Sei videogiochi che vi faranno conoscere meglio la Russia

Legion Media
In uno bisogna sopravvivere nella taiga siberiana subito dopo la Rivoluzione, in uno far crescere economicamente una repubblica sovietica. E, ovviamente, non potevano mancare il folklore slavo e la guerra atomica

1 / Help Will Come Tomorrow

È il 1917, dopo la Rivoluzione è scoppiata la Guerra Civile russa. Siete in treno lungo la ferrovia transiberiana. Nella stessa carrozza con voi, ci sono persone di diverse professioni, opinioni politiche e status sociale: dalle domestiche agli aristocratici anziani ai rivoluzionari. Improvvisamente, dei banditi attaccano il treno, organizzando un vero massacro, e il treno stesso deraglia. Ma voi e altre tre persone a caso siete fortunati: sopravvivete e allestite un piccolo accampamento nel bel mezzo della taiga siberiana in previsione del prossimo treno, che arriverà molto presto.

Nel simulatore di sopravvivenza dello studio di videogame polacco Arclight Creations, il giocatore non deve solo procurarsi cibo, curarsi le ferite, scaldarsi e preparare trappole contro animali selvaggi e banditi che vagano nelle vicinanze. È importante mantenere una relazione di fiducia tra tutti i membri della squadra e non consentire conflitti tra un aristocratico, un rivoluzionario e una persona con una posizione neutrale. Ogni sera, i personaggi si radunano attorno al fuoco e iniziano una conversazione che può portare a una lite, che in futuro interferirà con l’adempimento dei compiti e complicherà la strada per la salvezza.

I dialoghi in sé possono sembrare confusi, ma dopo aver giocato probabilmente vorrete saperne di più sul governo provvisorio o sulla ferrovia Circum-Bajkal

Il gioco è disponibile per Nintendo Switch (NSW), PC, PS4 e XONE

2 / Escape from Tarkov

Corre l’anno 2028, e l’azione si svolge nella inesistente metropoli russa di Tarkov, nella regione altrettanto inesistente di Norvinsk, che non molto tempo fa era la principale zona di cooperazione economica tra Russia e l’Unione Europea.

Tarkov è isolata dopo la crisi politica, i confini sono sorvegliati dalle truppe di pace delle Nazioni Unite e delle forze armate russe. Due compagnie militari private combattono tra loro in città, di tanto in tanto infastidite dai “Dikie”, i “Selvaggi”; bande di residenti locali che intendono impadronirsi del potere.

Gli utenti di questo sparatutto in prima persona indipendente, online e multiplayer, sviluppato dallo studio russo di videogiochi Battlestate, dovranno calarsi nei panni di un mercenario di una delle compagnie militari. Senza alcuna possibilità di mettersi in contatto con il comando, il giocatore dovrà uscire vivo dalla città, raccogliendo il maggior numero possibile di rifornimenti.

Il gioco ricrea con successo l’atmosfera di una città russa in rovina, con centri commerciali abbandonati, case prefabbricate e benzinai, il tutto circondato da foreste e laghi.

Dal 2017, il gioco è in fase di beta test. Potete accedere al gioco preordinandolo sul sito ufficiale

Il gioco è disponibile per PC

3 / Yaga

La burbera strega delle fiabe russe con il mortaio e la scopa si è fatta strada nei videogiochi. In questo gioco di ruolo dai motivi slavi, creato dagli sviluppatori indipendenti dello studio Versus Evil, i giocatori interpreteranno il ruolo di un fabbro da una mano sola, di nome Ivan, al servizio dello zar. Tuttavia, lo zar non può sopportare Ivan e ne ha paura, poiché molto tempo fa Baba Yaga ha predetto la sua morte proprio per mano di un fabbro da una mano sola.

Per sbarazzarsi della minaccia, il re assegna a Ivan compiti quasi impossibili: trovare l’elisir della giovinezza, portare una mela d’oro per ottenere un forte potere o andare in terre lontane e trovare la moglie più bella del mondo.

Baba Yaga con le sue amiche streghe aiutano Ivan a portare a compimento tutte le missioni. Ma, ovviamente, non disinteressatamente. Di conseguenza, l’eroe sarà costantemente lacerato dal conflitto tra lo zar e la strega, finendo in diverse avventure. Alla fine del gioco, Ivan può diventare uno sciocco o un saggio, avido o malvagio, e l’esito della sua storia dipende dal giocatore stesso.

Il gioco è disponibile per NSW, PC, PS4, XONE e iOS

4 / It’s Winter

Ti svegli in un monolocale di una tipica città russa. Un tappeto è appeso al muro, sul davanzale della finestra, nei vasi ci sono due fiori che vivono a malapena, e non c’è quasi niente nel frigorifero. Come unico intrattenimento la radio, le infinite nevicate fuori dalla finestra e le passeggiate in una zona di palazzoni prefabbricati, con un negozio di alimentari e un salone di bellezza. Non puoi uscire dalla città, il giocatore alla periferia è atteso solo dalla neve in slow motion e da una foresta di alberi dai pixel sgranati. Non ci sono trama o missioni nel gioco; come avviene, tuttavia, anche nella vita di alcune persone.

Questo simulatore di disperazione è più simile a una performance artistica che a un vero videogioco. It’s Winter fa parte del progetto multiformato “Zimà” (“Inverno”) del poeta moscovita Ilja Mazo, che comprende anche un libro, un album musicale, un cortometraggio e un’esibizione.

Il gioco è disponibile su Steam per PC

LEGGI ANCHE: Il videogioco che simula alla perfezione la vita in una periferia russa 

5 / Workers & Resources: Soviet Republic

A vostra disposizione c’è un vasto territorio tra il blocco Nato e i Paesi del Patto di Varsavia. I giocatori hanno la possibilità di costruire la propria repubblica sovietica e trasformare un Paese composto da città povere in una ricca superpotenza.

Nel simulatore dello studio slovacco 3DIVISION, i giocatori possono estrarre petrolio, carbone o concentrarsi sull’agricoltura, gestire le infrastrutture di trasporto e comunicare con i cittadini che non vogliono andare al lavoro.

Un ruolo importante è svolto dalla vendita o dall’acquisto di risorse e beni sul mercato internazionale: il benessere del Paese dipenderà direttamente da questo. Oltre a risolvere i problemi globali, i giocatori possono ammirare un paesaggio realistico, con l’architettura sovietica e auto e mezzi di trasporto tipici degli anni Sessanta-Novanta.

Il gioco è disponibile su Steam per PC

6 / ATOM RPG

È un 1986 alternativo: dell’Urss e del mondo occidentale non è rimasto quasi niente a causa di una guerra nucleare. Il giocatore ha il ruolo di un agente dell’organizzazione segreta ATOM. Viene inviato nelle desolate terre sovietiche per trovare un’unità speciale, che è stata inviata per esplorare un misterioso bunker.

In una delle prime missioni, l’agente trova banditi che hanno violentato e ucciso la figlia di una persona del posto. Qui è pieno di mutanti, e gli abitanti dei villaggi soffrono per la violenza dei tagliateste e di mostri vari, e intorno ci sono tutti gli attributi della vita post-sovietica: camion ZIL arrugginiti, manifesti di propaganda, bottiglie di vodka Stolichnaya e cinema che trasmettono un unico film di guerra sovietico “V boj idut odni stariki”

Tuttavia, a un certo punto, il gioco cade in una ridicola follia psichedelica. Sulla strada ci sono: una ragazza che parla con i suoi genitali, mutanti che girano un film porno, pervertiti che fingono di preparare shashlyk, vari personaggi strambi che inventano leggende metropolitane su Lenin, e un esercito di lepri…

Tuttavia, questo non peggiora il gioco: al contrario, cresce la voglia di rilassarsi e godersi questa miscela di trash, battute oscene e ambientazione post-apocalittica nello stile di “Fallout”, ma con dettagli sovietici.

Guardate Tim Kirby di “Russia Beyond” giocare in streaming ad ATOM RPG! 

Il gioco è disponibile su Steam per PC


Professionisti dei videogiochi: i russi che per mestiere (ben pagato) aiutano i gamer a vincere 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie