Non solo calcio: cosa fare e dove mangiare a Ekaterinburg dopo le partite dei Mondiali

Legion Media
La città degli Urali offre interessanti percorsi sia per gli amanti della natura, sia per gli amanti della storia e della cultura. E se siete golosi, non perdetevi i ristorantini locali e i deliziosi chioschi di street food

Per i più golosi

Ekaterinburg è la città dello street food. Hamburger, kebab, sushi. Ma anche involtini vietnamiti e dolcetti da leccarsi i baffi. Preparatevi quindi per un viaggio nella terra del gusto! Se durante la vostra visita vorrete concedervi qualche spuntino, in centro troverete di sicuro furgoncini di street food dove assaporare piatti tipici non solo della cucina russa, ma anche della tradizione di altri paesi come Grecia, America, Italia, Turchia e altro ancora.
A Ekaterinburg troverete una catena molto famosa di hamburger, “A ty gde?” (e tu dove sei?). Per un prezzo davvero modico (2-5 dollari) potrete provare diversi tipi di hamburger.

Se invece preferite una buona bistecca, o un filetto di tonno o di pollo, allora sedetevi al bar in via Malysheva 29: i prezzi sono molto ragionevoli e non spenderete più di 7,5 dollari.
Non perdete poi l’occasione di degustare una birra locale! Qui troverete diversi bar dove viene prodotta birra craft, accompagnata da stuzzichini di formaggio o carne di cavallo.

Se invece preferite i ristoranti più tradizionali, allora provate il “Vertical”, dove potrete ammirare una bellissima vista panoramica sulla città. Questo locale si trova al 51esimo piano di uno degli edifici più alti di Ekaterinburg, all’interno del business center “Vysotsky”. Qui potrete anche visitare il museo dedicato al grande cantautore sovietico Vladimir Vysotsky.
Per i più curiosi
Il museo Ob Etom (su questo) è il secondo museo del sesso in Russia e il decimo a livello mondiale. È stato creato nel 2010 e ospita l’esposizione permanente “Sex and Time”, dove potrete scoprire come il lato più intimo della vita è stato rappresentato negli anni da artisti e scrittori. Inoltre sono esposti alcuni sex toys dell’antica Russia.

Ekaterinburg è la città natale del primo Presidente russo Boris Eltsin. Ovviamente qui c’è un museo a lui dedicato, il Centro Boris Eltsin: un vero must per gli appassionati della storia russa degli anni Novanta. Dopo la visita, nel bar Barboris potrete assaggiare alcuni piatti preparati secondo le ricette della moglie dell’ex presidente, Naina Yeltsina.
Gli amanti degli sport estremi possono fare un tour nella Ekaterinburg sotterranea: vi imbatterete in laghi sotterranei, che in passato furono normali laghi sulla superficie terrestre, e la cosiddetta “Chekist Town”, la zona dove in epoca staliniana vivevano i funzionari del partito. L’ingresso alle aree sotterranee si trova nel bar Spyaschaya Sobaka, in via Pervomaiskaya 40.
Per gli amanti della natura

Praticamente nel centro della città, in via 8 Marzo, troverete un arboreto che in estate “prende vita” con lo zampillio delle fontane. Qui potrete ammirare piante tipiche degli Urali e piante più esotiche.
Anche in via Sofia Kovalevskaya c’è un giardino botanico, con un laghetto che in estate ospita vari gruppi di cigni.
Un altro paradiso verde è il Lago Shartash, nell’area del parco, raggiungibile con il tram dal centro della città. Vicino all’ingresso del parco si trova una collina, nell’antichità luogo dove si svolgevano i sacrifici. Da lì avrete una vista meravigliosa sull’intero parco.
Guardate le meraviglie di ghiaccio all’interno di una casa abbandonata di Ekaterinburg 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie