“Solo in Unione Sovietica”: quindici foto che ci riportano dritti in Urss

Se i meme fossero già esistiti, queste immagini avrebbero avuto grosse probabilità di diventare virali

Bambini messi a dormire al freddo per temprarli

Che ci crediate o no, i bambini sovietici venivano messi a dormire fuori anche in inverno. La pratica, comune nelle scuole materne dell’Urss, era considerata una forma di prevenzione delle malattie respiratorie e una buona abitudine, ed era uno dei cardini dell’educazione sovietica dell’infanzia.

Il primo uomo e la prima donna nello spazio

Jurij Gagarin (nell’aprile 1961) e Valentina Tereshkova (nel giugno 1963) furono il primo uomo e la prima donna nella storia dell’umanità a lasciare la Terra. Solo una domanda: ma perché Gagarin tiene la Tereshkova per l’orecchio?

Lenin al Polo Sud

Trascinare un pesante busto del proprio leader defunto fino alle estremità del mondo, in uno dei luoghi più inaccessibili del Pianeta, dove comunque quasi nessuno può vederlo? Fatto.

9.000 metri quadrati di moquette

Perché i sovietici stesero ben 9.000 metri quadrati di moquette sulla Piazza Rossa nel 1936? Stalin voleva semplicemente guardare una partita di calcio senza lasciare il podio sul Mausoleo di Lenin e c’era da far diventare la superficie sufficientemente morbida.

Libro e moschetto

Ai bambini veniva insegnato fin dai primi anni di scuola come reagire a un attacco con gas o nucleare, come tenere le armi e lanciare una granata. Fortunatamente, non hanno dovuto mettere in pratica le loro abilità, ma le immagini sono un po’ spaventose…

Donne con il cappello al chiuso

Nelle foto del tardo periodo sovietico, si può vedere una strana caratteristica: le donne indossavano cappelli di pelliccia alti e non se ne separavano nemmeno all’interno degli edifici! Questo perché avere un cappello del genere era considerato qualcosa di prestigioso, come l’ultimo iPhone oggi. E per questo motivo erano disposte a soffrire il caldo

Una babushka sovietica in un cantiere stradale

L’uguaglianza di genere nel mondo sovietico era interpretata in questo modo!

Tendenze della moda

La moda sovietica dettava con estrema precisione come doveva apparire una donna, quali fiori stampati doveva avere sul tessuto e quanto doveva essere lungo il suo vestito? In realtà, il fatto è che spesso le donne si cucivano da sole gli abiti, copiando i modelli dalle riviste, ma la scelta dei tessuti era piuttosto ridotta. Anche se oggi sono tornati di moda

Bambini tutti uguali

Questo fenomeno dei vestiti identici colpiva anche i bambini. Loro erano condannati ai quadretti.

I saloni di bellezza sovietici

L’industria della bellezza aveva già dimensioni senza precedenti!

LEGGI ANCHE: Tredici foto di negozi di parrucchiere del tempo dell’Urss 

Sculture di persone

Questa è la prima edizione dei Goodwill Games (Giochi di Buona Volontà), svoltisi a Mosca nel 1986. Era una manifestazione sportiva creata da Ted Turner (fondatore della Cnn) con lo scopo di allentare le tensioni politiche nello sport. I sovietici decisero di realizzare sculture giganti fatte di… persone.

L’orso in bicicletta

Il classico stereotipo sui russi e gli orsi qui è in azione.

Il vincitore del primo concorso di robot

Che te ne pare, Elon Musk?

Tappeti su tutti i lati

La passione per i tappeti non conosce confini. Sul perché i russi li appendono alle pareti, leggete qui

Bagni di sole (artificiale)

La mancanza di sole in Unione Sovietica veniva compensata in modo originale: i bambini venivano messi sotto le lampade!


Le merci importate dai Paesi fratelli socialisti di cui andavano pazzi in Urss: le foto 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie