L’ultima visita di Johnny Depp a Mosca: tra Lenin, Stalin e reggiseni lanciati dalle ragazze

Getty Images
L’attore di Hollywood è arrivato in Russia in veste di musicista per un concerto del suo gruppo, gli Hollywood Vampires. Ha fatto parlare di sé per un tour tra le glorie della rivoluzione, e ha apprezzato la bellezza delle russe, che hanno ricambiato la gentilezza

A differenza delle precedenti visite, Johnny Depp è arrivato in Russia a maggio 2018 non per promuovere un nuovo film, ma per suonare con il suo gruppo musicale, gli Hollywood Vampires, insieme ad Alice Cooper e Joe Perry.

Non è una sorpresa, visto che il gruppo esiste già da alcuni anni. Più interessante è stato il programma turistico di Depp a Mosca: ha visitato il Mausoleo di Lenin, scattato una foto alla tomba di Stalin ed è andato al Museo Majakovskij. Si potrebbe chiamarlo il “tour rivoluzionario di Depp”, visto che tutti questi nomi e luoghi sono legati a quel periodo spartiacque della storia russa di un secolo fa.

Vestito come un russo

Depp ha visitato il Mausoleo sulla Piazza Rossa insieme al leggendario musicista degli Aerosmith Joe Perry, e ha anche posato per una foto alla tomba di Stalin, che è sepolto vicino alle mura del Cremlino.

A giudicare dalla reazione degli utenti di Twitter, non tutti sui social hanno compreso l’interesse di Depp per i fondatori dello Stato sovietico. Quelli il cui pantheon personale non include i due leader sovietici hanno accusato Depp di aver preso una decisione sbagliata. Altri, molti di più, hanno elogiato il membro degli Hollywood Vampires per il suo interesse per la storia russa e il suo abbigliamento russo: una camicia da marinaio e un berretto di stoffa.

Per quanto riguarda Stalin, non è la prima volta che i media accoppiano i due nomi. Anni fa, Depp avrebbe dovuto interpretare il giovane Stalin in un film. Infatti, a quanto si dice, era stato scelto dallo storico britannico Sebag Montefiore che nel 2008 aveva firmato un accordo con lo studio Miramax per realizzare un film basato sul suo libro “Il giovane Stalin” (pubblicato in Italia da Longanesi).

Tuttavia, tutto ciò che ci rimane di quel progetto è la foto di Depp con il busto di Stalin e un fotomontaggio con Depp in abito stile stalinista militare.

Le passioni letterarie della star

Per quanto riguarda Majakovskij, il grande poeta d’avanguardia russo degli inizi del XX secolo, Depp aveva già espresso interesse in un’intervista del 2013, dicendo che gli sarebbe piaciuto “ripercorrere le strade di Dostoevskij e Majakovskij”. Questa volta è riuscito a realizzare la sua intenzione almeno in parte, con una visita al Museo Majakovskij.

Ha scritto nel libro degli ospiti all’ingresso di essere stato “completamente scosso da… tale vicinanza al genio di Majakovskij” e ha descritto il poeta come un uomo con “passione, grinta e tanta forza”.

Per quanto riguarda Dostoevskij, sembra che ci siano più motivi per aspettarsi un film con Depp basato su un romanzo dello scrittore piuttosto che nei panni del giovane Stalin. Dicono che il successo di “Gatto nero, gatto bianco”, film del 1998 di Emir Kusturica, abbia spinto i produttori di Hollywood a prendere in considerazione il finanziamento di un film basato su “Delitto e castigo”.

Depp, che ha recitato in “Il valzer del pesce freccia” di Kusturica (1993), interpreterà il ruolo di Raskolnikov che suona il basso in una band punk di Brighton Beach.

Alcuni anni fa, Depp ha detto che gli piacerebbe anche interpretare Rasputin, perché “è certamente un personaggio molto anticonvenzionale, sorprendente e curioso. L’incredibile storia della vita di quest’uomo è così potente!”, disse Depp.

La “lista russa” dell’attore include anche Mikhail Bulgakov, i cui personaggi Depp vorrebbe portare sul grande schermo.

Secoli di cultura negli occhi delle donne

Nel 2013, Depp ha frequentato la star di Hollywood Amber Herd e una foto della coppia che si tiene per mano a Mosca ha catturato l’attenzione dei media.

Durante questa visita a Mosca, Depp si è complimentato con le donne russe, definendole “le più belle del mondo”. Ha avuto alcune difficoltà, tuttavia, quando ha cercato di spiegare perché lo avesse detto.

“Ci sono alcuni tratti slavi… C’è qualcosa di profondamente… [Sono] meravigliosamente scolpite, ma con migliaia e migliaia di anni di cultura nei loro occhi. C’è gravità dentro, gravità negli occhi”.

Le fan di Depp potrebbero aver sentito questi commenti lusinghieri. Durante il concerto degli Hollywood Vampires a Mosca “migliaia di anni di cultura” si sono conclusi con diversi reggiseni volati sul palco. Depp ne ha messo uno sulla chitarra, e ha adornato il suo strumento anche con una rosa lanciatagli da una fan.

Cosa succede quando gli attori di Hollywood viaggiano in Russia? Ecco i casi di Richard Gere e Robert De Niro 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie