I dieci migliori alberghi in stile russo tradizionale (FOTO)

Chalet Tayohzniye Dachi
Volete dormire (pur con tutti i comfort moderni) in una tipica isba, con banja annessa e camerieri vestiti all’antica? Ecco a voi una lista dei migliori hotel con casette in legno e “terem” (fiabesche case torre) in giro per il Paese

1 / Lesnój Térem – Regione di Kostroma

Questa casa nel villaggio di Astashovo ricorda una casa torre (terem) delle fiabe russe. All’inizio del XX secolo, fu costruita con le sue mani dal contadino Martjan Sazonov. In epoca sovietica l’edificio è rimasto vuoto per molto tempo e solo negli anni Duemila imprenditori e volontari provenienti da Mosca hanno deciso di ristrutturarlo e di aprirvi un hotel. Qui potrete stare lontani dalle città rumorose, immergervi nello spirito nazionale e ammirare la natura tipicamente russa. Una stanza in un hotel del genere vi costerà da 4 a 11 mila rubli (46-126 euro).

2 / Koróvnitskaja Slobodà – Jaroslavl

A soli 5 minuti di auto dal vivace centro della capitale dell’“Anello d’Oro”, Jaroslavl, si trova un’isola di silenzio e beatitudine tipicamente russi: il complesso alberghiero Korovnitskaja Sloboda. L’hotel è situato sulla pittoresca riva del fiume Volga, accanto a un antico complesso religioso. La Chiesa di San Giovanni Crisostomo a Korovniki colpirà sicuramente la vostra immaginazione. A soli 15 minuti a piedi offre una splendida vista sulla confluenza del Volga. Gli ospiti vengono accolti in due grandi palazzi e sei capanne, che hanno la propria banja. Il costo va da 2 a 10 mila rubli (23-115 euro).

3 / Park-hotel Berendéevka – Kostromà

Berendéj è lo zar della foresta delle fiabe russe; un personaggio piuttosto noto del folklore. Inoltre, quella dei Berendei era una popolazione che visse in Russia fino al XIII secolo. A Kostroma c’è il museo “Terem Berendeja” (“La casa torre di Berendej”), dedicato alle fiabe russe, agli antichi costumi e stili di vita e all’artigianato. C’è un’altra casa torre accanto al museo, ed è un hotel in stile russo. Ci sono diverse camere a seconda del numero degli ospiti e persino una suite di lusso a due piani. Il prezzo? dai 2 ai 7 mila rubli (23-80 euro), anche se in alta stagione può aumentare.

4 / Ethno-hotel Derévnja Berendéevka – Repubblica dell’Altaj

Un altro centro ricreativo dedicato a Berendej si trova sugli Altaj. Sul suo territorio ci sono diversi terem; da delle piccole isbe a due posti alla lussuosa “torre reale” (“tsarskij terem”) e una pista da sci. L’hotel dispone di un proprio caseificio e di uno stabilimento che produce oli naturali da piante locali con una pressa di quercia, utilizzando tecnologie del XIX secolo. Inoltre, nel caffè “Trapeznaja” si possono gustare piatti russi (e c’è persino un ampio menù vegetariano) e bevande alla frutta fatte in casa. La sistemazione avrà un costo di 3-16 mila rubli (35-185 euro).

5 / Semigorje – Regione di Ivanovo 

Il “Dachyj hotel Semigorje” nel villaggio di Shaldovo, nella regione di Ivanovo, è composto da diversi cottage e da una pensione (“gostinyj dom”). Tutte le stanze sono in legno, così potrete sentirvi in un’autentica dacia russa. Qui si può fare una passeggiata nei boschi, andare alla banja e lavarsi nelle “case del sapone” di tronchi proprio sulle rive del Volga, e persino andare a sciare. Per l’alloggio, dovrete pagare da 3 a 20 mila rubli (35-230 euro) e, a come extra, sono disponibili i servizi di un centro benessere.

6 / Boutique Hotel Seneshal – Regione di Mosca

Anche nella regione di Mosca è apprezzata la tradizione russa, sebbene qui brilli di lusso. Sulle rive del lago Senezh sorge il boutique hotel “Seneshal”, che prende il nome dal cavallo di Caterina la Grande. L’imperatrice viaggiava spesso da San Pietroburgo a Mosca e soggiornava in questi luoghi. Il lago non c’era a quell’epoca, si formò in seguito alla costruzione del Canale di Caterina, che, secondo la leggenda, l’imperatrice ordinò di costruire perché il suo cavallo aveva sete. Due grandi terem dispongono di 12 stanze, i cui interni combinano in modo stravagante lo stile russo e quello classico francese. È disponibile anche la banja. Il prezzo per una stanza parte da 20 mila rubli (230 euro).

7 / Chalet Tajózhnye dachi– Regione di Mosca

Sebbene questa sistemazione (il nome in russo significa “Le dacie della taiga”) si trovi ben lontano dalla taiga, nella città di Zvenigorod, i piccoli chalet immersi in un bosco e realizzati in stile romantico, vi faranno sentire nel mezzo della foresta. “Lesnaja Sloboda”, “Okhotnichja Sloboda”, “Dom tajozhnika”; già i nomi stessi delle stanze (“Borgo del bosco”; “Borgo dei cacciatori”; ‘Casa dell’abitante della taiga”) evocano piacevoli associazioni: l’odore del legno, il crepitio del fuoco nella stufa, la cucina contadina e il cibo in pentola. Tali case costano da 14 mila rubli a notte in su (169 euro). Inoltre, i turisti qui possono divertirsi con le saune di cedro, rilassarsi in una banja russa vecchio stile, bere il tè dal samovar riscaldato con pigne e fare una passeggiata salutare lungo i sentieri nella foresta.

8 / Pushkàrskaja Slobodà – Suzdal

Questa città dell’Anello d’Oro sembra la scenografia di una fiaba russa. E qui una notte dallo stile russo si può trascorrerla ovunque, semplicemente perché la gente del posto organizza le pensioni direttamente nelle isbe in cui vive. Ma anche uno degli hotel più popolari della città, Pushkarskaya Sloboda, offre comode isbe in stile russo. È vero, ci sono opzioni classiche di camere nel corpo centrale dell’albergo, quindi se non volete sentirvi in una vecchia casa russa di legno (ma con uno schermo al plasma e una cassaforte), scegliete una camera doppia Superior, che costa da 8 mila rubli in su (92 euro). Sul territorio dell’hotel ci sono diversi ristoranti di cucina russa e spesso si tengono feste popolari. È particolarmente interessante venire qui per la Maslenitsa. Nelle vicinanze si trova il famoso Museo dell’architettura in legno, dove si possono vedere chiese e case dei secoli XVIII e XIX.

9 / Mandrogi – Regione di Leningrado

Il villaggio di Verkhnie Mandrogi si trova in un luogo pittoresco, sulle rive del fiume Svir, nella regione di Leningrado, quasi al confine con la Carelia. Tuttavia, è degno di nota non tanto per la sua natura quanto per le capanne di tronchi e una chiesa di legno: tutti portati da villaggi remoti della regione di Vologda, dove erano minacciati dal degrado. Ora Mandrogi è un intero villaggio di intrattenimento, dove si può immergersi davvero nella vita russa, vivendo un giorno da contadino del XIX secolo delle regioni settentrionali della Russia. Prezzo per notte: da 4 a 70 mila rubli (46-807 euro).

10 / Park-hotel Derbovezh – Regione di Tver

Questo centro ricreativo in stile russo è stato costruito sulle rive del lago Derbovezh (400 km a ovest di Mosca). È particolarmente comodo come punto di transito per chi viaggia in auto, ma anche un’ottima meta per un weekend fuori porta. Gli alloggi sono per tutti i gusti: da un’isba per due persone fino a terem “principeschi”. Prezzo: da 3 a 12 mila rubli (35-140 euro) a notte. Ci sono diverse banja, tra cui una galleggiante, e una vecchia banja nera (in cui il fumo resta all’interno e che va arieggiata prima dell’uso), oltre a una piscina per bambini, una spiaggia, un luogo per la pesca e persino la possibilità di andare a caccia con una guida. Un ristorante serve piatti della cucina russa, inclusi prodotti locali e pesce del lago. Anche tutto il personale di servizio è vestito in stile russo.


Cos’è lo “stile russo” e com’è apparso? 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie