Dal 1° gennaio 2021 si potrà visitare la Russia con un semplice visto elettronico

Legion Media
La Duma di Stato ha approvato in terza lettura il disegno di legge che manda in pensione le lunghe, costose e complicate pratiche per ottenere un documento valido per l’ingresso nella Federazione Russa. Ecco tutto quello che si sa finora

Cosa cambia?

Dal 1° gennaio 2021, i cittadini stranieri potranno entrare in Russia con il visto elettronico. Il relativo disegno di legge è stato adottato in prima lettura dal Parlamento russo, la Duma di Stato, il 23 giugno 2020, ed è stato approvato in terza lettura il 21 luglio 2020, come si apprende dalla stampa russa.

Di recente, l’ingresso con visto elettronico era stato reso disponibile ma solo per i cittadini di 53 Stati e solo per quattro zone del Paese: la Regione di Kaliningrad, il Distretto Federale dell’Estremo Oriente, San Pietroburgo e la Regione di Leningrado.

Come si otterrà il visto?

Secondo il testo del disegno di legge, la domanda dovrà essere presentata sul sito web del Ministero degli Esteri russo. Il visto sarà pronto entro e non oltre quattro giorni di calendario dalla presentazione della domanda e lo straniero potrà utilizzarlo entro 60 giorni. La durata del soggiorno in Russia non dovrà però superare i 16 giorni.

Quanto costerà il visto?

Secondo le dichiarazioni del viceministro degli Esteri russo Evgenij Ivanov, il visto costerà circa 50 $ e sarà gratuito per i bambini sotto i sei anni d’età.

Chi potrà entrare in Russia con il visto elettronico?

L’elenco degli Stati i cui cittadini potranno entrare in Russia con il visto elettronico non è stato ancora approvato, afferma Ivanov. Tuttavia, nel redigere l’elenco, i dipartimenti saranno guidati dall’elenco dei Paesi il cui ingresso è già stato autorizzato nelle Regioni di Kaliningrad e Leningrado, a San Pietroburgo e nel Distretto Federale dell’Estremo Oriente. L’Italia c’è, visto che i cittadini italiani potevano già da qualche mese andare con il visto elettronico a Kaliningrad e a San Pietroburgo.

Forse l’elenco verrà ampliato, tuttavia quali Paesi saranno inclusi nell’elenco finale non si sa ancora.

Inoltre, il regime senza visti per l’ingresso in Russia è già in vigore per 60 Paesi, sottolinea Ivanov. In 44 casi, i cittadini possono entrare in Russia senza visto utilizzando il solo passaporto. Per molti altri Paesi, il visto non è richiesto se il loro cittadino entra attraverso un passaporto diplomatico o di servizio. Qui l’elenco completo. 

Ivanov ha affermato che, a partire dal gennaio 2021, i cittadini di 113 Stati potranno entrare in Russia senza doversi far rilasciare un visto cartaceo in un consolato.

Ci saranno altri tipi di visto?

Dalla fine del 2019, il Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa ha iniziato a lavorare a un disegno di legge in base al quale tutti gli stranieri potranno richiedere un visto turistico multiplo con un periodo di validità fino a sei mesi. Come conferma del viaggio, sarà necessaria solo la prenotazione in hotel per il periodo del primo viaggio, ha detto il vice ministro. Se tale disegno di legge fosse approvato, gli stranieri potrebbero rimanere in Russia per tre mesi. Allo stesso tempo, la durata del visto potrebbe essere aumentata fino a un anno e poi fino a cinque anni, in accordo con dipartimenti e ministeri.

Inoltre, il ministero sta elaborando un disegno di legge in base al quale i parenti stranieri dei cittadini della Federazione Russa potranno richiedere dei visti privati a lungo termine sulla base di una domanda scritta del loro parente in Russia. In precedenza, per ottenere tale visto, era necessario redigere un invito attraverso gli organi del Ministero degli Affari interni della Russia. La validità di tali visti sarà aumentato a un anno, e sarà possibile rimanere in Russia per tutto quel periodo, senza alcuna restrizione.

*L'articolo, pubblicato il 1° luglio 2020, è stato aggiornato il 20 luglio 2020


Volete iniziare a pensare a dove andare? Ecco le foto dei 100 posti più belli della Russia 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie