Il Metropolita della Chiesa Ortodossa russa in visita a Milano

Hilarion Alfeev incontrerà il Cardinale Angelo Scola lunedì 14 settembre 2015. Nello stesso giorno, lectio magistralis e inaugurazione di una mostra all’Expo. Seguirà un viaggio in Vaticano dal Papa

Sarà l’incontro privato con il Cardinale Angelo Scola ad aprire la visita ufficiale a Milano del Metropolita Hilarion Alfeev, presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca, in programma per lunedì 14 settembre.

Dopo il viaggio in Italia del giugno scorso, si intensificano le relazioni tra la Chiesa ortodossa russa e il nostro Paese (dove ci sono più di 60 parrocchie e comunità del Patriarcato di Mosca) i cui rapporti, secondo il metropolita Hilarion, “sono positivi e costruttivi” e rappresentano “una priorità delle relazioni esterne della Chiesa ortodossa russa”.

Organizzata dall’Associazione Conoscere Eurasia di Verona con The Theologian Charity Foundation St. Gregory, Rostec, il ministero dell’Industria e del Commercio russo, Centro di alti studi e documentazione con il sostegno di Fondazione Cariplo e Banca Intesa Russia, la visita milanese del Metropolita prevede l’inaugurazione della mostra “La missione della Chiesa ortodossa russa nel mondo moderno” a Expo (ore 15), presso il padiglione della Russia; un’esposizione fotografica che evidenzia il compito della Chiesa in una società pluralistica e secolare.

Tra gli appuntamenti del Metropolita anche la sua lectio magistralis alla Biblioteca Ambrosiana (ore 17.30 – piazza Pio XI, 2) che sarà preceduta dalla presentazione dell’Opera Omnia di sant’Ambrogio in russo a cura della stessa Biblioteca Ambrosiana e dell’Università San Tichon di Mosca.

La giornata si concluderà con il concerto del Coro sinodale del Patriarcato di Mosca nella Basilica di Sant’Ambrogio (ore 21, ingresso libero), presentato dall’Abate di Sant’Ambrogio Mons. Erminio De Scalzi.  “La musica sacra russa attraverso cinque secoli” è il tema degli 11 brani che saranno eseguiti dai 55 elementi del coro, fondato nel 1721 e rilanciato solo nel 1999 da Kirill I Patriarca di Mosca e di tutte le Russie, in un repertorio che comprenderà, tra gli altri, Cajkovskij, Rachmaninov, Cesnokov e alcune composizioni dello stesso Metropolita Hilarion. Il coro sarà diretto da Alexey Puzakov, proclamato artista emerito della Federazione Russa nel 2009.

Martedì 15 settembre il Metropolita Hilarion si sposterà in Vaticano, dove è previsto l’incontro con Papa Francesco.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta