Viaggio nel freddo: cosa mettere in valigia

Organizzando la valigia prima di un viaggio.

Organizzando la valigia prima di un viaggio.

: Shutterstock/Legion Media
Avete programmato di visitare la Russia nel periodo invernale e non sapete come ripararvi dal gelo? Niente paura! Mosca e San Pietroburgo sono ancora più belle se coperte di neve. E con qualche accortezza, il freddo non comprometterà per niente la vostra vacanza

Vi state preparando per un viaggio in Russia e avete scelto il periodo più freddo dell’anno? Niente paura! Questo Paese vi stupirà e vi lascerà senza fiato, visto che Mosca e San Pietroburgo, così come le destinazioni meno frequentate, offrono paesaggi innevati spettacolari. Al momento di fare la valigia, però, sicuramente vi chiederete cosa sarà indispensabile portare con sé. Rbth ha consultato alcuni blog scritti da viaggiatori, per capire cosa pensano e cosa suggeriscono i turisti che hanno visitato la Russia in inverno. Alcuni dei consigli da loro offerti possono sicuramente risultare interessanti, altri invece possono essere tralasciati. Abbiamo cercato di rispondere ai dubbi più frequenti.

1 Scarpe o stivali di feltro?

Fonte: Ria Novosti

Scattarsi qualche foto indossando valenki o stivali di feltro, con un cappello di pelliccia davanti al Cremlino, potrebbe essere un’ottima idea per aumentare la propria popolarità su Facebook. Ma potrebbe risultare alquanto scomodo se avete intenzione di passeggiare vestiti così per Mosca. Le strade della capitale vengono costantemente ricoperte di sale e particolari prodotti, per evitare che si accumuli la neve e che si creino spessi strati di ghiaccio. Se avete intenzione di fare lunghe passeggiate, portatevi degli stivali caldi e impermeabili, con una suola sufficientemente grossa.

2 Termos con tè o vodka?

Fonte: Collection Guizhou/Flickr.com

Non tutti i russi bevono vodka. Il modo migliore per non congelarsi, in inverno, è portare con sé un termos con del tè caldo. Il termos infatti è sempre stato il miglior compagno di viaggio dei turisti sovietici, grazie alla sua capacità di preservare il calore. E poi: avete mai provato il fascino di godersi un bel tè caldo direttamente in Piazza Rossa? Al giorno d’oggi il termos può essere sostituito da una tazza termica o semplicemente da un bicchiere di caffè caldo o glintvejn (la versione russa del vin brulè).

3 Berretto o cappuccio?

Fonte: Reuters

La risposta è facile: usate tutto ciò che avete! Berretto, cappuccio, sciarpa, guanti. E, ovviamente, calze di lana! Preparatevi ad affrontare il freddo, ma non dimenticate di dare un’occhiata alle previsioni del tempo: dopo mesi di gelo e tormente, potrebbe improvvisamente arrivare il disgelo, con pioggia e forti raffiche di vento.

4 Marsupio o portafogli?

Fonte: Flickr.com

Il marsupio è un oggetto molto utilizzato dai turisti per tenere al sicuro i propri soldi. Tuttavia, in Russia gli unici a portare il marsupio sono i gruppi di pensionati stranieri in gita. Nelle città russe non ci sono più borseggiatori che in quelle europee. Quindi un po’ di buonsenso e qualche precauzione dovrebbero essere sufficienti per portare a termine il proprio viaggio in maniera tranquilla. Tenendo sempre gli occhi aperti (come in qualsiasi grande città) sarà sufficiente custodire i propri soldi nel portafogli in borsa o all’interno dello zaino, chiusi con la cerniera.

5 Una rivista di moda o un libro di Dostoevskij?

Fonte: Arria Belli/Flickr.com

Le grandi distanze del Paese sono motivo di orgoglio per i russi, e fonte di problemi per gli stranieri. A seconda di dove andiate, potrete spostarvi in taxi, in treno o in aereo. Preparatevi però a perdere parecchio tempo negli spostamenti. Approfittate quindi di questo tempo per ascoltarvi un’audioguida sui luoghi che andrete a visitare, o leggetevi un bel libro di Tolstoj, Chechov o Dostoevskij. Saranno un’ottima compagnia!

6 Carta igienica... Uno scherzo o amara verità?

Fonte: David Blackwell/Flickr.com

Fra i blog consultati da Rbth, un autore consigliava di portare con sé della carta igienica, sostenendo che i bagni pubblici russi normalmente non mettono a disposizione carta igienica o salviette. Un consiglio a nostro avviso non più attuale, visto che negli ultimi anni i servizi delle grandi città russe sono migliorati considerevolmente. E, insieme a loro, anche i bagni pubblici. Ad ogni modo, l’igiene è importate e, come in qualsiasi altro viaggio, sicuramente potrebbe tornarvi utile portare con sé salviette e gel disinfettante per le mani.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Leggi di più