Sophia Loren e le altre: la Dolce Vita secondo Geppetti in mostra a Mosca

Ufficio stampa
Considerato tra i migliori fotografi del Novecento, ha immortalato i grandi personaggi dell’epoca, da Federico Fellini a Audrey Hepburn. Ora le foto del re italiano dei “paparazzi” saranno esposte al Museo statale di Architettura A. V. Shchusev il 3 e 4 novembre 2017

È stato uno dei più grandi fotografi italiani del Novecento. Alcuni suoi scatti, come il bacio tra Liz Taylor e Richard Burton, sono considerati tra le 30 immagini più famose della storia.

Stiamo parlando di Marcello Geppetti (1933-1998), definito dall’editore di American Photo David Schonauer “il fotografo più sottovalutato della storia”, visto che il suo archivio, composto da oltre un milione di fotografie, è rimasto a lungo inesplorato e poco valorizzato. Oggi Mosca gli dedica una mostra

L’esposizione fotografica dal titolo “Dolce Vita” si terrà il 3-4 novembre 2017 al Museo statale di Architettura A. V. Shchusev di Mosca, in Ulitsa Vozdvizhenka 5/25

E proprio alla stagione della “Dolce Vita” Geppetti ha dedicato buona parte della sua vita: avendo capito le potenzialità di questo fenomeno, in breve tempo si è trasformato in uno dei più famosi – e temuti – “paparazzi” alla ricerca di star da fotografare

L’obiettivo della sua macchina fotografica ha immortalato i più grandi personaggi dell’epoca: Federico Fellini, Sophia Loren, Marcello Mastroianni, Totò, Audrey Hepburn, Brigitte Bardot, Claudia Cardinale e altri ancora

Fra i vari scatti ci sono due immagini che hanno fatto il giro del mondo: si tratta del bacio tra Liz Taylor e Richard Burtona a Ischia, che segna l’inizio della relazione più chiacchierata della storia del cinema; la seconda invece vede come protagonista l’attrice svedese Anita Ekberg nell’atto di scagliare dal suo arco le frecce contro i paparazzi

Nato a Rieti all’inizio degli anni Trenta, Marcello Geppetti si è avvicinato al mestiere del fotografo negli anni Cinquanta entrando nella redazione della rivista Serena. Lì ha lavorato come factotum per un certo periodo, fino al fatidico incontro con la macchina fotografica

Successivamente Geppetti ha iniziato a lavorare con l'agenzia Giuliani e Rocca per poi passare alla Meldolesi-Canestrelli-Bozzer, una tra le più importanti agenzie degli anni Cinquanta e Sessanta

Le fotografie di Geppetti sono state stampate sulle riviste più importanti dell’epoca come Time Magazine, Life, Vogue, Donna Karan ed esposte in varie gallerie di Roma, Milano, Londra, Lisbona, Sao Paulo, San Pietroburgo, New York, San Francisco, St.Tropez. I suoi scatti sono anche stati venduti nelle aste di Sotheby's

L’esposizione è organizzata dal Museo statale di Architettura A. V. Shchusev in collaborazione con il Centro culturale Europeo e la rivista “Legal Report”

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale