I balletti di Eifman, coreografo dissidente