Apple watch, appartamenti e uova: i bonus, i premi e le lotterie per convincere i russi a vaccinarsi

Sergej Savostyanov/TASS
Per cercare di far aumentare il numero di chi si fa immunizzare, in Russia si è deciso di alzare la posta

Nonostante la disponibilità di ben tre vaccini di produzione nazionale,  fino a poco tempo fa i russi sono rimasti molto riluttanti a farsi vaccinare contro il Covid-19. Alla fine di aprile, solo il 4% della popolazione aveva completato il ciclo vaccinale. Tuttavia, in due mesi questa cifra ha raggiunto il 13%, un numero comunque ancora ben distante dal piano delle autorità di vaccinare il 60% della popolazione entro l’autunno e di formare la cosiddetta immunità di gregge.

“È ovvio che il 60% non potrà essere vaccinato. Ma almeno questa settimana notiamo che il numero di coloro che desiderano essere vaccinati ha iniziato a crescere un po’”, ha affermato Dmitrij Peskov, addetto stampa del presidente russo, il 29 giugno. Questo risveglio è collegato a due misure prese in contemporanea: nuove restrizioni sullo sfondo della terza ondata (fino all’introduzione di una sorta di Green Pass; speciali codici QR per andare al ristorante) e una campagna senza precedenti per incoraggiare le persone a vaccinarsi.

Cinque auto in palio ogni settimana

Se nel primo hub vaccinazione aperto fuori da una struttura medica (direttamente sulla Piazza Rossa,  nel grande magazzino Gum), come piacevole bonus è stato dato a tutti un gelato gratis, si è poi dovuti passare a premi più consistenti. In primo luogo, il comune di Mosca ha promesso a tutti i moscoviti over 60 un codice promozionale di 1.000 rubli (12 euro) per gli acquisti in farmacia, e ora sta persino regalando delle auto Renault. Possono partecipare alla lotteria solo coloro che hanno già compiuto 18 anni e che hanno ricevuto la prima dose del vaccino dal 14 giugno all’11 luglio.

“Ci sono 20 auto in palio, ciascuna del valore di circa un milione di rubli (11.590 euro). Cinque auto saranno sorteggiate ogni settimana”, afferma il sito web del sindaco di Mosca, dove si ricorda anche che a Mosca ci sono più di 100 punti di vaccinazione: “Sono in tutti i distretti e accettano sia su appuntamento che senza, mettendosi semplicemente in fila”.

Appartamenti

Se a Mosca vengono messe in palio delle auto, nella circostante Regione di Mosca, è messo in palio un alloggio. Il primo lotto, un trilocale con una superficie di circa 75 mq, è già stato assegnato, e ora chi ha ricevuto il vaccino partecipa all’estrazione di un monolocale al 24° piano, completamente arredato. Tutto quello che bisogna fare è cliccare sul banner dell’iniziativa sul portale regionale “Gosuslug” e registrarsi. La condizione principale per partecipare è avere già ricevuto almeno una dose di uno qualsiasi dei tre vaccini russi: Sputnik V, EpiVacCorona o KoviVak.

Soldi, weekend e gadget

Anche le aziende russe hanno introdotto incentivi alla vaccinazione dopo che a Mosca e in alcune regioni è stata introdotta la vaccinazione obbligatoria del 60% del personale nel settore dei servizi, del commercio e altro. Ad esempio, la catena di fitness club di Mosca “OrangeFitness” mette in palio degli Apple Watch tra i dipendenti vaccinati, la catena di supermercati “Azbuka Vkusa” regala dei fine settimana pagati a chi si vaccina, e la compagnia di car sharing Delimobil offre a tutti uno sconto del 70% sui tragitti a Mosca verso uno degli hub vaccinali.

La casa automobilistica AvtoVAZ ha promesso ai dipendenti 1.500 rubli (17 euro) a chi si vaccina. L’azienda impiega 35 mila persone, e quelli già vaccinati possono ricevere il premio.

Pagamenti ai dipendenti vaccinati vengono effettuati dai media statali che detengono “Russia Today”. Ciascun dipendente che si è vaccinato entro il 10 luglio ha diritto a ricevere 57.500 rubli (670 euro).

Anche i lavoratori che hanno anticorpi perché sono guariti dal Covid e hanno poi ricevuto una sola dose di vaccino hanno diritto al bonus. “Faccio notare che tutti questi premi vengono pagati con fondi commerciali, cioè guadagnati dai media grazie alla pubblicità e non stanziati dallo Stato”, ha dichiarato la direttrice di RT Margarita Simonjan sul suo canale Telegram.

Uova e smartphone

Molte regioni del Paese hanno proprie campagne locali. Nello Jamal vengono sorteggiati smartphone Apple, biciclette, casse per la musica, cuffie, smartwatch. I residenti vaccinati di Togliatti possono invece vincere alla lotteria 75 mila rubli (870 euro).

Nella regione di Tula offrono un giorno libero dal lavoro e buoni per pasti gratuiti nelle mense aziendali. Coloro che sono già stati vaccinati possono accedere gratuitamente a concerti, spettacoli, mostre, nonché alle partite di calcio del club locale, l’Arsenal di Tula

Mille rubli (12 euro) vengono distribuiti ai residenti over 60 della Regione di Magadan che si vaccinano. I pensionati della Chukotka ricevono invece un assegno dall’importo doppio se si prenotano per il vaccino, e ai pensionati del Territorio di Khabarovsk sono state date dieci uova come premio per l’inoculazione.


LEGGI ANCHE: Le cinque fake news sul Covid-19 più diffuse in Russia 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie