Papa Francesco incontrerà il patriarca Kirill

Papa Francesco e il Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill

Papa Francesco e il Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill

Reuters / RIA Novosti
Un incontro storico, che segna una nuova tappa nelle relazioni tra le due Chiese. La stretta di mano avverrà il 12 febbraio a Cuba all’aeroporto internazionale José Martí dell’Avana

Un incontro che resterà nella storia. Il 12 febbraio a Cuba Papa Francesco incontrerà per la prima volta il Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill. La notizia è stata annunciata in contemporanea dal Patriarcato di Mosca e dalla Santa Sede, dove il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi, ha convocato un briefing per annunciare quella che secondo lui è “una buona notizia”. 

Papa Francesco farà scalo a Cuba prima del suo viaggio in Messico, mentre Kirill sarà all’Avana in visita ufficiale. La stretta di mano avverrà all’aeroporto internazionale José Martí dell’Avana.

“La Santa Sede e il Patriarcato di Mosca hanno la gioia di annunciare che, per grazia di Dio, Sua Santità Papa Francesco e Sua Santità il Patriarca Kirill di Mosca e di tutta la Russia, si incontreranno il 12 febbraio - si legge nella nota vaticana -. Il loro incontro avrà luogo a Cuba, dove il Papa farà scalo prima del suo viaggio in Messico, e dove il Patriarca sarà in visita ufficiale. Esso comprenderà un colloquio personale presso l’aeroporto internazionale José Martí dell’Avana e si concluderà con la firma di una dichiarazione comune. Questo incontro dei Primati della Chiesa cattolica e della Chiesa ortodossa russa, preparato da lungo tempo, sarà il primo nella storia e segnerà una tappa importante nelle relazioni tra le due Chiese. La Santa Sede e il Patriarcato di Mosca auspicano che sia anche un segno di speranza per tutti gli uomini di buona volontà. Invitano tutti i cristiani a pregare con fervore affinché Dio benedica questo incontro, che possa produrre buoni frutti”.

Al termine dell’incontro, al quale probabilmente parteciperà anche il presidente cubano Raul Castro, verrà firmata una dichiarazione congiunta.

 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Leggi di più