Cinque film russi da non perdere

Un frame tratto dal film "Anna Karenina. La storia di Vronskij".

Un frame tratto dal film "Anna Karenina. La storia di Vronskij".

: Mirazh cinema
Questa volta la storia di Anna Karenina viene narrata direttamente da Vronskij, nel nuovo adattamento cinematografico in uscita nelle sale. Ecco le pellicole russe da vedere

Gogol, i fantasmi, una fotomodella nei guai in fuga e Vronskij che finalmente racconta la sua storia: Rbth ha selezionato una serie di film prossimamente in uscita nelle sale

Blockbuster (Blokbaster)

La smania di una vita brillante nella capitale spinge nei guai una sprovveduta fotomodella venuta dalla provincia che decide di rapinare un piccolo istituto finanziario, prendendo in ostaggio un’altra ragazza con molti problemi come lei. Una commedia noir finanziata dagli stessi produttori dello straordinario film “Lo studente” di Kirill Serebrennikov. Il regista di “Blockbuster” è quasi sconosciuto, ma sicuramente avviato verso una promettente carriera e il cast include alcuni astri nascenti del cinema russo e qualche attore di fama consolidata.

Il trailer promette un’ora e mezzo di divertimento e azione e una trama nello stile di Guy Ritchie; tutti ingredienti che fanno di “Blockbuster” il film forse più atteso dell’estate.

Data d’uscita: 13 luglio

Anna Karenina. La storia di Vronskij  (Anna Karenina. Istorija Vronskogo)

Questo nuovo adattamento cinematografico di una delle più famose love story di tutti i tempi approderà nelle sale russe il 9 giugno. Di solito l’intreccio in tutte le precedenti trasposizioni del romanzo di Tolstoj aveva come protagonista Anna Karenina, ma questa volta gli autori hanno voluto rompere con la tradizione focalizzandosi sul personaggio di Vronskij e riprendendo la storia dal punto in cui Tolstoj l’aveva interrotta.

Leggi anche: A San Pietroburgo
nella stazione che ha ospitato Anna Karenina


Tuttavia, l’attenzione degli spettatori verrà calamitata da Elena Bojarskaja nel ruolo di Anna Karenina, che susciterà al tempo stesso critiche ed elogi come la maggior parte delle attrici che l’hanno preceduta interpretando l’eroina tolstoiana. L’attrice sovietica Tatjana Samojlova, protagonista della trasposizione cinematografica del 1967, resta ancora oggi un punto fermo, ma la Bojarskaja è riuscita a ritagliarsi un proprio spazio in questo ruolo.

Data d’uscita: 9 giugno

Gogol (Gogol. Nachalo)

L’intreccio tra biografia e opere narrative è sempre stato un topos russo. La vita di Nikolaj Gogol e i personaggi fantastici partoriti dalla sua immaginazione hanno dato vita a un’altra esperienza cinematografica intrigante. Questa produzione è in realtà una serie in otto episodi, di cui i primi due stanno per uscire nelle sale. “Gogol” sarà un sequel in quattro film, un’anteprima per il cinema russo.

La trama ruota intorno al giovane Gogol ai suoi esordi letterari che s’imbatte nel detective Jakov Guro, che sta indagando su alcuni fatti misteriosi, avvenuti alla periferia dell’Impero russo. Diretto per la società di produzione “Sreda” dal maestro Egor Baranov, famoso per il suo noir “La locusta” e il glam “Fartsa” (entrambi acquistati da Netflix), “Gogol” vanta tra le sue star uno degli attori  russi oggi più talentuosi: Aleksandr Perov.

Il trailer promette un’esperienza gothic, piuttosto terrificante, che ricorda molto la produzione hollywoodiana “Sleepy Hollow”.

Data d’uscita: 31 agosto

“Acqua nera” (Chernaja voda)

Poco si sa di questo horror estivo. Il suo regista, Roman Karimov,  ha girato in passato alcuni film di qualità, anche se poco noti, sperimentando vari generi, dalla commedia noir al dramma. Questa volta ha realizzato un autentico horror il cui intreccio si focalizza su tre amici capitati a bordo di una nave misteriosa.

Data d’uscita: 13 luglio

Tango freddo (Kholodnoe tango)

Ogni nuovo film diretto da Pavel Chukhraj promette di essere un’opera drammatica e profondamente emozionante, a tratti sconvolgente. Maestro nel narrare la tragedia umana, Chukhraj ambienta ancora una volta il suo film nell’Unione Sovietica del dopoguerra. Se vi appassiona il tema della lotta tra l’individuo e le avversità in apparenza insormontabili della vita, procuratevi il biglietto: l’epilogo tragico è quasi scontato.

Data d’uscita: 22 giugno

Ti potrebbero interessare anche:

L’uomo che ha aperto le porte di Netflix alle serie tv russe

I film russi da vedere per capire la Rivoluzione del 1917

Il nuovo paradiso del cinema

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale