artico, nel punto in cui il fiume Dvina settentrionale sfocia nel Mar Bianco. Oggi, questa è una città moderna con un grande centro storico e ottimi esempi di architettura in legno. A proposito, è raffigurata sulla banconota da 500 rubli.

L’aurora boreale può essere vista in città, ma vale la pena andare nella parte settentrionale della regione di Arkhangelsk. Il momento migliore per osservare l’aurora boreale è l’equinozio di primavera e d’autunno, oppure l’inverno.

Come arrivare:I voli di andata e ritorno da Mosca o San Pietroburgo partono da 6.000 rubli (86 euro), con occasioni a 4.500 (65 euro) e impiegano solo 2 ore. Visitate il sito web ufficiale del turismo della regione di Arkhangelsk. 

Petrozavodsk

A volte l’aurora boreale può essere vista da Petrozavodsk, la capitale della Carelia. Ma per le foto più suggestive visitate le piccole città della Carelia del nord: Kem, Belomorsk, Nilmoguba, o quelle lungo la costa del Mar Bianco. È inoltre possibile osservare l’Aurora sulle Isole Solovjetskie.

Petrozavodskè una città molto interessante, situata 400 chilometri a nord di San Pietroburgo. Inoltre, la Carelia ha una vasta gamma di infrastrutture turistiche, comode vie di trasporto e guide turistiche che parlano inglese.

Come arrivare: i voli regolari da Mosca costano sui 7.000 rubli (101 euro), e c’è anche il treno espresso Lastochka da San Pietroburgo (due volte al giorno). Ecco il sito web ufficiale del turismo della Carelia.

Naryan-Mar

Il capoluogo del Circondario Autonomo dei Nenets, nel nord della Russia, si trova oltre il Circolo polare artico. Naryan-Mar è una città di fattorie di renne, pesca e petrolio.

C’è un monumento dedicato alla prima città russa costruita nell’Artico, Pustozersk, fondata nel 1499. Nel XVI secolo, Pustozersk divenne un importante avamposto russo nel nord della Siberia, e spesso serviva come luogo di esilio e prigione.

L’aurora boreale qui è composta da numerose ombre e sfarfallio che la rendono davvero fantastica. Il momento migliore per visitare la regione per vedere questo spettacolo della natura e ascoltare le leggende della città scomparsa è all’inizio dell’autunno.

Come arrivare: i voli di andata e ritorno da Mosca a Naryan-Mar costano sui 15.000 rubli (216 euro) e impiegano 2 ore e mezzo. Visitate il sito del Centro del Turismo Artico (solo in russo).

Vorkutà

L’aurora boreale non è una rarità nella Repubblica di Komi, e talvolta è visibile anche ad agosto a Syktyvkar (la capitale), ma avrete maggiori possibilità di avvistarla se andrete più a nord, verso la città di Vorkutà (popolazione: 60.000 abitanti). La città più settentrionale della regione si trova all’estremità di una linea ferroviaria che si estende per 2.500 chilometri da Mosca. Negli anni 1930-50, la regione ospitava il più grande Gulag sovietico, con oltre 70.000 detenuti. Nella Russia moderna, la città è conosciuta per l’estrazione del carbone. Il clima è severo, con temperature medie in inverno che si aggirano intorno ai meno 20 gradi, e anche in estate il freddo non è raro.

La gente del posto dice che l’aurora boreale può essere vista anche d’estate, ma di solito la vedono in inverno. “In questo periodo dell’anno è sempre buio e l’aurora boreale può essere vista al mattino, al pomeriggio o alla sera. È verde smeraldo, rossa e persino bianca.“

Come arrivare: i voli da Mosca a Vorkuta ci sono più volte al mese e costano circa 30.000 rubli (433 euro). Il viaggio dura tre ore. Un altro modo per raggiungere Vorkuta è via Syktyvkar in treno (il volo a/r Mosca - Syktyvkar costa 12.000 rubli, 173 euro; il treno impiega 21 ore). Da Mosca (Stazione Jaroslavskij) a Vorkuta in treno servono due giorni interi (47 ore e 49 minuti). Visitate il sito web del turismo della Repubblica di Komi. 

Jakutsk

La Repubblica di Sakha-Jakuzia è solo per le persone più resistenti al freddo, e vanta il posto più gelido in assoluto, Ojmjakon, dove le temperature invernali possono scendere a meno 60 ºC.

L’aurora boreale può essere vista vicino alla capitale Jakutsk, così come da altri insediamenti più piccoli. Alcune delle città del nord sono chiuse ai turisti individuali, ma possono essere visitate in gruppi organizzati.

Come arrivare: i voli regolari da Mosca a Jakutsk costano oltre 25.000 rubli (362 euro) e impiegano 6 ore e mezzo. Visitate il sito web del turismo della Jakuzia.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie