La danza ritrova i colori

Archive image
L’artista Olga Shirnina ridona le tinte alle vecchie fotografie delle ballerine russe dei secoli passati. Scorrette la barra sulle immagini per vedere la trasformazione


L’artista russa Olga Shirnina, conosciuta sui social network con il nome di “Klimbim”, ha iniziato a colorare le immagini presenti nel suo archivio fotografico. La sua prima serie è stata dedicata agli eroi della Seconda guerra mondiale, mentre la successiva riguardava la dinastia dei Romanov. Ora Olga ha ridato colore alle grandi ballerine russe // La ballerina Anna Pavlova

Anna Pavlova (nella foto) è stata la ballerina principale del Balletto Imperiale di Russia e dei leggendari Ballets Russes di Dyagilev

Lo spettacolo più famoso di Anna Pavlova fu “La morte del cigno”, portato in scena nel 1905 // Nella foto, la ballerina con un abito tradizionale russo

Anna Pavlova entrò a far parte dei Ballets Russes nel 1909. Successivamente, nel 1911, fondò una propria compagnia // Anna Pavlova, 1913

Anna Pavlova ne “La figlia del faraone”, un balletto con coreografia di Marius Petipa

Tamara Karsavina nello spettacolo “Il dio azzurro” (1912). Gli abiti furono disegnati dallo scenografo e illustratore Leon Bakst, diventato famoso per i lavori realizzati in collaborazione con Dyagilev e presentati in Russia, Francia, Usa e altri paesi

Vaslav Nizhinskij, considerato uno dei migliori ballerini del XX secolo. Dal 1913 fu il primo ballerino e coreografo dei Ballets Russes di Dyagilev

Vaslav Nizhinskij nella messa in scena de “Le Spectre de la rose”, balletto in un atto di Michel Fokine

Galina Ulanova interpreta Giulietta nel balletto “Giulietta e Romeo” di Sergej Prokofiev

Galina Ulanova nel balletto “Il lago dei cigni” sulle musiche di Petr Chajkovskij

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Leggi di più