Ecco come Putin ha trascorso un weekend di relax nella taiga siberiana

Kremlin.ru
Insieme al ministro della Difesa, come spesso era accaduto in passato, il presidente ha scelto Tuva per qualche ora di pace nella natura siberiana, prima di tornare a Mosca per vaccinarsi

Il presidente russo Vladimir Putin e il ministro della Difesa Sergej Shojgù sono in una piccola casa di legno. Shojgu tiene in mano un ramoscello di un albero, il presidente lo guarda con attenzione.

“A piantarlo si ottiene un piccolo albero di pino”, spiega Shojgu. Il presidente con interesse prende un altro ramoscello, che ha la forma biforcuta, come corna di renna, lo gira tra le mani e lo rimette a posto.

Questo è uno degli episodi di come Vladimir Putin ha trascorso il weekend dal 20 al 21 marzo 2021 nella taiga siberiana nella Repubblica di Tuvà/Tyva. Il ministro della Difesa ha mostrato al presidente la sua officina personale per la lavorazione del legno, hanno passeggiato insieme nella taiga e hanno guidato un fuoristrada: al volante c’era Putin.

LEGGI ANCHE: Come Tuvà, il posto preferito da Putin per le ferie, divenne parte della Russia 

Inoltre, Putin e Shojgu hanno camminato su un ponte sospeso che attraversa un fiume. Durante la passeggiata, Putin ha lanciato una moneta in uno stagno. Anche in Russia si ritiene che in questo modo si ritornerà in quel posto.

Insieme a Shojgu, il presidente ha esaminato poi degli animali con un binocolo.

“Ecco là c’è un toro. Quello con il collo nero, tutto grigio. […] E là una vacca”, ha detto al presidente il ministro della Difesa.

Dopo la passeggiata, il presidente e il ministro hanno organizzato un piccolo tea party in mezzo alla foresta: hanno bevuto il tè da tazze termiche, seduti su panche coperte di pelli, mentre sul tavolo c’erano pomodori, cetrioli, ravanelli, salo e salame.

“Bello. Proprio un bel posto”, ha detto il presidente durante il pranzo.

Durante il weekend di riposo, Putin e Shojgu hanno cambiato diversi abiti, ma nella maggior parte delle foto il presidente indossa un abito di pelle di pecora marrone chiaro. Il canale televisivo “Dozhd” ha trovato abiti simili sul sito web “Masterskoj kozhi i mekha” (ossia: “Laboratorio di pelle e pelliccia”) di San Pietroburgo: sono fatti su ordinazione, il costo stimato è di circa 70 mila rubli (785 euro).

Il 22 marzo, l’addetto stampa del presidente Dmitrij Peskov ha però detto ai giornalisti in un briefing che l’attrezzatura era di produzione siberiana.

LEGGI ANCHE: Lotta al Covid-19: Putin si vaccinerà domani, 23 marzo 

“In Siberia, non vai lontano con pantaloni, mocassini e cappotto”, ha spiegato Peskov.

Durante il briefing, i giornalisti hanno chiesto a Peskov se Putin avesse portato con sé la “valigia nucleare” in vacanza. Il portavoce ha risposto così:

“Tutti i mezzi di comunicazione necessari, comprese le comunicazioni strategiche, sono costantemente con il presidente, ovunque si trovi, sia che si tratti del territorio della Federazione Russa o di qualsiasi altro Paese del mondo”.

Putin trascorre spesso vacanze o fine settimana in regioni remote della Russia. Tuva può essere definita una delle regioni preferite dal presidente per il relax. Venne scattata qui anche la celebre foto del presidente a cavallo a torso nudo.


Pesca, tigri e taiga: dove va in vacanza Putin e cosa ama fare per rilassarsi? 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie