Tredici foto di negozi di parrucchiere del tempo dell’Urss

Viktor Gorkin/MAMM/MDF
Quei vecchi caschi asciugacapelli, quelle pettinature improbabili e quella spartanità nel servizio possono provocare un attacco di nostalgia

Il popolo sovietico aveva cose più importanti a cui pensare rispetto alle acconciature: ad esempio a come tirare avanti la famiglia e ai “piani quinquennali” della produzione. Poco ci si curava, allora, dei capelli, che spesso rimanevano nascosti sotto il fazzoletto o il berretto. Andare dal parrucchiere era un evento raro. La permanente era una vera salvezza: resisteva a lungo, e poi venivano usati i bigodini per mantenere l’effetto a casa.

Ma a volte, per le feste più importanti, come matrimoni o anniversari, tanto gli operai quanto le kolkoziane facevano una seduta quasi rituale dal parrucchiere. I fotografi documentaristi sovietici non hanno perso l’occasione di immortalare questi momenti.

Dal parrucchiere, 1956

Dal parrucchiere, 1956

Barbiere di Mosca, anni Sessanta

Dal parrucchiere, 1965

“Maestro dalle Mani d’oro”: Tatjana Konstantinova a un concorso di parrucchieri, 1962

Dal parrucchiere. Taglio di capelli per bambini, 1966

Dal parrucchiere, 1968

Dal parrucchiere, 1971

Dal parrucchiere a Tallinn, anni Settanta

Concorso di parrucchieri, 1978

Parrucchiere. Sala degli uomini, 1981

Stanza delle donne dal parrucchiere, 1981

Parrucchiere. Salone delle donne, 1981

Un diavolo per capello: acconciature sovietiche e russe che hanno fatto epoca 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie