Tutti in gita nel villaggio di Leviathan per l’aurora boreale

Dopo l’uscita nel 2014 del film Leviathan del regista russo Andrej Zvjagincev, che ricevette una nomination all’Oscar, il remoto villaggio russo di Teriberka, nella regione di Murmansk, è diventato una destinazione popolare non solo per i russi, ma anche per i turisti cinesi, che hanno iniziato a visitare la località con sempre maggiore frequenza negli ultimi anni

Dopo l’uscita nel 2014 del film Leviathan del regista russo Andrej Zvjagincev, che ricevette una nomination all’Oscar, il remoto villaggio russo di Teriberka, nella regione di Murmansk, è diventato una destinazione popolare non solo per i russi, ma anche per i turisti cinesi, che hanno iniziato a visitare la località con sempre maggiore frequenza negli ultimi anni

Sergej Stroitelev
Quasi ogni casa di Teriberka, dove Andrej Zvjagincev girò il film che ricevette una nomination all’Oscar, è stata trasformata in alberghetto o ostello. Va di moda specialmente tra i cinesi
A 120 chilometri dalla città di Murmansk, Teriberka è più spesso visitata in inverno, quando, con buona frequenza, qui si può assistere allo spettacolo dell’aurora boreale. Questo è il motivo per cui i turisti cinesi arrivano a frotte
Teriberka è diventato un luogo di pellegrinaggio per i cinesi, e molti abitanti del posto hanno trasformato le proprie case e appartamenti in ostelli e alberghetti. I residenti della città fanno soldi anche portando in giro i turisti
Tutto è iniziato quando questo piccolo villaggio sulla costa del Mare di Barents è stato inserito come “destinazione raccomandata per vedere l’aurora boreale” in alcune guide cinesi sulla Russia. I viaggiatori trascorrono la maggior parte del tempo in stanza e solo la sera si avventurano fuori per iniziare la loro caccia al fenomeno atmosferico
I “cacciatori” di aurore sopravvivono per la maggior parte nutrendosi di pelmeni russi e di noodles in scatola. Spesso preparano piatti cinesi con ingredienti russi
Le difficili condizioni meteorologiche e i venti forti non li preoccupano, usano app speciali per controllare le previsioni. Se è freddo e il cielo è chiaro, è probabile che le luci brillino in tutto il cielo in modo meraviglioso
Ma il tempo è imprevedibile, così tante persone sono costrette ad aspettare per giorni, anche settimane per intravedere il fenomeno. E capita di non vedere niente! Gennaio e febbraio sono il momento migliore per assistere all’aurora boreale
Il viaggio per vedere questo spettacolo della natura non è economico. Un biglietto aereo dalla Cina a Murmansk costa normalmente tra i 30 e i 50 mila rubli (440-730 euro circa) e il trasferimento da Murmansk a Teriberka altri 10 mila rubli (145 euro). Un volo a/r dall’Italia per Murmansk costa sui 300 euro da Milano e sui 340 da Roma
A volte possono esserci costi aggiuntivi, poiché il cattivo tempo può rendere la strada per Murmansk troppo pericolosa per guidare, e potete perdere il volo di rientro, con il risultato di dover passare più notti in albergo
Ma nel complesso ne vale la pena. Un viaggio “esotico” nel nord della Russia è sempre un’avventura e la ricompensa può essere enorme: la vista dell’aurora boreale