Estremo Oriente, si studia la possibilità di ampliare il visto elettronico

Murray Foubister/Visualhunt (CC BY-SA)

Allungare la durata del visto elettronico e ampliare la lista di paesi che lo possono richiedere. È questa l’idea al vaglio delle autorità del Kraj di Primorye, nell’Estremo Oriente russo. Un’ipotesi presa in considerazione per aumentare il potenziale turistico della zona. La notizia è stata annunciata sulla pagina ufficiale dell’amministrazione regionale.

“Proponiamo di allungare la lista dei paesi i cui cittadini possono farci visita con questo tipo di visto. Inoltre stiamo prendendo in considerazione l’ipotesi di estendere il regime di visti elettronici a 14 giorni. In questo modo i turisti potrebbero visitare più regioni”, ha fatto sapere il 24 maggio il governatore della regione, Oleg Kozhemiako, durante il Forum turistico dell’Oceano Pacifico tenutosi a Vladivostok.

Questo sistema, introdotto nel 2017, consente ai turisti di ottenere un visto elettronico di otto giorni valido per varie regioni dell’Estremo oriente russo. Al momento però è disponibile solo per i cittadini di Algeria, Marocco, Tunisia, Giappone, India, Corea del Nord, Cina, Messico, Singapore, Brunei, Bahrain, Iran, Qatar, Kuwait, Emirati Arabi Uniti, Oman, Arabia Saudita e Turchia.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie