Visitare la Russia a bordo di un treno retrò: il viaggio che non dimenticherete

Evgenij Biyatov/Sputnik
Carrozze d’epoca e controllori con le uniformi degli anni ‘40: un viaggio nel passato, per scoprire la Russia di oggi. Dalla Carelia al Bajkal, da San Pietroburgo a Tsarskoe Selo, ecco tutti i percorsi per vivere un’emozione senza tempo!

1 / Sokolniki, Mosca

Il treno retrò Sokolniki circola sulla linea rossa della metro di Mosca, insieme ai normali treni. Costruito nel 2010 per celebrare il 75° anniversario della metropolitana, è stato realizzato con un design antico per rendere omaggio ai vagoni degli anni Trenta. 

Al suo interno è composto da morbidi sedili in ecopelle, lampade e corrimano d'epoca... e nessuna pubblicità alle pareti! Questo è l'unico treno della metro di Mosca a non essere dotato di wi-fi. D’altronde i passeggeri degli anni Trenta leggevano libri… e non Facebook! 

2 / Treno retrò, San Pietroburgo

Anche la metropolitana di San Pietroburgo ha il suo treno retrò, ma vi si può accedere solo con una visita guidata. È composto da quattro vetture restaurate degli anni '60, che, oltre ai soliti posti a sedere, ospitano anche una mostra dedicata alla storia della metro locale.

Il treno è stato lanciato nel 2015 in occasione del 60° anniversario della metro di San Pietroburgo. All'inizio circolava solo nei fine settimana tra la stazione Avtovo e la stazione Ploshchad Vosstaniya, ma ora è visitabile solo con visite guidate (in russo, inglese e cinese), durante le quali i passeggeri possono entrare nella cabina di guida.

Il tour può essere prenotato sul sito web della metropolitana di San Pietroburgo

3 / Ruskeala Express, Carelia

Per raggiungere uno dei parchi nazionali più belli della Russia, quello della Carelia, ci si può arrivare anche a bordo di un treno retrò. 

Da giugno 2019, il Ruskeala Express collega quotidianamente la stazione di Sortavala (250 km a ovest di Petrozavodsk, capitale della Carelia) e il parco. Si parte da Sortavala alle 10.40 e si lascia il parco alle 17.30. Questo è l'unico treno passeggeri giornaliero a vapore in Russia. È composto da cinque vagoni (quattro scompartimenti e una carrozza ristorante), i cui interni sono stati realizzati in stile tardo-ottocentesco. La locomotiva è una locomotiva del 1949 della serie ER e funziona a carbone, fumo e vapore.

Il viaggio verso il parco dura circa un'ora. I biglietti possono essere acquistati in qualsiasi biglietteria delle Ferrovie Russe o sul sito web (le vendite sono aperte 45 giorni prima, un solo biglietto costa circa 300 rubli, 5 dollari). Il biglietto per il parco nazionale può essere acquistato a bordo del treno (300 rubli).

Questo pittoresco viaggio è così popolare che nel primo mese dopo l’inaugurazione il treno ha trasportato più di 3.500 passeggeri! 

In precedenza, il parco Ruskeala era accessibile solo in auto.

4 / Bologoye-Ostashkov, regione di Tver

Ogni sabato alle 9.25 della stazione di Bologoye (175 km a nord di Tver) parte un treno che viene trainato da una locomotiva a vapore della serie L (risalente alla fine degli anni '40). I macchinisti e i controllori indossano le tipiche uniformi degli anni '40 e vendono biglietti d'epoca. 

Al posto delle vecchie panche in legno, oggi i passeggeri possono viaggiare comodamente seduti su moderni sedili. 

Il treno arriva a Ostashkov alle 13.07 e fa ritorno esattamente due ore dopo. Lungo il percorso, effettua una fermata di 25 minuti nella vecchia stazione di Kuzhenkino, oggi convertita in museo. Una volta giunti a Ostashkov c’è tempo a sufficienza per vedere il lago Seliger e la città vecchia. I biglietti possono essere acquistati a Bologoye o Ostashkov, oppure a bordo del treno. Un biglietto singolo costa 300 rubli (5 dollari).

5 / Verso il lago Bajkal

Il lago più profondo del mondo può essere raggiunto in molti modi, ma il più romantico è sicuramente a bordo di un treno d'epoca, con una locomotiva a vapore degli anni '40. Si parte dalla stazione ferroviaria di Irkutsk alle 8.00 del mattino e si percorre la ferrovia Circum-Bajkal, facendo diverse fermate per ammirare i pittoreschi scorci del lago. Il treno arriva al capolinea, al porto del Bajkal, alle 19.30; i passeggeri potranno poi tornare a Irkutsk in autobus. 

Il tour costa 4.000 rubli a persona (60 dollari) e può essere acquistato sul sito web dell'agenzia di viaggi delle Ferrovie Russe o nei suoi uffici di Mosca e San Pietroburgo 

6 / Da San Pietroburgo a Tsarskoe Selo

Ogni due domeniche del mese si può prendere un treno d'epoca dalla stazione ferroviaria Vitebsky di San Pietroburgo per raggiungere Tsarskoe Selo. Il treno è composto da una locomotiva degli anni '40 della serie L e da vetture nuove. Durante il viaggio, della durata di due ore, i passeggeri potranno seguire un’interessante presentazione dedicata alla storia delle ferrovie, sorseggiando una tazza di tè caldo servito nei tradizionali portabicchieri di ferro. Il viaggio di ritorno è in pullman. 

I biglietti costano 1.300 rubli a persona e sono disponibili sul sito web dell'agenzia di viaggi delle Ferrovie Russe.

7 / Da Mosca a Vladivostok

Lo sapevate che si può attraversare tutta la Russia a bordo di un treno retrò? Le opzioni per percorrere la distanza che separa Mosca da Vladivostok sono molte. Il viaggio durerà circa due settimane, con tappe a Kazan, Ekaterinburg, Novosibirsk, Bajkal, Ulan-Ude e Khabarovsk (le escursioni sono disponibili in diverse lingue). 

I passeggeri possono poi tornare a Mosca in aereo o continuare il viaggio verso l'Asia. I treni sono costituiti da una locomotiva a vapore della serie L o P36 (dagli anni '50) e da carrozze nuove, con interni dal design retrò, ispirato all’epoca precedente la Rivoluzione del 1917.

L'opzione più economica può essere acquistata presso l'agenzia viaggi delle Ferrovie Russe (i prezzi partono da 6.000 dollari), mentre l'opzione più costosa, sul treno Aquila d’oro, costerà oltre 31.000 dollari. Per inciso, questo è il treno più costoso della Russia.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie